Comunicati Stampa

4 febbraio “Giornata Mondiale contro il Cancro”, la Lilt di Catania avvia percorsi di cura integrata per pazienti ed ex pazienti oncologici

Si offrono interventi personalizzati sullo stile di vita sano mediante consigli nutrizionali, attività motoria, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno

Lo stile di vita sano riduce il rischio di patologie cardiovascolari, metaboliche e del cancro. In occasione del 4 febbraio “Giornata Mondiale contro il Cancro”, e in concomitanza con i festeggiamenti patronali in occasione di sant’Agata, che, oltre a proteggere i catanesi, rappresenta un grande sostegno per le donne affette da patologie mammarie, la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania, presenta una nuova iniziativa rivolta ai pazienti con diagnosi di tumore che hanno intrapreso un percorso di cura da almeno quattro anni.

I pazienti oncologici reclutati nel progetto Lilt verranno avviati a un percorso di cura integrata multicentrico, che prevede un intervento personalizzato sullo stile di vita sano mediante consigli nutrizionali, attività motoria, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno. Queste abitudini sane risultano efficaci per prevenire la ricaduta e le complicanze cardiache e metaboliche nei “survivors” oncologici.

Durante le visite di follow-up, solitamente, l’oncologo si limita al controllo degli esami diagnostici tralasciando gli aspetti che mirano al miglioramento della qualità della vita dei pazienti. Pertanto, al fine di ottimizzare tempi e risorse, c’è la tendenza a trasferire la gestione del follow-up a lungo termine per i “cancer survivors”, dall’ambulatorio ospedaliero a quello degli enti del terzo settore e la Lilt, in quest’ambito, è un soggetto ideale perché vigilato dal Ministero della Salute.

In questo contesto, la Lilt di Catania, grazie alla collaborazione con i Centri di Ricerca per la Prevenzione Diagnosi e Cura dei Tumori (PreDiCT) e di Attività Motorie (CRAM) dell’Università di Catania e con le oncologie dell’ARNAS “Garibaldi”, dell’Azienda “Cannizzaro” e del Policlinico “Morgagni”, presso i propri ambulatori siti al Policlinico “Morgagni”, ha avviato un programma di rete integrato che prevede la presa in carico dei pazienti oncologici a decorrere dal quarto anno di follow-up per indirizzarli verso interventi personalizzati sullo stile di vita (consigli nutrizionali, attività motorie, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno). Chi fosse interessato può contattare Lilt di Catania al numero 095-238523.

“Per i pazienti che hanno completato le cure oncologiche – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi, Presidente della Lilt etnea – non esistono a tutt’oggi indicazioni univoche in grado di orientarli in un programma di stile di vita che tiene conto della dieta, dell’attività fisica e della qualità del sonno.  Questi percorsi sono utili anche ai soggetti sani che si approcciano alla prevenzione oncologica”.

Catania. Inaugurati i nuovi locali Lilt presso il Policlinico “Morgagni”

Galleria fotografica (scorri con il tasto avanti)

Immagine 1 di 20

Presente all’inaugurazione anche il Presidente nazionale della Lilt prof. Francesco Schittulli

Sono stati inaugurati a Catania i nuovi locali della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) presso il Policlinico “Morgagni”. I locali, ai quali si accede da via De Logu nel quartiere Barriera, dove il Centro Clinico Diagnostico è attivo da cinquant’anni, sono stati concessi grazie alla collaborazione fra Lilt e Fondazione Morgagni. La sede offre ampi ambulatori dotati di ogni comfort, con segreteria e sala d’attesa, che permetteranno di offrire un servizio di altissimo livello a quanti prenoteranno le visite di prevenzione oncologica nelle diverse specialità offerte dalla Lilt e a quanti seguiranno percorsi post-malattia.

Il taglio del nastro inaugurale è stato preceduto da un incontro sulla Sanità nel territorio al quale sono intervenuti il Presidente nazionale della Lilt, prof. Francesco Schittulli, il Presidente Emerito del Policlinico “Morgagni”, prof. Salvatore Castorina, il Presidente della Lilt di Catania, dottoressa Aurora Scalisi, il Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Catania, dott. Alfio Saggio, ed il Vicario dell’Arcidiocesi di Catania, mons. Salvatore Genchi.

