Notizie LILT

Mascalucia, con “Nastro Rosa” nasce una nuova delegazione Lilt

Referente è la dott.ssa Vanessa La Spina

La Campagna Nastro Rosa fa nascere una nuova delegazione della Lilt a Mascalucia, che si aggiunge alla “storica” e sempre attiva delegazione di Belpasso. Referente è la dott.ssa Vanessa La Spina.

Il messaggio alla nuova delegazione da parte del Presidente della Lilt di Catania, dottoressa Aurora Scalisi: “Grazie per credere nella LILT! A tutti… buon lavoro”

Ottobre è il mese rosa: la Lilt Catania in campo per prevenire il tumore della mammella

Moderne tecnologie di diagnostica e di terapia consentono una sopravvivenza a lungo termine dell’87% di donne trattate

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente LILT Catania

Cari amici e soci LILT,

ottobre è un mese speciale per la Lilt perché accoglie la manifestazione di iniziativa mondiale per la prevenzione del tumore della mammella (“Lilt for women – Campagna Nastro Rosa”) che ancora oggi, purtroppo, rappresenta il primo tumore incidente nella donna. In Italia ogni anno vengono registrate 54.000 prime diagnosi di tumore della mammella, il che vuol dire che nel corso della vita media una donna su nove riceverà una diagnosi di questo tipo; questa percentuale è fatalmente destinata a salire nei prossimi anni perché gli anni di Covid hanno fatto “saltare” quasi 500.000 esami di screening con le diagnosi precoci a questi numeri correlate. Il dato positivo è che le moderne tecnologie sia di diagnostica che di terapia consentono, oggi, una sopravvivenza a lungo termine dell’87% di donne trattate, portando il numero di “sopravvissute” a questo cancro a più di 850.000 in Italia.

Clicca per aprire la locandina

La LILT è sempre in pool position sia nell’informazione alla prevenzione destinata a tutte le donne, che nell’offerta concreta di esami utili alla diagnosi; quest’anno infatti, nell’ambito di “Lilt for women – Campagna Nastro Rosa” (leggi) oltre alla visita senologica gratuita da sempre offerta a centinaia di donne, offrirà sia la mammografia gratuita alle donne della fascia d’età di screening, rafforzando così i grandi sforzi perseguiti da decenni dall’ASP territoriale, sia l’ecografia mammaria gratuita grazie all’accordo con la Onlus vEyes che è da tempo impegnata col progetto Sabreen, progetto di intelligenza artificiale integrata all’esame ecografico per rilevare il sospetto di patologie mammarie.

L’impegno della LILT non finisce qui perché la diffusione dell’informazione e l’insegnamento all’autopalpazione sono estesi a tutte le scuole secondarie di secondo grado che lo scorso anno hanno visto la partecipazione di oltre 50 docenti e 2000 ragazzi. Naturalmente a questa diagnosi precoce strumentale va sempre abbinata la corretta alimentazione e l’attività fisica: per potenziare questo messaggio la Lilt di Catania ha creato dei percorsi di attività fisica e rilassamento, oltre che percorsi di corretta alimentazione e visite nutrizionali gratuite, per tutte le donne trattate per patologie oncologiche di qualsiasi tipo (qui i dettagli). Non perdiamo d’occhio la prevenzione dunque, abbiamo tutti i mezzi per farlo… scegli LILT… “Prevenire è vivere!”.

 

 


Se vuoi ricevere la Newsletter per rimanere informato sull’attività della LILT di Catania

Per saperne di più sull’attività della LILT:

LILT Catania
Presso Hospice “Giovanni Paolo II” Ospedale Garibaldi – Nesima
Via Palermo, 632/636 (Torre H)
95122 Catania
Tel.: 095/7598457 (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 16,30 alle 19,00; giovedì dalle 10 alle 12 – fatti salvi impegni esterni della segreteria)
Cell. 351 863 36 22 (dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 19)
Fax: 095/7598457
E-mail: legatumoricatania@gmail.com

www.legatumoricatania.it 

 

Dona il 5X1000 alla LILT Catania clicca qui

 

Montagnaterapia LILT-Cai: svolte tre escursioni nel Parco dell’Etna. L’ultima tappa il 16 ottobre ai Sartorius

Scopo dell’iniziativa quella di favorire l’incremento della salute e del benessere in generale

Escursione Monte Nero degli Zappini

Si sono svolte sabato 5 giugno (anello di Monte Nero degli Zappini), sabato 26 giugno (Monte Ruvolo) e sabato 25 settembre le prime tre escursioni nel territorio del Parco dell’Etna del programma “Sopra ogni sentiero, sopra ogni pensiero”, promosso dalla LILT di Catania e dalla delegazione di Belpasso e dal Club Alpino Italiano sezione di Belpasso, nell’ambito dell’attività di montagnaterapia delle due associazioni che ha lo scopo di favorire l’incremento della salute e del benessere in generale. Le due tappe hanno fatto registrare il “sold out”, in quanto ha aderito il numero massimo di escursionisti ammesso.

