Notizie LILT

4 febbraio Giornata mondiale contro il cancro 2024: “Aumentare la consapevolezza sulla malattia”

In 13 anni, merito della prevenzione e delle nuove cure, sono stati evitati oltre 268mila decessi, equivalenti ad una diminuzione del 14,4% dei decessi oncologici in tutto il periodo

Taglia il traguardo della 24° edizione la Giornata mondiale contro il cancro (World Cancer Day), che si celebra in tutto il mondo, il 4 febbraio, su iniziativa della UICC (Union for International Cancer Control) con il sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La giornata si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza della popolazione sulla malattia e sensibilizzare alla prevenzione. Il tema scelto per la campagna triennale 2022-2024 è “Close the Care Gap – Everyone deserves access to cancer care” (Colmare il divario sulla cura. Tutti meritano l’accesso alla cura del cancro ed evitare le disuguaglianze).

Le stime sull’incidenza dei tumori in Italia, divulgate dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro di Lione (IARC) e dell’European Network of Cancer Registries (ENCR), indicano che nel 2023, sono state 395.000 le nuove diagnosi: 208.000 negli uomini e 187.000 nelle donne. Negli ultimi 3 anni, l’incremento è di oltre 18.400 casi. Queste cifre rappresentano la continuazione di un andamento crescente e pongono interrogativi per i quali, oggi, non vi sono risposte esaurienti. Nel 2023, i tumori più frequenti, in ordine decrescente di incidenza stimata nella popolazione complessiva sono: mammella (55.900), colon-retto (50.500), polmone (44.000), prostata (41.100), vescica (29.700). 

In 13 anni, merito della prevenzione ed alle nuove cure, sono stati evitati oltre 268mila decessi, equivalenti ad una diminuzione del 14,4% dei decessi oncologici in tutto il periodo. Nonostante i successi, i tumori restano una delle prime cause di morte. Gli stili di vita corretti rappresentano una difesa importante contro la malattia. Il 40% dei casi potrebbe essere evitato eliminando o modificando fattori di rischio come: fumo, obesità, alcol e inattività fisica. Serve quindi un approccio trasversale: la prevenzione attraverso stili di vita salutari, la diagnosi precoce e l’adesione ai programmi di screening.

Scrive il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, nella prefazione del  volume “I numeri del cancro in Italia 2023”: “È (…) necessario continuare a lavorare per rafforzare la cultura della prevenzione primaria e secondaria, a partire dai più giovani: dall’adozione di stili di vita salutari per ridurre i fattori di rischio individuali alla promozione degli screening, aumentandone i livelli di copertura, riducendo la disomogeneità territoriale e aprendo alla prospettiva di estenderli a tumori attualmente non compresi nei programmi nazionali. Oggi sappiamo con certezza che individuare il cancro nelle sue fasi iniziali vuol dire garantire un tasso di sopravvivenza maggiore e una migliore qualità della vita. È questo il messaggio che dobbiamo veicolare con forza, anche attraverso il contributo fondamentale delle associazioni”.

Catania, prevenzione oncologica Lilt fruibile per tutti i cittadini

Dal 6 febbraio al via i percorsi di educazione motoria, linfodrenaggio, psicoterapia ai pazienti oncologici o ex oncologici, nonché percorsi nutrizionali

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente Lilt Catania

Cari amici e soci Lilt,

in questa Newsletter vi annunciamo la “svolta” per la quale abbiamo tanto lavorato nell’anno appena trascorso. Dal 6 febbraio, data non casuale poiché ricade nella settimana dei festeggiamenti patronali a Catania in onore di Sant’Agata, protettrice delle donne colpite da patologie alla mammella, la Lilt etnea offrirà presso il Centro Clinico Diagnostico “Morgagni” sito in via Del Bosco Catania, percorsi di educazione motoria, linfodrenaggio (in casi selezionati), psicoterapia individuale e di gruppo ai pazienti oncologici ed ex oncologici che ne faranno richiesta, nonché percorsi nutrizionali gratuiti destinati agli utenti sani richiedenti il percorso, con finalità di prevenzione oncologica o per terapia di sovrappeso/obesità.

Con ulteriore sforzo la Lilt di Catania ha abbassato, ove possibile, la quota di partecipazione economica collegata ad esami strumentali di approfondimento diagnostico delle malattie a maggiore impatto sociale rendendo così la prevenzione oncologica fruibile da tutti i cittadini, di qualsiasi condizione socioeconomica, e favorendo l’equità sociale fondamentale nel contesto nel quale viviamo. L’attività medico-specialistica giornaliera permetterà il mantenimento di liste d’attesa estremamente ridotte.