“Siamo felici e onorati di poter mettere a disposizione i nostri locali, le nostre risorse, i nostri medici volontari per la Lilt che rappresenta una realtà privilegiata nel panorama nazionale – dichiara il prof. Salvatore Castorina –. In un momento in cui una parte dell’umanità ritiene compatibile con la sacralità della vita innescare conflitti, può sembrare strano che un gruppo di persone si metta insieme per fare in modo che la malattia non colpisca, ma questo per tutti noi è motivo di fierezza”.

“Il mio ringraziamento sentito alla ‘Morgagni’, realtà che accompagna e amplifica il nostro impegno perché offre l’opportunità alle donne e agli uomini di Catania e del suo hinterland di usufruire dei servizi che la Lilt metterà a disposizione – dichiara il prof. Francesco Schittulli –. Abbiamo bisogno di recuperare tempo affinché la prevenzione sia l’arma più efficace nella lotta contro i tumori. Dobbiamo cercare di garantire la qualità della vita attraverso forme di prevenzione e investire in prevenzione e non in malattia. Ringrazio l’Associazione Medici Cattolici Italiani, sezione etnea, per essersi resa disponile a collaborare insieme a noi in questo progetto nella lotta contro i tumori”.

“Siamo molto felici di aver sottoscritto questo protocollo con la ‘Morgagni’ – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi –. I nuovi locali permetteranno alla Lilt di Catania di potenziare le attività e di accompagnare i pazienti in tutto il percorso che inizia con la prevenzione. Nel caso di malattia potremo offrire percorsi di prevenzione terziaria per evitare le ricadute e garantire una qualità di vita migliore, assicurando quei servizi di cui necessita un malato oncologico sulla via della guarigione”.

L’inaugurazione ha chiuso una due giorni promossa per l’occasione dalla Lilt e che ha visto, mercoledì  29 novembre, l’incontro di aggiornamento professionale per gli avvocati “Fine vita aspetti giuridici e bioetici”, allestito dall’Ordine di Catania, dalla Lilt e dall’Associazione Medici Cattolici Italiani; e, giovedì mattina, l’incontro “Prevenzione fra i banchi di scuola”, nell’ambito del progetto nazionale “Guadagnare salute con la Lilt” svoltosi nell’ Aula Magna della Torre Biologica “Latteri” presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche al quale ha partecipato, fra gli altri, il Presidente Schittulli.

Catania, prevenzione tumori maschili, al via “Lilt for Men – Percorso Azzurro”

Prenotazioni dal 16 novembre tramite il sito www.legatumoricatania.it

Novembre è il mese dedicato ai tumori della sfera genitale maschile e, in questo contesto, la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) dal 18 al 26 novembre propone la campagna nazionale “Lilt for Men – Percorso Azzurro”, che si pone l’obiettivo della prevenzione e della diagnosi precoce delle neoplasie che colpiscono la prostata – terza causa di morte per gli uomini in tutto il mondo e prima per incidenza –, il testicolo ed il pene.

In provincia di Catania, dalle ore 9 di giovedì 16 novembre, la popolazione maschile di età superiore ai 45 anni avrà la possibilità di prenotare una visita urologica gratuita (sino al raggiungimento del numero massimo programmato) tramite il sito www.legatumoricatania.it.

Prevenzione e diagnosi precoce permettono oggi di guarire la gran parte delle diagnosi tumorali della sfera maschile, ma per raggiungere questi obiettivi è necessario promuovere la conoscenza per incentivare gli uomini, tradizionalmente restii, ad essere consapevoli e a intraprendere percorsi di prevenzione sin dall’età giovanile.

Ramacca, giornata di sensibilizzazione sul tumore al seno

Ramacca, giornata di sensibilizzazione sul tumore al seno

Immagine 1 di 7

In piazza Umberto l’allestimento di un gazebo informativo dedicato alle donne

Donne, prevenzione, maternità. Si è parlato di questo a Ramacca, giovedì scorso 26 ottobre, nel corso della “Giornata di sensibilizzazione sul tumore alla mammella” promossa dal Comune di Ramacca (assessorati Servizi sociali e Pari opportunità e Istruzione) in collaborazione con Asp 3 Catania e Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania. 