Prima tappa a Monte Nero degli Zappini, versante Sud dell’Etna, dove insiste il primo sentiero natura realizzato dal Parco dell’Etna. Gli escursionisti si sono dapprima ritrovati nella sede del Parco, l’ex monastero benedettino di San Nicolò l’Arena, dove sono stati accolti dal Presidente Carlo Caputo, che ha salutato gli intervenuti. Poi con le auto è stato raggiunto Piano Vetore dove il sentiero – di difficoltà media-facile – ha inizio. A illustrare le peculiarità dei luoghi sono state le guide del Cai.

Seconda tappa, pomeridiana, a Monte Ruvolo (Piano dei Grilli Bronte versante occidentale etneo). Partenza dal rifugio di Piano dei Grilli con periplo del monte, un cratere avventizio, mentre il vulcano si è “esibito” in uno dei parossismi che caratterizzano l’attuale fase di attività. Prima della fine del sentiero, gli escursionisti hanno raggiunto il rifugio che si trova alla base di Monte Ruvolo dal quale hanno potuto ammirare l’incommensurabile spettacolo del tramonto. Infine, rientro al rifugio di Piano dei Grilli.

Terza tappa ai Monti Grosso e Gemmellaro (Nicolosi, versante Sud), un sentiero abbastanza facile che alterna boschi ad aree colonizzate da lave recenti e alcuni apparati eruttivi. Meta dell’escursione il bivacco di Monte Gemmellaro, piccolo ma confortevole.

La conclusione di questo ciclo di escursioni nell’ambito dell’attività di montagnaterapia avverrà sabato 16 ottobre ai Monti Sartorius (Sant’Alfio – versante Est etneo).

Il trekking verrà eseguito dalle 10 alle 15 in compagnia degli operatori del CAI, con pranzo a sacco individuale, in un clima di convivialità e gioia. Si potrà partecipare pagando il solo costo dell’assicurazione (6 euro). Il numero dei partecipanti è limitato e verrà data priorità a malati oncologici e loro familiari.

Prenota:

invia una mail a legatumoribelpasso@gmail.com specificando dati anagrafici, numero di telefono mobile e l’escursione prescelta; per info 348 280 57 01.

Lilt for women – Campagna Nastro Rosa 2021

Siglata una collaborazione fra Lilt Catania, Asp Catania e vEyes

Clicca per ingrandire

Torna ottobre, mese della prevenzione oncologica, e torna anche  “Lilt for women – Campagna Nastro Rosa 2021” per la prevenzione del cancro al seno. In provincia di Catania è possibile prenotare (sino al raggiungimento del numero programmato) una visita senologica gratuita presso la Lilt etnea tramite il sito legatumoricatania.it, anche con esame strumentale quale mammografia o ecografia mammaria.

La campagna è riservata alle donne iscritte all’associazione: la quota minima per associarsi, 10 euro, è realmente alla portata di tutti. Nel corso del mese di ottobre, per ricordare alle donne il valore della prevenzione per contrastare efficacemente uno dei tumori più diffusi, molti comuni della provincia illumineranno di rosa monumenti e palazzi di città.

In provincia di Catania, nell’edizione di quest’anno, la Lilt etnea ha sancito una collaborazione con l’Asp Catania e con la  “vEyes Onlus” che ha consentito di offrire alla popolazione femminile, per fasce d’età, anche ecografia mammaria (fra i 18 ed i 40 anni) e mammografia (fra i 50 ed i 69 anni).

“Mi corre l’obbligo di ringraziare per questa collaborazione la direzione aziendale dell’Asp Catania nelle persone del direttore generale, dott. Maurizio Lanza, e del direttore sanitario, dott. Antonino Rapisarda, e il presidente della vEyes Onlus prof. Massimiliano Salfi – sottolinea la dott.ssa Aurora Scalisi, presidente della Lilt di Catania –. Nell’offerta dell’esame strumentale abbiamo privilegiato la fascia di  utenti screening 50-69 anni e, uniformandoci al messaggio nazionale, abbiamo lanciato una campagna di prevenzione strumentale per le giovani donne dai 18 ai 40 anni ad oggi mai attivata. Continueremo a lavorare per coinvolgere ed assicurare prevenzione gratuita a tutta la popolazione e vorrei ricordare – conclude la dottoressa Scalisi – che l’obiettivo della campagna non è l’esecuzione dell’esame ma il messaggio, destinato a tutte le donne, di attenzione alla prevenzione di questo tumore che deve iniziare in giovane età”.

