Comunicati Stampa

Prevenzione tumori maschili, dal 23 al 30 novembre il “Percorso Azzurro” con le visite urologiche gratuite

Clicca per ingrandire

Obiettivo della campagna, la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori maschili, in particolare della prostata, la cui incidenza cresce di anno in anno

Archiviata la campagna ottobrina “Lilt for Women 2022 – Campagna Nastro Rosa”, dedicata alla prevenzione del tumore al seno, l’attenzione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per il mese di novembre (dal 23 al 30) si orienta verso il mondo “uomini” con la campagna nazionale “Lilt for Men – Percorso Azzurro”, che si pone l’obiettivo della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori maschili, in particolare della prostata, la cui incidenza cresce di anno in anno.

In provincia di Catania, dalle ore 12 di giovedì 16 novembre, la popolazione maschile di età superiore ai 49 anni avrà la possibilità di prenotare una visita urologica gratuita (sino al raggiungimento del numero massimo programmato) tramite il sito www.legatumoricatania.it, che verrà effettuata presso le Unità operative di Urologia dell’Aornas “Garibaldi” di Catania (retta dal prof. Mario Falsaperla) e dell’Azienda ospedaliera “Cannizzaro” (retta dal prof. Michele Pennisi).

Le neoplasie maschili della sfera genitale maschile sono il tumore alla prostata, terza causa di morte per gli uomini in tutto il mondo, prima per incidenza, il tumore al testicolo ed il carcinoma del pene. Si tratta di patologie tumorali a lungo considerate un tabù per la popolazione maschile, ma che, mediante l’informazione e la cultura della prevenzione, possono essere diagnosticare per tempo e sconfitte.

Gravina di Catania: inaugurata panchina rosa

Gravina di Catania, inaugurazione panchina rosa

Cerimonia nel Parco “Falcone” di Fasano con amministrazione comunale, Lilt Catania e cittadini

Anche Gravina di Catania ha una sua panchina rosa che, con la sua presenza stabile, è un elemento posto a ricordare a tutte le donne l’importanza della prevenzione nella lotta contro il cancro al seno. La panchina è stata inaugurata, sabato scorso 29 ottobre, con una cerimonia ufficiale all’interno del Parco “Giovanni Falcone” di Fasano, su iniziativa della Lilt di Catania e del Comune di Gravina di Catania, nell’ambito di “Lilt for Women 2022 Campagna Nastro Rosa” che si tiene ogni anno ad ottobre, mese dedicato alla prevenzione di questo tumore che ha una guarigione superiore al 95% se diagnosticato in tempo.

Presenti all’evento Concetta Raia (componente del consiglio direttivo della Lilt di Catania), Rosario Condorelli (vicesindaco di Gravina di Catania), Cettina Cianciolo (assessore comunale ai Servizi sociali), Elvira Tarantini e Valentina Cavallaro (già assessori comunali), le consigliere Teresa Campanile, Angela Zanghi e Patrizia Costa, nonché una nutrita rappresentanza di cittadini, alcuni dei quali hanno reso testimonianza delle esperienze personali e familiari maturate dopo una diagnosi di tumore, sottolineando il valore della prevenzione come strumento estremamente efficace per la positiva risoluzione della malattia.

“La Lilt è presente nei comuni e nel territorio con il messaggio della prevenzione – dichiara Concetta Raia – e la panchina rosa di Gravina rappresenta il momento in cui la popolazione deve prestarvi attenzione. Come Lilt, in questa direzione, ci impegniamo a rafforzare la nostra presenza per offrire ai cittadini sempre maggiori occasioni per monitorare la propria salute”.

“La nostra amministrazione comunale è sempre stata particolarmente sensibile su questi temi – dichiara il sindaco Massimiliano Giammusso – e iniziative come questa ci aiutano a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione”.

“Ringrazio la Lilt per avere dato questa opportunità al comune di Gravina – chiude il vicesindaco Rosario Condorelli –. Siamo convinti che la prevenzione sia essenziale, che non bastino solo dei momenti simbolici come questo e che la divulgazione fra i cittadini dovrà essere costante per raggiungere il massimo dell’efficacia”.