L’iniziativa, nell’ambito dell’Ottobre rosa, mese dedicato alla prevenzione del cancro al seno, e della campagna “Lilt for Women – Nastro Rosa 2023”, ha visto l’allestimento nella centralissima piazza Umberto, nei pressi del Palazzo municipale, di un gazebo informativo dedicato alle donne nel quale, insieme ai volontari Lilt, con in testa il Presidente Aurora Scalisi e Concetta Raia (componente del Consiglio direttivo), era presente il personale medico dell’Asp 3 Catania e del Consultorio familiare di Ramacca, nelle persone del ginecologo Salvatore Nula, della psicologa Antonella Di Maria, dell’ostetrica Giovanna Catalano, dell’assistente sociale Luana Cipolla.

Con le donne che si sono accostate allo stand, alle quali sono stati offerti dolci e materiale utile per approfondire i temi al centro dell’iniziativa, si è parlato di prevenzione dei tumori e, nello specifico, del tumore al seno al quale è dedicato l’intero mese di ottobre. Inoltre, si è discusso di donne, di fragilità al femminile e dei servizi offerti dal consultorio, pietra miliare nel territorio comunale per ciò che riguarda la famiglia e la salute, punto di riferimento a disposizione della popolazione che offre innumerevoli servizi gratuiti. Per esaltare il valore della prevenzione come arma più efficace per combattere il tumore al seno, in quest’ultima settimana di ottobre il Palazzo Municipale di Ramacca resterà illuminato di rosa.

Presente anche il sindaco ramacchese, Nunzio Vitale, che ha espresso la sua soddisfazione per questa iniziativa incentrata sulla prevenzione al femminile, gli assessori Irene Giandinoto (Servizi sociali e Pari opportunità) e Gaetano Nicolosi (Istruzione), la consigliera comunale e Presidente della Commissione Cultura e Servizi sociali, Agata Marino, la consigliera Enrica Caccamo.

“Questa di Ramacca è stata una bella mattinata di informazione, convivialità ed empatia e il mio ringraziamento va al sindaco Nunzio Vitale e alla sua amministrazione per l’occasione offerta ai cittadini – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi –. Insieme al personale dell’Asp abbiamo fornito informazioni su prevenzione e screening di massa nel territorio, attivi già da tanti anni, ma che è bene incentivare di continuo affinché le adesioni crescano sempre più. Stiamo lavorando alla costituzione di una delegazione Lilt a Ramacca che, ne sono certa, avrà un impatto positivo sul territorio in materia di prevenzione così come già avviene a Belpasso e Mascalucia”.

“Abbiamo acceso una luce sulla prevenzione oncologica – dichiara la Presidente della Commissione Cultura e Servizi sociali, Agata Marino – aiutando, così, tante donne a comprendere il valore della prevenzione oncologica che permette una buona qualità di vita e, nella stragrande maggioranza dei casi, la guarigione dalla malattia. Si tratta di un passo decisivo verso la nascita della delegazione Lilt a Ramacca che, mi auguro, potrà essere attiva al più presto”.

Prevenzione cancro al seno, a Ramacca giornata di sensibilizzazione

Clicca per ingrandire la locandina

L’iniziativa rientra nell’ambito dell’Ottobre rosa e della campagna “Lilt for Women – Nastro Rosa 2023”

Giornata di sensibilizzazione sul tumore alla mammella, quella di domani (giovedì 26 ottobre) a Ramacca, promossa dall’assessorato comunale ai Servizi sociali e Pari opportunità in collaborazione con Asp 3 Catania e Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania nell’ambito dell’Ottobre rosa, mese dedicato alla prevenzione del cancro al seno, e della campagna “Lilt for Women – Nastro Rosa 2023”.