“La onlus vEyes – aggiunge il Presidente della onlus, prof. Massimiliano Salfi – è impegnata da tempo nello sviluppo di SABREEN, un sistema che fa uso di tecniche di intelligenza artificiale, integrate ad un esame ecografico, per rilevare il sospetto di patologie mammarie. Pertanto – conclude – non possiamo che condividere con la Lilt la necessità e il tentativo di coinvolgere le giovani donne nell’obiettivo comune della diagnosi precoce del tumore della mammella”.

Attività fisica: benessere e prevenzione delle più importanti malattie

Numerosi studi hanno evidenziato come una regolare e moderata attività fisica è capace di modulare e di innescare, a livello genico, l’attivazione di geni soppressori di quelle molteplici mutazioni che danno l’avvio alla formazione e alla proliferazione di cellule neoplastiche

A cura della Prof.ssa Lilliana Ciotta

Endocrinologa. Docente Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania

Una corretta e regolare attività fisica è in grado di innescare multipli ed efficaci effetti preventivi nell’ambito delle più importanti e frequenti patologie dell’essere umano e, fra queste, le patologie tumorali. L’attività fisica è in grado di svolgere un sicuro effetto preventivo (unitamente a corretta alimentazione e altro) sui tumori ed è in grado di amplificare (affiancandosi ai principali protocolli terapeutici), la risposta clinica alle terapie, nonché di agire sulla prevenzione delle recidive tumorali.

Numerosi studi hanno evidenziato come una regolare e moderata attività fisica è capace di modulare e di innescare, a livello genico, l’attivazione di geni soppressori di quelle molteplici mutazioni che danno l’avvio alla formazione e alla proliferazione di cellule neoplastiche. Nel contempo, l’attività fisica, sempre a livello genico, è in grado di ridurre o sopprimere l’attività di geni attivatori favorenti le mutazioni che sono alla base dello sviluppo di cellule neoplastiche. Questa dualità di comportamenti, a livello genico cellulare, è una potente arma antitumorale, sia in termini di prevenzione, sia come uno dei  tasselli di una mirata strategia terapeutica.

L’attività fisica, inoltre, contribuendo al mantenimento di un corretto peso corporeo, riduce tutta una serie di fattori predisponenti tumorali, quali: obesità, aumento del grasso viscerale, diabete di tipo 2, stato infiammatorio cronico subclinico, sindrome metabolica. L’attività fisica ottimale non deve essere né discontinua né intensa, ma, piuttosto, regolare e moderata. Una attività fisica discontinua e/o intensa, comporta l’incremento di alcuni ormoni, quali cortisolo ed adrenalina, ormoni che inducono uno stato di stress fisuco e di riduzione delle difese immunitarie. Sono  sufficienti sedute di attività fisica moderata per  3 o 4 volte alla settimana, della durata di 40 o 60 minuti circa ciascuna.

La regolarità delle sedute di allenamento è importante in quanto permette un graduale adattamento del corpo al movimento. Quale attività fisica consigliare? Camminata veloce o corsa lenta  (con calzature adatte e ben ammortizzate), piscina, bicicletta, palestra, e/o tutto ciò che piaccia, che diverta, che rilassi ma che, nel contempo, energizzi il fisico. Se praticata all’aperto, la risposta benefica all’attività fisica viene amplificata dalla esposizione ai raggi solari.

Ultimo, ma non ultimo: una regolare attività fisica è una eccellente misura antistress mentale, antidepressione, antiansia ed è un attivatore della liberazione di endorfine, le molecole del benessere psichico e della serenità mentale. Uno stato di serenità mentale è, anche esso, una potente arma antitumorale, dati i ben conosciuti rapporti fra depressione e stress psichico da un lato, e depressione della risposta immunitario dall’altro.