Gravina, come avvenuto negli anni precedenti, in occasione di “Lilt for Women 2022 Campagna Nastro Rosa” ha pure illuminato di rosa la fontana “Nascita di Venere” che si trova alla rotonda compresa fra via Roma e via Gramsci, senza un aggravio di costi, in ossequio alle politiche di risparmio energetico.

Mascalucia, inaugurata una panchina rosa per ricordare l’importanza della prevenzione nella lotta del cancro al seno

Mascalucia, inaugurazione panchina rosa

Presenti per l’occasione due classi di materna dell’Istituto Comprensivo “Fava” di Mascalucia

Palloncini e voci gioiose degli alunni e delle alunne di quinta elementare sono stati il contorno festoso dell’inaugurazione di una panchina rosa in piazza Dante a Mascalucia (Catania), destinata a ricordare a tutte le donne l’importanza della lotta contro il cancro al seno. L’iniziativa, promossa dalla delegazione di Mascalucia della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) di Catania, è stata abbracciata dal Comune e dall’Istituto Comprensivo “Giuseppe Fava” di Mascalucia, retto dalla dirigente scolastica Viviana Ardica e presente con le classi 5A C e 5A D, accompagnate dalle docenti e da una delegazione dell’istituto. Tra i presenti all’inaugurazione, il Sindaco del comune etneo Vincenzo Magra, l’assessore alla Salute Raffaele Gibilisco, l’assessore alla Pubblica Istruzione Marilena Caruso, Concetta Raia (Comitato Direttivo Lilt Catania), Angelo Villari (Assemblea provinciale Lilt), Vanessa La Spina (responsabile Delegazione Lilt Mascalucia).

La tinteggiatura della panchina rientra fra le iniziative proposte dalla Lilt nel mese di ottobre, dedicato alla prevenzione del tumore alla mammella. Con la Campagna Nazionale “Lilt for Women 2022 Campagna Nastro Rosa” la Lilt di Catania, grazie alla collaborazione di ospedali, Asp, onlus ed enti privati ha, infatti, offerto gratuitamente visite senologiche e mammografie.

“Sensibilizzazione e sostegno alla ricerca medica – dichiara il Sindaco Magra – sono le parole chiave nella lotta contro i tumori e, in particolare, contro il cancro al seno. Oggi, vogliamo ricordare a tutti, soprattutto alle nostre concittadine, quanto sia determinante prenderci cura di noi, dedicarci tempo e avere attenzione per la nostra salute, nonostante uno stile di vita sempre più frenetico”.

“Il coinvolgimento, delle quinte classi della ‘Fava’ – sottolinea Concetta Raia – serve a veicolare messaggi di salute e prevenzione forti e dimostra che la scuola può e deve avere un ruolo importante nei giovani che, da futuri cittadini, devono vivere una vita sana. L’obiettivo di Lilt Catania è quello di sottolineare l’importanza della prevenzione, sia da giovani, ma anche quando giovani non si è più. Avere colorato una panchina di rosa rende il messaggio visivo e mentale, aiuta a far riflettere chi vi passa accanto”.

“L’elemento positivo che cogliamo da questa iniziativa – spiega Giovanna Saitta, Vicaria dell’Istituto “Fava” – è il messaggio di speranza che reca con sé. Abbiamo scelto due classi di quinta che hanno vissuto un’esperienza molto delicata, con la perdita della carissima collega Stefania Scuderi. Insieme ai suoi alunni vogliamo coltivare la memoria e la cultura della prevenzione”.

Vanessa La Spina rimarca quanto i tumori siano diventati parte integrante della vita della popolazione: “Motivo per cui – aggiunge – sensibilizzare le donne ad inserire un controllo annuale come abitudine nella propria vita, significa svolgere un compito di educazione civica per prevenire un doloroso problema di gruppo”.