Dalle 9 alle 13 in piazza Umberto sarà attivo un gazebo informativo dedicato alle donne, nel quale saranno presenti medici specialisti ed il personale dell’equipe medica del Consultorio familiare di Ramacca che sensibilizzeranno i ramacchesi, soprattutto la popolazione femminile, sugli aspetti relativi alla diagnosi precoce dei tumori, su maternità e sostegno alla gravidanza, nonché sui servizi gratuiti offerti ai cittadini dal consultorio. In questa settimana, per amplificare il messaggio di prevenzione del tumore al seno, rivolto alle donne, il Palazzo Municipale di Ramacca verrà illuminato di rosa.

Interverranno Irene Giandinoto (assessore comunale ai Servizi sociali e Pari opportunità), Agata Marino (Presidente IV Commissione consiliare al Comune di Ramacca), Erica Caccamo (consigliera comunale), Aurora Scalisi (Presidente Lilt di Catania), Concetta Raia (Lilt Catania), Salvatore Nula (ginecologo), Antonella Di Maria (psicologa), Giovanna Catalano (ostetrica), Luana Cipolla (assistente sociale).

Prosegue “Lit for Women – Campagna Nastro Rosa 2023” a Catania e provincia. La Lilt inaugura i nuovi locali concessi dal Policlinico Morgagni

Il Policlinico Morgagni Case di Cura illuminato di rosa in occasione dell’Ottobre Rosa

In questo mese di ottobre, La Lilt di Catania, con le visite della “Campagna Nastro Rosa”, ha inaugurato i nuovi locali gentilmente concessi dal Policlinico Morgagni Case di Cura

Un nastrino rosa che le volontarie e i medici della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) mostrano sul camice ospedaliero per ricordare, a tutte le donne, che ottobre è il mese rosa per la prevenzione del cancro al seno ma, soprattutto, che di tumore mammario si guarisce nella quasi totalità dei casi, purché questo venga diagnosticato precocemente e che, di conseguenza, l’arma per vincerlo è la prevenzione. Nell’ambito dell’Ottobre rosa, la Lilt promuove ogni anno la campagna nazionale “Lilt for Women – Nastro Rosa” che prevede visite senologiche gratuite, attività di informazione e sensibilizzazione.

La sezione catanese dell’associazione, in questo ottobre 2023, ha programmato centinaia di visite (aperte alle donne di tutte le età) che sono in corso di svolgimento. Di anno in anno, le prenotazioni – secondo le modalità fornite dall’associazione – sono in costante crescita, segno che la campagna informativa sulla prevenzione nella provincia etnea funziona. E in questo mese di ottobre, La Lilt di Catania, con le visite della “Campagna Nastro Rosa”, ha inaugurato i nuovi locali gentilmente concessi dal Policlinico Morgagni Case di Cura.

“L’attenzione sempre crescente nei confronti delle nostre iniziative è un chiaro segno che la Lilt di Catania è ben radicata nel territorio – sottolinea il Presidente, Aurora Scalisi –. L’opportunità di nuovi e ampi locali offerta dal Policlinico Morgagni segnerà una ulteriore positiva svolta nella diagnosi precoce delle malattie a maggiore impatto sociale permettendoci di offrire servizi di qualità alla popolazione che ne farà richiesta”.

“Sono ormai lontani i tempi in cui il medico comunicava in segreto ai parenti dei malati di tumore la diagnosi e questo grazie alle campagne di informazione e prevenzione dei sodalizi di volontariato che si fanno carico di supportare l’impegno dei ricercatori favorendo l’applicazione della ricerca di base alla clinica – dichiara il prof. Salvatore Castorina, Presidente della Fondazione G.B. Morgagni di Catania –. Tra essi la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, con la cui Associazione di Catania la Fondazione ‘G.B. Morgagni’ non ha esitato a sottoscrivere un sodalizio  mettendo a disposizione spazi e medici specialisti volontari, in una unità d’intenti che, perseguendo entrambi i fini statutari, utilizza la diffusione della prevenzione e la diagnosi precoce, componenti di indiscussa priorità per il dominio della patologia oncologica in Italia”.