In via di svolgimento la camminata-corsa della prof.ssa Lilliana Ciotta per la Lilt di Catania lungo la Magna Via Francigena

Nove giorni da Palermo ad Agrigento per raccogliere fondi a favore della Lilt di Catania con l’obiettivo di  contribuire ad acquistare un Ecocolordoppler 

È iniziata giovedì 24 settembre e si concluderà sabato 2 ottobre la camminata-corsa di solidarietà della prof.ssa Lilliana Ciotta (Endocrinologa e docente della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania) lungo la “Magna Via Francigena Siciliana” da Palermo ad Agrigento, che ha come obiettivo la raccolta di donazioni per acquistare un ecocolordoppler di ultima generazione che verrà utilizzato dalla Lilt di Catania per la diagnosi precoce e per il management dei tumori addominali e dei tumori mammari. La Magna Via Francigena Siciliana da Palermo ad Agrigento ha un percorso di 185 chilometri (in 9 tappe) e ripercorre  i sentieri dell’antica viabilità siciliana transitando in luoghi ricchi di tradizione.

Scrive la prof.ssa Ciotta: “Le vostre donazioni alla Lilt etnea contribuiranno interamente ad acquistare un apparecchio Ecocolordoppler. Il vostro sostegno è importante. Aiutiamo i pazienti oncologici. Aiutiamo il loro difficile cammino verso una buona qualità di vita e verso la guarigione”. Grazie.

Lilliana Ciotta


Per donare e contribuire all’acquisto di un ecocolordoppler per la Lilt di Catania eseguire un bonifico; sotto i riferimenti bancari

NB.: l’importo raccolto verrà totalmente devoluto alla Lilt

IBAN: Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sezione di Catania

IT13Z0200816910000103922736

Causale: Donazione per Camminata-Corsa di Solidarietà

LILT for women – Campagna Nastro Rosa 2021: visite senologiche gratuite alle iscritte LILT

Prenotazioni tramite il nostro sito internet da giovedi 30 settembre ore 9:00 sino ad esaurimento posti

Tutto pronto per l’edizione 2021 di “LILT for women – Campagna Nastro Rosa” per la prevenzione del tumore al seno. Come ogni anno, la Lilt di Catania offre le visite senologiche gratuite alle iscritte di ogni età (iscrizione 10 euro per iscriversi cliccare qui). Inoltre, la Lilt etnea offre:

  • ecografia mammaria gratuita per le donne di età compresa fra 18 e 40 anni;
  • mammografia gratuita per le donne di età compresa fra 50 e 69 anni con ultima mammografia eseguita non oltre il 2019.

Prenotazioni e iscrizioni tramite il sito www.legatumoricatania.it da giovedi 30 settembre ore 9:00 sino ad esaurimento posti.

Convocazione assemblea ordinaria soci LILT Associazione Provinciale di Catania

 

 

 

 

 

ASSOCIAZIONE PROVINCIALE METROPOLITANA DI CATANIA DELLA LILT

                                                                                A:

                                                                                Sigg.ri Soci LILT

                                                                                Associazione Provinciale di Catania

 

Oggetto: convocazione assemblea ordinaria soci LILT Associazione Provinciale di Catania

Si comunica che, a norma di statuto dell’Ente, è convocata, dal Presidente, l’assemblea ordinaria dei soci,

fissata per lunedì 27/09/2021 alle ore 07.30 in prima convocazione e per

martedì 28/09/2021 alle ore 17.00 in seconda convocazione

per la trattazione del seguente ordine del giorno:

  1. Lettura ed approvazione del verbale precedente
  2. Comunicazioni del Presidente
  3. Discussione ed approvazione del Bilancio di Previsione anno 2022
  4. Varie ed eventuali

In considerazione della vigente emergenza sanitaria, al fine di evitare assembramenti, la riunione sarà

tenuta in videoconferenza. Invitiamo i soci ad inviare una mail di richiesta di partecipazione all’indirizzo

mail legatumoricatania@gmail.com così da ricevere, in tempo utile, le coordinate per prendere parte

all’Assemblea.

 

Cari saluti

Catania, 10/09/2021

                                                                                     Il Presidente

                                                                           F.to Dott. Ssa Aurora Scalisi

LILT Catania in lutto: è scomparso il nostro Presidente emerito Carlo Romano

Fu anche presidente della LILT siciliana e Direttore sanitario dell’Asl Catania

È scomparso nella giornata di sabato 19 giugno, all’età di 72 anni, il Presidente emerito della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) di Catania dott. Carlo Romano, già dirigente di altissimo livello della sanità provinciale etnea. Laureato in medicina e chirurgia nel 1972 e successivamente specializzato in Igiene e sanità pubblica, il dottore Romano ha prestato servizio presso l’Asl 3 Catania – successivamente trasformata in Asp – ricoprendo incarichi di prestigio: Direttore del dipartimento di Igiene e, successivamente, Direttore sanitario per quasi un decennio. Fu anche Direttore sanitario dell’IRCCS “Bonino Pulejo” di Messina e Direttore generale dell’Azienda ospedaliera “Gravina e Santo Pietro” di Caltagirone. 