L’impegno di Lilt nella lotta contro i tumori proseguirà dal 23 al 30 novembre con il “Percorso Azzurro”, la Campagna dedicata alla prevenzione e diagnosi precoce dei tumori maschili, in particolare della prostata, la cui incidenza cresce di anno in anno.Mascalucia, 27 ottobre 2022

Catania. Cento anni Lilt, dal 29 settembre al primo ottobre il convegno “Io donna. Tumori femminili: dalla prevenzione alla cura”

Cerimonia d’apertura con Claudio Brachino ed il Presidente nazionale della Lilt, Francesco Schittulli. Nelle “cucine dei benedettini” una mostra sulla donna e sui cento anni della Lilt. Nel corso del convegno anche il conferimento del Premio “Carlo Romano” dedicato al compianto past-President della Lilt di Catania

“Io Donna. Tumori femminili: dalla prevenzione alla cura” è il titolo di un convegno scientifico promosso dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania, in collaborazione con l’Università di Catania, in occasione del centenario della fondazione della Lilt nazionale, che ricade in questo 2022. L’evento, che si terrà nell’Aula magna “Santo Mazzarino” del Monastero dei Benedettini di Catania da giovedì 29 settembre a sabato primo ottobre, coinvolge le organizzazioni che operano a favore del benessere della donna e si pone l’obiettivo di aggiornare gli specialisti del settore sui progressi in ambito oncologico, dalla prevenzione secondaria a quella terziaria. In particolare, verranno approfonditi i percorsi di screening e la diagnostica innovativa dei tumori femminili ed il tema dell’oncologia integrata, che si pone l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei pazienti durante il percorso oncologico di cura.

La cerimonia di apertura del convegno, condotta dal giornalista Claudio Brachino, si terrà giovedì 29 alle ore 15:45. Dopo il saluto di benvenuto del Rettore dell’Ateneo di Catania, Francesco Priolo, ed il saluto delle autorità, il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi, terrà la prolusione introduttiva. A seguire l’intervento del Presidente nazionale della Lilt, Francesco Schittulli, su “I progressi della scienza sul cancro della mammella negli ultimi 100 anni”. Al termine, Schittulli presenterà il vincitore del Premio “Carlo Romano”, che la Lilt di Catania ha istituito nel ricordo del compianto past president, alla guida della sezione etnea della Lilt dal 2002 al 2019. Nella giornata di venerdì, nel corso dei lavori congressuali, l’Arcivescovo di Catania, Monsignor Luigi Renna, porgerà un saluto alla comunità scientifica.

Nei locali delle “cucine del benedettini”, attigui all’aula magna, si terrà una mostra, allestita su pannelli mobili, che ripercorre i momenti più significativi della storia dei cento anni della Lilt, insieme ad un’esposizione d’arte celebrativa della donna. L’ultimo pannello, “Call to action”, consentirà al visitatore di interagire diventando, egli stesso, ambasciatore del messaggio di prevenzione che si potrà immediatamente condividere su Instagram. Per l’intera durata del convegno saranno presenti artiste ed artisti che hanno contribuito alla mostra ed alcune aziende agrumicole di qualità, portatrici del messaggio di prevenzione.

“Questo convegno – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi – nasce dalla collaborazione con associazioni onlus che si occupano statutariamente sia di diffusione della corretta informazione di prevenzione oncologica che di benessere della donna, sia dal punto di vista medico che psicologico. Siamo convinti, infatti, che la sinergia di intenti permette di potenziare l’azione rendendo più efficace l’offerta. Siamo davvero felici che tutte le associazioni, indistintamente, abbiano immediatamente condiviso questa prima progettualità”.

“La sinergia tra la ricerca preclinica e clinica – aggiunge il prof. Massimo Libra, corresponsabile scientifico del convegno insieme alla dott.ssa Scalisi – è un modello su cui si ispira questo convegno in cui l’Università, le aziende ospedaliere e il mondo associazionistico hanno come unico obiettivo la cura del paziente oncologico, in cui il paziente è il protagonista della sua malattia”.

Belpasso. “Difenditi attaccando”, al via visite senologiche gratuite

 

Prima giornata di visite rese possibili dalla raccolta di fondi avviata nel corso del triangolare calcistico fra medici, commercianti e notai

Giornata inaugurale, quella di martedì 6 settembre 2022 a Belpasso, per le visite al seno gratuite – eseguite tramite la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) – rivolte alle donne di età compresa fra 30 e 40 anni e rese possibili grazie alla raccolta fondi promossa nel corso del triangolare di calcio “Difenditi Attaccando”, svoltosi domenica 10 luglio a Belpasso nello stadio comunale “Nuccio Marino”, nel corso del quale si sono sfidate le squadre di Commercianti, Medici e Notai.