Belpasso, successo per la decima edizione de “A scacciata per scacciare il cancro”

"A scacciata per scacciare il cancro 2023"

Immagine 1 di 13

Il Presidente della Lilt Catania, Aurora Scalisi: “La prevenzione oncologica è l’unica arma per combattere il cancro”

Prevenzione e gusto, il binomio alla base del successo de “A scacciata per scacciare il cancro” l’evento della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), associazione provinciale Catania e delegazione di Belpasso, che ha tagliato domenica 8 ottobre, il traguardo della decima edizione. L’iniziativa, patrocinata dall’Assemblea Regionale Siciliana e dal Comune di Belpasso e svoltasi in collaborazione con la Pro Loco di Belpasso ed il Gruppo Scout Agesci Belpasso 1, ha avuto luogo come di consueto al “Giardino Martoglio” di Belpasso dove si sono alternati momenti di spettacolo e momenti dedicati alla riflessione sulla prevenzione dei tumori, peraltro in un mese, come ottobre, che la Lilt dedica alla prevenzione del cancro al seno con la campagna “Lilt for Women”. Gli intervenuti, con un piccolo contributo destinato al sostegno delle attività dell’associazione, hanno potuto degustare una fetta di scacciata siciliana o un piatto di ceci.

Ha aperto la serata, condotta da Anna Giarratana, la dottoressa Aurora Scalisi, Presidente della Lilt di Catania che, dichiarandosi felice per la grande partecipazione e ringraziando i volontari dell’associazione per il buon esito della manifestazione, ha ricordato a tutti che oggi la “prevenzione oncologica è l’unica arma per combattere il cancro”Un invito al pubblico in questa direzione, è stato lanciato da un ex malato oncologico, Giuseppe Spina, riuscito a sconfiggere un cancro proprio grazie alla prevenzione, mentre delle cure a disposizione della medicina contro le neoplasie ha parlato il Direttore dell’Oncologia medica dell’Arnas “Garibaldi” Nesima di Catania, dott. Roberto Bordonaro.

Poi lo spettacolo vero e proprio con l’Associazione culturale “Danzando l’Ottocento”, che ha proposto i balli e le atmosfere di due secoli fa nelle corti europee, l’attesa esibizione del duo comico Toti e Totino che ha divertito il pubblico sino ai ritmi, al femminile, degli anni ’80 con “Oneshot ’80”. Ai presenti, i ragazzi dell’associazione culturale “La bottega dell’Arte” hanno regalato alcuni segnalibri realizzati da loro. Prima della chiusura è stata sorteggiata la coperta solidale, cucita dalle mani di volontarie Lilt e cittadine belpassesi, nel corso dei tanti incontri dell’iniziativa “A mastra”, svoltasi negli ultimi mesi e nella quale, fra un punto e l’altro, si è parlato ancora una volta di prevenzione.

“Siamo molto soddisfatti per la partecipazione di pubblico a questa decima edizione – dichiara Gino Asero responsabile della delegazione Lilt di Belpasso –. La scacciata e i ceci sono andati a ruba, ma gusto e spettacolo da soli sarebbero poca cosa se non fossero accompagnati dall’attenzione degli intervenuti verso la reale protagonista della serata che è la prevenzione, declinata in tutte le sue forme”.

Belpasso, domenica 8 ottobre la decima edizione della “Scacciata per Scacciare il cancro”

“Si parlerà di prevenzione in un contesto leggero, fra degustazioni e momenti di spettacolo”

Clicca per aprire la locandina

Taglia il traguardo della decima edizione l’evento ottobrino della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), associazione provinciale Catania e delegazione di Belpasso, “A scacciata per scacciare il cancro”, che si pone l’obiettivo della raccolta di fondi in sostegno delle attività della Lilt e che beneficia del patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana e del Comune di Belpasso, nonché della collaborazione della Pro Loco belpassese e del Gruppo Scout Agesci Belpasso 1. L’appuntamento è per domenica 8 ottobre alle ore 20 presso il Giardino “Martoglio” di Belpasso, dove, con un piccolo contributo, si potrà degustare una fetta di scacciata siciliana, con verdure di stagione, o la zuppa di ceci.