Non ci sono più scuse dunque: la prevenzione oncologica che la Lilt di Catania contribuisce a rendere un diritto per tutti, è adesso nostro dovere espletare per evitare sempre più l’insorgenza della malattia e, ove non si potesse, aumentarne la guarigione. La Lilt è al tuo fianco.

(Per prenotazioni telefonare dal 6 febbraio al numero 095.238.523 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 oppure scrivere a: prenotazionililtcatania@gmail.com)

Anche “Sci Value” sostiene la Lilt di Catania

La società ha scelto di contribuire al progetto “Guadagnare salute con la Lilt”

Anche Sci Value (società attiva nel Reverse Value Engineering®, Project Management e Due Diligence Tecnica) sostiene la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori di Catania. In particolare, Sci Value contribuisce al progetto “Guadagnare salute con la Lilt”, che promuove la prevenzione oncologica negli istituti scolastici della provincia etnea, di diverso ordine e grado. La società ha destinato una parte del proprio budget a favore della campagna, invitando quanti siano nelle condizioni di farlo, a sostenere la Lilt nell’attività di promozione della cultura della prevenzione contribuendo a costruire un futuro più sano.

Belpasso, successo per l’Alberello solidale Lilt

I volontari della locale delegazione hanno allestito stand nella principali piazze belpassesi

Grande successo, anche nel 2023, per l’Alberello solidale Lilt, campagna di sostegno alle iniziative di assistenza ai malati oncologici. I volontari della Lilt Catania, delegazione di Belpasso, hanno allestito gli stand nelle principali piazze della cittadina etnea dove sono stati offerti gli alberelli solidali ai belpassesi che hanno risposto con generosità all’iniziativa, erogando un contributo in favore dell’attività della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Il bilancio ha superato ogni più rosea aspettativa.

Catania, “Natale Lilt 2023 in corsia”

I volontari della Lilt Catania hanno ricreato l’atmosfera natalizia presso il reparto DH Oncologico dell’ospedale “Garibaldi” Nesima recando un piccolo dono natalizio ai pazienti

Come da tradizione, si è rinnovata presso il reparto DH Oncologico dell’ospedale “Garibaldi” Nesima “Natale Lilt 2023 in corsia”. I volontari  della Lilt di Catania hanno creato la giusta atmosfera natalizia regalando ai pazienti cuscini, sciarpe ed una coperta che sono stati realizzati all’uncinetto, dai partecipanti al progetto “A Mastra”. L’occasione è stata propizia per  donare due librerie che arricchiscono la sala d’attesa dello stesso reparto. La giornata si è conclusa con la distribuzione dei panettoncini, gentilmente offerti da Mid Dolciaria dei Fratelli Sicilia.

Prevenzione dei tumori, anche Sicilbanca sostiene la Lilt di Catania

L’obiettivo che Lilt e Sicilbanca si pongono è quello di diffondere la cultura della prevenzione, arma più efficace nella lotta contro i tumori

Anche Sicilbanca sostiene la Lilt di Catania. Dopo un cordialissimo incontro fra il Presidente dell’istituto, Prof. Giuseppe Di Forti, ed il Presidente della Lilt di Catania, Dott.ssa Aurora Scalisi, nel quale si è discusso di prevenzione dei tumori e della necessità di far rete fra il mondo produttivo ed il terzo settore, il Consiglio di Amministrazione di Sicilbanca – che è tra le prime banche di credito cooperativo in Sicilia – ha deliberato un contributo a favore della Lilt, per sostenere le attività dell’associazione.

Sentire comune totalmente condiviso, è stata la certezza che tutti i proventi destinati alla Lilt vengano utilizzati per creare salute e sostegno ai malati oncologici del nostro territorio, diffondendo un benessere che serve alla cittadinanza, così come il benessere di una banca locale crea ricchezza nel territorio al quale appartiene. Nel corso del 2024, Lilt e Sicilbanca attiveranno percorsi comuni per favorire in ogni ambito la diffusione della cultura della prevenzione, arma più efficace nella lotta contro i tumori.

“Natale sotto le Stelle”, a Mascalucia l’incontro fra musica e prevenzione

Mascalucia, “Natale sotto le Stelle”

Immagine 1 di 8

Nel centro pedemontano etneo l’associazione “Artemusica” ha proposto i brani della tradizione natalizia nel corso di un evento allestito insieme al comune e in collaborazione con la Lilt

Se la musica incontra la prevenzione quel che nasce è indubbiamente sublime. E musica e prevenzione sono stati i protagonisti del concerto per coro, pianoforte e violino, “Natale sotto le Stelle”, promosso dall’associazione “Artemusica” nell’ambito del cartellone natalizio del Comune di Mascalucia e in collaborazione con la Lilt di Catania, delegazione di Mascalucia, eseguito la sera di sabato 16 dicembre nell’Auditorium “Mauro Corsaro” del centro pedemontano etneo. Nel corso della serata, il coro, diretto dal maestro Alfio Santonocito, ha proposto i brani della tradizione natalizia. Al piano la professoressa Anna Maria Calì.