Hanno fatto gli onori di casa il Presidente della Lilt di Catania, dott.ssa Aurora Scalisi, il referente della locale delegazione dell’associazione, Gino Asero, la responsabile del volontariato, Claudia Doria. Nel corso della giornata inaugurale sono intervenuti, nella sede della delegazione sita in via XII traversa 127, il sindaco di Belpasso Daniele Motta e la promotrice e coordinatrice del triangolare “Difenditi Attaccando” Antonietta Distefano.

Il triangolare calcistico di beneficenza è nato da una idea lanciata da un gruppo di commercianti di Belpasso, da sempre vicino alla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania e Belpasso. Una iniziativa condivisa anche dall’Ordine dei Medici della Provincia di Catania, dai Notai Calcio Catania e dal Comune di Belpasso che ha concesso il Patrocinio. È ancora possibile, esclusivamente per le donne residenti a Belpasso, prenotare una visita senologica gratuita telefonando, dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19, al numero 380 688 86 01, sino al raggiungimento del numero programmato.

Dichiara il Presidente della Lilt di Catania, dott.ssa Aurora Scalisi: “Quello che la Lilt promuove in termini di raccolta fondi ha sempre una ricaduta in salute sul territorio. Questa iniziativa ha permesso di offrire alle donne di Belpasso non solo la visita, ma anche l’esame strumentale dell’ecografia mammaria. Un grazie di cuore pertanto a chi ha partecipato, offrendo tempo o denaro e mi auguro che questa partecipazione al sociale si diffonda sempre più!”.

Belpasso. “Difenditi attaccando”, il triangolare di calcio raccoglie 1.165 euro pro visite senologiche Lilt

"Difenditi attaccando" 2022

 

In campo Medici (che vincono la sfida), Commercianti e Notai. A settembre le prime visite per donne di età compresa fra 30 e 40 anni

Un gol che arriva allo scadere e che consegna il trofeo alla squadra dei Medici, nel triangolare di calcio “Difenditi attaccando” svoltosi domenica 10 luglio a Belpasso nello stadio comunale “Nuccio Marino” e che ha visto sfidarsi le squadre di Commercianti, Medici e Notai. Ma il vero gol non è di un singolo (peraltro del capitano dei Medici, Ugo Consoli), ma, nel vero spirito di squadra, del collettivo e lo segnano quanti hanno donato per assicurare alle donne di Belpasso, di età compresa fra 30 e 40 anni, visite senologiche gratuite tramite la Lilt: ben 1.165 euro. Le prenotazioni per le visite senologiche inizieranno il primo settembre (da lunedì al venerdì dalle 18 alle 19 telefonando alla Lilt di Belpasso al numero 380 688 8601).

A lanciare l’idea del triangolare calcistico di beneficenza è stato un gruppo di commercianti di Belpasso, da sempre vicino alla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania e Belpasso. Una iniziativa condivisa anche dall’Ordine dei Medici della Provincia di Catania, dai Notai Calcio Catania e dal Comune di Belpasso, che ha concesso il Patrocinio.

“Siamo felici che quella idea di prevenzione per la quale lottiamo incessantemente – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, dott.ssa Aurora Scalisi – inizi a diffondersi in tutti gli strati della società. Arruoliamo altre due categorie, i commercianti e i notai, e questo ci fa ben sperare nella possibilità di allargare sempre più la platea per promozionare la prevenzione oncologica che resta il mezzo più efficace per contrastare i tumori considerati i big killer. Da parte mia, un sincero ringraziamento a commercianti, medici, notai per la partecipazione, al Comune di Belpasso per aver sposato l’iniziativa, ai rappresentanti della nostra delegazione di Belpasso, Claudia Doria e Gino Asero, per l’incessante opera svolta per la Lilt”.

Aggiunge il sindaco di Belpasso Daniele Motta: “Mi congratulo con tutti per la buona riuscita dell’evento: con i commercianti da cui è partita l’iniziativa, con quanti hanno dato il proprio contributo facendo di questo evento un successo di entusiasmo che di certo vedrà una seconda edizione. Quando ci si unisce in nome della solidarietà le forze si moltiplicano, gli obiettivi vengono raggiunti. Invito quanti sono stati impossibilitati a intervenire a sostenere l’iniziativa donando attraverso la Lilt per assicurare le visite senologiche gratuite a Belpasso”.