L’evento, condotto da Anna Giarratana, riproporrà lo schema consolidatosi in questo decennio di attività, ovvero l’alternarsi di interventi su salute e prevenzione, con particolar riguardo alle neoplasie, e momenti di spettacolo. Interverranno la dottoressa Aurora Scalisi, Presidente della Lilt di Catania, e il dott. Roberto Bordonaro, Direttore dell’Oncologia Medica dell’Arnas “Garibaldi” Nesima di Catania. Lo show vedrà le esibizioni del duo comico Toti e Totino, dell’Associazione culturale “Danzando l’Ottocento” e della band “Oneshot ’80” che proporrà brani musicali degli anni 80 portati al successo da donne, musiciste e cantanti. Al pubblico presente verranno donati gadget realizzati dai ragazzi dell’associazione culturale “La bottega dell’Arte”.

“Tagliamo il traguardo della decima edizione di questa nostra iniziativa autunnale che ci permette parlare di prevenzione in un contesto leggero, fra degustazioni e momenti di spettacolo – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi –. Sarà l’occasione per ribadire il concetto che sta alla base della lotta contro i tumori: la prevenzione è l’arma più efficace per sconfiggere il cancro”.

Aggiunge il responsabile della delegazione Lilt di Belpasso, Gino Asero: “Per i belpassesi ‘A scacciata per scacciare il cancro’ è diventato un evento irrinunciabile, per noi volontari è l’evento più importante in ambito locale che ci consente di sostenere tante altre iniziative, anche di prevenzione secondaria come visite specialistiche ed esami strumentali gratuiti. E le tante adesioni alle nostre campagne di prevenzione oncologica sono la dimostrazione del fatto che i belpassesi sono consapevoli dell’importanza della prevenzione nella lotta contro i tumori”.

Lilt for Women Campagna Nastro Rosa 2023

Ogni singola donna può contribuire a neutralizzare questo tumore, che colpisce 60 mila persone ogni anno, facendo semplicemente prevenzione

Clicca per aprire la locandina

Mortalità zero per cancro al seno! Potrebbe sembrare un obiettivo irrealizzabile, eppure è più vicino di quel che possa sembrare: la guaribilità raggiunge, infatti, l’85% dei casi e le nuove tecnologie diagnostiche, i trattamenti terapeutici, la possibilità di predire la patologia e un’acquisita sensibilità delle donne rendono l’obiettivo alla nostra portata.

Ogni singola donna può contribuire a neutralizzare questo tumore, che colpisce 60 mila persone ogni anno, facendo semplicemente prevenzione. Un’occasione in questa direzione si può cogliere, nel mese di ottobre, il mese rosa per eccellenza, grazie a “Lilt for Women – Nastro Rosa”, la campagna di informazione e prevenzione sul cancro al seno promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) in tutta Italia (vai al sito dedicato alla campagna).

Anche per quest’anno la sezione di Catania propone, nell’ambito dell’iniziativa, le visite senologiche gratuite per tutte le donne ed iniziative nel territorio per responsabilizzare ragazze e donne su questa patologia. Verrà distribuito materiale informativo sulla riduzione dei fattori di rischio e verrà fornita tutta l’informazione utile per una corretta autopalpazione del seno e sui controlli clinico-diagnostico e strumentali che permettono di riconoscere il carcinoma della mammella nella sua fase iniziale, che significa guarigione al 90% per i tumori al seno che misurano meno di un centimetro.

Volto scelto per la campagna 2023 è quello della giornalista Francesca Fagnani, conduttrice della trasmissione “Belve” interviste senza sconti, ed il claim scelto per quest’anno per “Lilt for Women” è “La prevenzione è sempre la risposta giusta”, frase che fa un chiaro riferimento all’abilità della conduttrice nel porre le domande.

Dichiara il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi: “La partecipazione crescente a queste iniziative si accompagna all’interesse dedicato dal mondo scientifico a questa patologia e tutto questo ci incoraggia a continuare. Dobbiamo recuperare il ritardo diagnostico che la pandemia di Covid ha generato e la Lilt è in prima linea a fianco delle donne, sempre!”.

Scarica l’opuscolo della Campagna Lilt for Women – Nastro Rosa 2023

 

 

 

 

LA TESTIMONIAL Il volto della campagna Nastro Rosa 2023 è quello della giornalista Francesca Fagnani, definita da molti la “conduttrice dell’anno”, divenuta celebre grazie alle sue interviste senza sconti che, nella trasmissione Belve, mettono a nudo personaggi dello spettacolo, della politica, del costume e della cronaca, incalzati dalle sue domande dirette e irriverenti.