Prima dell’inizio, la responsabile della delegazione Lilt di Mascalucia, Vanessa La Spina, ha parlato dell’attività dell’associazione nel comune etneo, ricordando che già nello scorso mese di agosto la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori ha incontrato la musica, collaborando nell’allestimento del concerto “Ciao Ambra”, tributo al mezzosoprano Ambra Gentile, scomparsa di recente a causa di un tumore. Vanessa La Spina ha aggiunto che la locale delegazione, oltre alle campagne annue  di prevenzione, vorrà ancora favorire l’incontro fra musica e prevenzione. Nel corso della serata ha preso la parola anche il sindaco di Mascalucia, Vincenzo Magra, che ha formulato gli auguri di buone feste a tutti gli intervenuti.

Cancro, “mortalità zero” è possibile: bisogna essere in tanti e non “mollare” mai

La Lilt di Catania ha bisogno di volontari che possano dedicare un po’ del proprio tempo per attività di segreteria

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente Lilt Catania

Cari amici e soci Lilt,

il nuovo anno appena iniziato porterà con sé tante novità per chi, come noi, non dimentica la prevenzione oncologica quale unica arma per ridurre l’incidenza di alcuni tipi di cancro. L’uso degli ambulatori gentilmente concessi alla Lilt di Catania dalla Casa di Cura “Morgagni” di Catania, unitamente alle donazioni da parte di aziende come Farmitalia e Federfarma e di banche come Sicilbanca, che sentitamente ringrazio, ci permetteranno di offrire gratuitamente esami diagnostici di primo livello indipendentemente dagli eventi annuali nazionali.

La donazione quale quota di partecipazione economica per gli esami strumentali di secondo livello, si attesterà a livelli sovrapponibili, se non addirittura inferiori, al ticket sanitario nazionale. Punteremo molto sull’offerta, sempre gratuita, ai pazienti oncologici o ex oncologici, di attività giudicate utili o necessarie ad una “buona vita”.

Per portare avanti tutto questo nel migliore dei modi, abbiamo bisogno di volontari che possano aiutarci dedicando pochissimo del loro tempo per attività di segreteria. Un bando sarà pubblicato a breve. Aiutateci anche voi, lavoriamo per il nostro territorio, i beneficiari di tutte queste attività potreste essere voi o i vostri familiari… L’obiettivo è comune a tutti: “mortalità zero per cancro”. È un obiettivo molto ambizioso e proprio per questo bisogna essere in tanti e non “mollare” mai. 

Buon anno ad ognuno di noi!

 

La Lilt cresce e ha bisogno anche di te

Successo per le campagne “Lilt for Women” e “Lilt for Men”, nuovi locali offerti dal CDC “Morgagni” e al via una campagna di reclutamento volontari

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente Lilt Catania

Cari amici e soci Lilt,

eccoci qui a concludere un anno denso di attività, stimoli e novità. Abbiamo appena concluso la campagna “Lilt for Men” che ha previsto l’erogazione di visite urologiche maschili per la prevenzione del carcinoma prostatico, patologia purtroppo molto frequente per incidenza, seconda nell’uomo, al tumore del polmone. Quest’anno è stato possibile erogare molte più visite che negli anni precedenti per l’adesione dei colleghi urologi del Centro Clinico Diagnostico “Morgagni” che hanno donato tanto del loro tempo a questa causa e per questo li ringrazio  sentitamente.

La loro partecipazione ci ha permesso di “arruolare” molti più utenti degli anni precedenti ampliando l’offerta territoriale… È ripartito a novembre anche il progetto nazionale “Guadagnare salute con la Lilt” destinato alle scuole di ogni ordine e grado il cui “start” iniziale è rappresentato dal convegno “La prevenzione fra i banchi di scuola” che quest’anno ha registrato oltre 160 presenze. Ancora un interessante convegno al tribunale di Catania sulla tematica del “Fine vita: aspetti etici e giuridici” che ha impegnato la Lilt unitamente all’Ordine degli Avvocati e al Comitato Pari Opportunità dell’Ordine.

Il mese di novembre si è concluso con l’evento sicuramente più importante per noi, ovvero l’inaugurazione di un complesso di ambulatori attrezzati offerto alla Lilt di Catania dalla Fondazione “Morgagni” e dal CDC “Morgagni”. Questi ambulatori, allocati in via De Logu 18 (primo edificio a sinistra) serviranno a potenziare l’offerta di esami diagnostici e visite specialistiche di prevenzione secondaria, a potenziare l’offerta delle campagne gratuite ma soprattutto a garantire continuità al percorso di diagnosi e cura e garantire al già malato, percorsi di riabilitazione fisica, psicologica, reinserimento lavorativo, attività ludiche e di rilassamento.