“Difenditi attaccando”, triangolare di calcio a Belpasso Commercianti-Medici-Notai per la prevenzione

Si potrà contribuire volontariamente con una donazione ad una raccolta di fondi  per garantire visite senologiche alle donne belpassesi di età compresa fra i 30 ed i 40 anni

Clicca per ingrandire la locandina

 “Difenditi attaccando” è il titolo di un triangolare di calcio che si disputerà domenica prossima 10 luglio, con inizio alle 18, sul terreno dello stadio comunale di Belpasso “Nuccio Marino” e che vedrà fronteggiarsi, in una partita di beneficenza, le squadre di Commercianti, Medici e Notai.

A lanciare l’iniziativa è stato un gruppo di commercianti di Belpasso che da sempre sostiene la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania e la delegazione belpassese; l’idea è stata sposata, oltre che dall’associazione, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Catania, dai Notai Calcio Catania e dal Comune di Belpasso, che ha concesso il Patrocinio.

L’incontro è a ingresso libero, ma chiunque potrà contribuire con una donazione ad una raccolta di fondi per garantire visite senologiche alle donne belpassesi di età compresa fra i 30 ed i 40 anni. Presenta l’evento Federica Zammataro; aprirà il tenore Giovanni Abbadessa.

“Dai un calcio al linfoma” 2022. Guerrieni-Sanitari ritorna dopo due anni di pandemia

Dai un calcio al linfoma 2022

 

Grande entusiasmo di medici e pazienti ritrovatisi sul terreno di gioco per la settima edizione della sfida calcistica

È stata una edizione 2022 di “Dai un calcio al linfoma”, disputatasi sabato 18 giugno sul terreno de “La Meridiana” di Catania, in cui ha vinto la normalità, quella che negli ultimi due anni il Covid ha negato e che gradualmente sta riaffermandosi in ogni ambito. La gara fra “Gladiatori” e “Sanitari”, allestita dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania e dalla delegazione di Belpasso, ha consentito di ritrovare dopo due anni di stop forzato su un campo di calcio e, quindi, fuori dalle corsie di un ospedale, le rappresentative di pazienti ed ex pazienti di oncoematologia e dei medici delle tre principali “Ematologie” di Catania: Policlinico, Ematologia pediatrica del Policlinico e Arnas “Garibaldi”.

Il risultato della sfida, seppur maturato in un clima agonisticamente intenso, alla fine è quel che conta meno (5-3 per i medici), ma sotto l’aspetto della cosiddetta “prevenzione terziaria”, resa della Lilt a chi è guarito o in via di guarigione dalla malattia, è di grande significato sotto l’aspetto psicologico e rappresenta un segnale di incoraggiamento per quanti vivono la malattia nella fase iniziale.

Ha presentato l’evento Federica Zammataro; hanno intrattenuto il pubblico l’attrice comica Antonella Cirrone e la giovane cantante Grazia Torre che ha pure intonato l’Inno di Mameli prima del calcio d’inizio. La gara fra medici e pazienti è stata anticipata da una gara fra piccoli calciatori, i figli dei medici contro i “Guerrieri” dell’Ibiscus (associazione che assiste i bambini malati di tumore) ed è stata seguita dalla partita fra una mista medici-pazienti e la squadra dei “Notai” catanesi (vinta 2-0 da questi ultimi).

“Ci sentiamo non solo accuditi, ma in buone mani, accanto questi fantastici medici a cui affidiamo la nostra vita” ha dichiarato a fine gara il capitano dei “Guerrieri” Vito Cataldo. Aggiunge Gino Asero, organizzatore dell’evento nonché responsabile della delegazione Lilt di Belpasso: “È molto bello che il rapporto fra medico e paziente riesca ad uscire dall’ospedale per diventare ‘umano’ su un campo di calcio contribuendo ad accrescere la fiducia reciproca”.

“Dai un calcio al linfoma è la gara che suggella l’alleanza terapeutica stretta nel percorso di terapia e che si vuol rappresentare come duratura e continuativa anche dopo la fine del percorso stesso di cura” sottolinea il direttore dell’Ematologia dell’Arnas “Garibaldi”, dott. Ugo Consoli.