Il claim scelto per quest’anno “La prevenzione è sempre la risposta giusta” vuole giocare sull’abilità della conduttrice nel porre sempre le domande più indovinate, mettendola per una volta alla prova anche con le risposte.

«Ringrazio la LILT per l’opportunità che mi dà di partecipare alla sua campagna perché non c’è medicina più efficace della consapevolezza e della prevenzione, nella speranza che tutti i cittadini siano messi nelle condizioni di poterla fare, in qualsiasi angolo del paese, in qualsiasi fascia socio economica, perché la salute è un diritto che inizia proprio con la prevenzione» commenta Francesca Fagnani.

Catania, grande successo per la “Pigiama Run” della Lilt

Pigiama Run Catania 2023

Immagine 1 di 23

Correndo o camminando in pigiama si è mostrata vicinanza ai piccoli ricoverati per un tumore e, grazie ai fondi raccolti con le iscrizioni, sarà possibile donare strumenti informatici didattico-ludici agli ospedali catanesi in cui sono ricoverati i bambini

Una partecipazione che ha superato le più rosee aspettative quella dei catanesi alla “Pigiama Run” della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt), svoltasi venerdì 15 settembre all’ora del tramonto in contemporanea in oltre venti città italiane. Catania e la sua provincia hanno risposto alla grande alla chiamata della Lilt che ha invitato a compiere un gesto doppiamente concreto per chi sta lottando un tumore in una età nella quale sarebbe normale frequentare scuole, campetti e ludoteche e non le corsie d’ospedale, ovvero i bambini.

Clicca per ingrandire la locandina

Doppiamente concreto perché correndo, o camminando, in pigiama si è mostrata vicinanza ai piccoli che in pigiama rimangono tutto il giorno e, inoltre, grazie ai fondi raccolti con le iscrizioni, verranno donati strumenti informatici didattico-ludici agli ospedali catanesi in cui sono ricoverati i bambini. A Catania i runner si sono ritrovati in via Nazionale 114, presso 4SpA Sport, luogo di partenza e traguardo con punto ristoro e musica. E rigorosamente in pigiama, i partecipanti hanno camminato in un clima festoso lungo il lungomare della scogliera in direzione Aci Castello.

Un evento che si è trasformato anche in una occasione di sensibilizzazione verso l’oncologia pediatrica, in considerazione del fatto che molti, incuriositi dalla marcia in pigiama, hanno chiesto ai “runner” il significato dell’iniziativa, venendo a loro volta informati sulle finalità della “Pigiama Run”. Fra i partecipanti, anche il campione paralimpico di canottaggio Carmelo Barcella, detentore di un record del mondo e di due record italiani, e lo spadista Enrico Garozzo che, come sostenitori, hanno sommato i loro nomi a quelli del campione olimpico di fioretto, Daniele Garozzo, e della campionessa mondiale, sempre di fioretto, Alice Volpi che hanno realizzato video di sensibilizzazione pro Lilt.

“Siamo felici di avere aderito alla Pigiama Run della Lilt nazionale, giunta alla quinta edizione, che promuove la raccolta fondi per sostenere i bambini che lottano un tumore e le loro famiglie – dichiara Aurora Scalisi, Presidente Lilt Catania – . Molti studi scientifici dimostrano la diminuzione del discomfort, il malessere, che vivono i bambini in caso di chemioterapia grazie all’utilizzo di tablet adatti a questo scopo. Tanti hanno risposto con entusiasmo e questo ci permette di raggiungere gli obiettivi posti alla vigilia. Mi corre l’obbligo di ringraziare i nostri partner che hanno permesso la riuscita dell’iniziativa: Decò Gruppo Arena, Oranfrizer, Four Spa, Decathlon, Panathlon International, Associazione Iride, Gruppo radiotelevisivo RMB. Grazie anche al Comune di Aci Castello e al Cus Catania che hanno patrocinato l’evento”.

IL VIDEO DELLA PIGIAMA RUN CATANIA 2023

Conoscenza Medica

Prenota visita di prevenzione

LILT Newsletter