La Lilt cresce, dunque, e cresce con voi, paladini della diffusione dell’informazione… Grazie a tutti per ciò che ognuno di voi fa nell’interesse sociale e collettivo. Entro dicembre partirà una campagna di reclutamento di personale volontario: dona anche tu un po’ del tuo tempo a vantaggio di chi ne ha bisogno, non te ne pentirai…

A nome mio personale e da parte della Lilt di Catania a tutti voi l’augurio per un Sereno Natale ed un Felice Anno Nuovo.

Catania. Inaugurati i nuovi locali Lilt presso il Policlinico “Morgagni”

Galleria fotografica (scorri con il tasto avanti)

Immagine 1 di 20

Presente all’inaugurazione anche il Presidente nazionale della Lilt prof. Francesco Schittulli

Sono stati inaugurati a Catania i nuovi locali della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) presso il Policlinico “Morgagni”. I locali, ai quali si accede da via De Logu nel quartiere Barriera, dove il Centro Clinico Diagnostico è attivo da cinquant’anni, sono stati concessi grazie alla collaborazione fra Lilt e Fondazione Morgagni. La sede offre ampi ambulatori dotati di ogni comfort, con segreteria e sala d’attesa, che permetteranno di offrire un servizio di altissimo livello a quanti prenoteranno le visite di prevenzione oncologica nelle diverse specialità offerte dalla Lilt e a quanti seguiranno percorsi post-malattia.

Il taglio del nastro inaugurale è stato preceduto da un incontro sulla Sanità nel territorio al quale sono intervenuti il Presidente nazionale della Lilt, prof. Francesco Schittulli, il Presidente Emerito del Policlinico “Morgagni”, prof. Salvatore Castorina, il Presidente della Lilt di Catania, dottoressa Aurora Scalisi, il Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Catania, dott. Alfio Saggio, ed il Vicario dell’Arcidiocesi di Catania, mons. Salvatore Genchi.

“Siamo felici e onorati di poter mettere a disposizione i nostri locali, le nostre risorse, i nostri medici volontari per la Lilt che rappresenta una realtà privilegiata nel panorama nazionale – dichiara il prof. Salvatore Castorina –. In un momento in cui una parte dell’umanità ritiene compatibile con la sacralità della vita innescare conflitti, può sembrare strano che un gruppo di persone si metta insieme per fare in modo che la malattia non colpisca, ma questo per tutti noi è motivo di fierezza”.

“Il mio ringraziamento sentito alla ‘Morgagni’, realtà che accompagna e amplifica il nostro impegno perché offre l’opportunità alle donne e agli uomini di Catania e del suo hinterland di usufruire dei servizi che la Lilt metterà a disposizione – dichiara il prof. Francesco Schittulli –. Abbiamo bisogno di recuperare tempo affinché la prevenzione sia l’arma più efficace nella lotta contro i tumori. Dobbiamo cercare di garantire la qualità della vita attraverso forme di prevenzione e investire in prevenzione e non in malattia. Ringrazio l’Associazione Medici Cattolici Italiani, sezione etnea, per essersi resa disponile a collaborare insieme a noi in questo progetto nella lotta contro i tumori”.

“Siamo molto felici di aver sottoscritto questo protocollo con la ‘Morgagni’ – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi –. I nuovi locali permetteranno alla Lilt di Catania di potenziare le attività e di accompagnare i pazienti in tutto il percorso che inizia con la prevenzione. Nel caso di malattia potremo offrire percorsi di prevenzione terziaria per evitare le ricadute e garantire una qualità di vita migliore, assicurando quei servizi di cui necessita un malato oncologico sulla via della guarigione”.

L’inaugurazione ha chiuso una due giorni promossa per l’occasione dalla Lilt e che ha visto, mercoledì  29 novembre, l’incontro di aggiornamento professionale per gli avvocati “Fine vita aspetti giuridici e bioetici”, allestito dall’Ordine di Catania, dalla Lilt e dall’Associazione Medici Cattolici Italiani; e, giovedì mattina, l’incontro “Prevenzione fra i banchi di scuola”, nell’ambito del progetto nazionale “Guadagnare salute con la Lilt” svoltosi nell’ Aula Magna della Torre Biologica “Latteri” presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche al quale ha partecipato, fra gli altri, il Presidente Schittulli.

Conoscenza Medica

Prenota visita di prevenzione

LILT Newsletter