La formazione e l’interesse nella prevenzione oncologica lo hanno spinto ad ampliare le attività di prevenzione rendendosi fautore della nascita dello screening in Sicilia e del suo sviluppo a Catania. Dal 2002 al 2019 ha guidato la sezione etnea della LILT, a testimonianza del suo impegno nel sociale, puntando molto sulla crescita scientifica, incentivando una serie di attività a sostegno dei più fragili attraverso una rete di attività multifattoriali e incoraggiando l’aggregazione fra le varie province. Ha stipulato accordi con l’Università di Catania grazie ai quali, nel 2006, è stato possibile pubblicare il primo atlante di mortalità per tumori in Sicilia e incoraggiare innumerevoli studi.

I risultati scientifici ottenuti dall’impegno della LILT e dalle prestigiose collaborazioni, hanno meritato gli onori della cronaca anche a livello internazionale, fra le quali ricordiamo la stipula di un accordo con l’Associazione americana per la ricerca sul cancro che condusse all’istituzione di un premio di studio, insieme all’Ateneo di Catania. L’impegno e la dedizione in questo ambito sono stati riconosciuti dal Presidente nazionale della LILT, prof. Francesco Schittulli, che lo volle presidente regionale dell’associazione. Rinunciò al mandato successivo ritenendo più utile il passaggio di testimone a colleghi più giovani ai quali assicurò sempre il conforto della propria esperienza e professionalità. Lasciata la guida della LILT di Catania, ricevette la nomina di presidente emerito dell’associazione.

“La scomparsa di Carlo Romano lascia in tutti noi un vuoto incolmabile – dichiara l’attuale Presidente della LILT etnea, dott.ssa Aurora Scalisi – ma continueremo a  portare avanti gli impegni assunti nel rispetto del suo operato”.

Le esequie del dott. Carlo Romano si terranno oggi martedì 22 giugno alle ore 18 presso il Parco “Padre Pio” nel quartiere Gaglianesi a Trecastagni.

Catania, Direttore Generale dell’Arnas Garibaldi ringrazia associazioni di volontariato per il supporto ai pazienti durante la pandemia

Per la LILT di Catania è intervenuto il Presidente dott.ssa Aurora Scalisi

Presso il “Salone Dusmet” del presidio ospedaliero “Garibaldi” di piazza Santa Maria di Gesù, il Direttore Generale dell’Arnas Garibaldi, dott. Fabrizio De Nicola, ha voluto incontrare alcune tra le Associazioni di Volontariato che, nonostante la fase pandemica, hanno messo a disposizione, di pazienti e cittadini in genere, risorse e strumenti per rendere meno disagevole possibile l’approccio con il mondo dell’ospedale, intervenendo in settori sanitari particolarmente delicati come l’Oncologia, l’Hospice, la Pediatria e perfino nelle attività di vaccinazione al Covid-19.

All’incontro, cui hanno partecipato anche la Presidente e il Vice Presidente del Comitato Consultivo Aziendale, l’Avv. Patrizia Cavallaro e il dott. Rocco Nicolosi, sono intervenuti la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), l’Associazione di Volontariato nelle Unità Locali dei servizi Sociosanitari (AVULSS), l’Associazione Volontari Ospedalieri Italiani (VOI) e l’Associazione RINASCENDO, rispettivamente rappresentati dai Presidenti, dott.ssa Aurora Scalisi, dott. Giuseppe Toscano, dott.ssa Dina Castronovo e dott.ssa Angela Leonardi.

“Da più di un anno – ha detto De Nicola ai presenti – affrontiamo questa pandemia con tutti i mezzi a nostra disposizione, senza mai abbassare la guardia e, soprattutto, senza mai rinunciare alle nostre attività principali. Se questo è stato possibile, lo dobbiamo soprattutto al lavoro di squadra che ha coinvolto ognuno di noi. Con il supporto delle associazioni di volontariato abbiamo dato completezza ai nostri servizi e abbiamo reso più semplice la vita dei cittadini, i cui sacrifici sono davvero incalcolabili”.

All’incontro con le Associazioni erano presenti anche il direttore sanitario dell’ospedale di Nesima, dott.ssa Lita Manciagli, il Responsabile dell’U.O.S. di Comunicazione Istituzionale, dott. Francesco Santocono e la Referente per i rapporti con il Comitato Consultivo e le Associazioni di Volontariato, dott.ssa Nella Platania.

Prenota visita di prevenzione

Conoscenza Medica

LILT Newsletter