“Il nostro augurio – chiude il presidente della Lilt di Catania, dott.ssa Aurora Scalisi – è quello che questi eventi possano richiamare d’un lato attenzione verso la prevenzione oncologica e, dall’altro, rassicurare chi ha contratto una malattia come il tumore che si tratta solo di una parentesi che può essere chiusa ritornando alla vita di sempre”.

 

Sabato 18 giugno la settima edizione di “Dai un calcio al linfoma”

La sfida fra pazienti e medici torna dopo 2 anni di stop a causa del Covid

Clicca per ingrandire

Torna, dopo due anni di stop a causa della pandemia, “Dai un calcio al linfoma”, la sfida calcistica, giunta alla settima edizione, promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania e dalla delegazione di Belpasso, che contrappone i “Gladiatori” ed i “Sanitari”, ovvero le rappresentanze di pazienti ed ex pazienti siciliani di oncoematologia e dei medici degli ospedali catanesi.

Il fischio d’inizio è fissato per sabato 18 giugno con inizio alle ore 17, nel complesso sportivo de “La Meridiana Piscine” di via Ugo La Malfa, Catania. Patrocinano l’evento l’assessorato alla Salute della Regione Siciliana e l’Arnas “Garibaldi” di Catania, presentano Federica Zammataro e Giacomo Giurato. A guidare la compagine dei “Gladiatori” sarà l’allenatore dell’Acr Messina, Ezio Raciti.

“Per me, questa è la manifestazione più bella fra le tante ideate e realizzate dai volontari della Lilt Catania delegazione di Belpasso, perché rappresenta una perfetta espressione di prevenzione oncologica sia fisica che psicologica – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi –. I già malati di malattie oncoematologiche, ad oggi guariti, riprendono le sane abitudini di prevenzione: attività fisica e allenamenti a fini non agonistici e comunicano con la propria presenza ai nuovi malati, per lo più giovani, pieni di paure e spesso scoraggiati, che loro sono lì, in campo, a giocare insieme a loro, perché il cancro è una parentesi che si può chiudere come è già successo a loro e nessuna comunicazione può essere più efficace di questa”.

Catania, chiusa Settimana Prevenzione Oncologica Lilt 2022

 

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2022

In occasione del centenario della Lilt, che ricade quest’anno, Oldani ha pure creato una ricetta sana e gustosa a base di nasello, agrumi e olio extra vergine di oliva

Si è chiusa il 3 aprile, in provincia di Catania, la 21° edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica (Snpo), promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), campagna di promozione per un corretto stile di vita basato su alimentazione, attività fisica e visite di prevenzione, quale strategia più efficace per evitare il cancro.

Ad accogliere i visitatori al banchetto allestito all’interno di “Campagna Amica” in piazza Verga, sono stati i volontari dell’associazione che hanno illustrato l’attività della Lilt sul territorio rivolta alla prevenzione e distribuito un opuscolo contenente notizie utili per uno stile di vita salutare, fra le quali le “dritte” in cucina dello chef Davide Oldani che parla della prevenzione che ha inizio sui fornelli. E in occasione del centenario della Lilt, che ricade quest’anno, Oldani ha pure creato una ricetta sana e gustosa a base di nasello, agrumi e olio extra vergine di oliva.

Proprio l’olio EVO italiano 100%, elemento cardine della dieta mediterranea e condimento dalle molteplici qualità per una cucina sana e gustosa, nonché simbolo della Snpo, è stato donato a quanti si sono iscritti per la prima volta o hanno rinnovato l’iscrizione alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

“La Lilt è sempre presente per ricordare che la prevenzione è l’unica arma che ci permette di sconfiggere il cancro – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi, Presidente provinciale dell’associazione –. È necessario riuscire a individuare la lesione prima che cresca e invada l’organismo e per fare ciò la Lilt di Catania svolge un’attività su tutti i fronti: prevenzione primaria nelle scuole e negli eventi come la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica; secondaria, con gli ambulatori sul territorio per contrastare le malattie prevenibili, quali melanoma, cancro al seno, alla cervice uterina e al colon; e la prevenzione terziaria negli ospedali, prevalentemente nel reparto di Oncologia del “Garibaldi” di Catania, con il sostegno a chi ha contratto la malattia”.

Conoscenza Medica

Prenota visita di prevenzione

LILT Newsletter