Lilt Catania

4 febbraio “Giornata Mondiale contro il Cancro”, la Lilt di Catania avvia percorsi di cura integrata per pazienti ed ex pazienti oncologici

Si offrono interventi personalizzati sullo stile di vita sano mediante consigli nutrizionali, attività motoria, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno

Lo stile di vita sano riduce il rischio di patologie cardiovascolari, metaboliche e del cancro. In occasione del 4 febbraio “Giornata Mondiale contro il Cancro”, e in concomitanza con i festeggiamenti patronali in occasione di sant’Agata, che, oltre a proteggere i catanesi, rappresenta un grande sostegno per le donne affette da patologie mammarie, la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania, presenta una nuova iniziativa rivolta ai pazienti con diagnosi di tumore che hanno intrapreso un percorso di cura da almeno quattro anni.

I pazienti oncologici reclutati nel progetto Lilt verranno avviati a un percorso di cura integrata multicentrico, che prevede un intervento personalizzato sullo stile di vita sano mediante consigli nutrizionali, attività motoria, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno. Queste abitudini sane risultano efficaci per prevenire la ricaduta e le complicanze cardiache e metaboliche nei “survivors” oncologici.

Durante le visite di follow-up, solitamente, l’oncologo si limita al controllo degli esami diagnostici tralasciando gli aspetti che mirano al miglioramento della qualità della vita dei pazienti. Pertanto, al fine di ottimizzare tempi e risorse, c’è la tendenza a trasferire la gestione del follow-up a lungo termine per i “cancer survivors”, dall’ambulatorio ospedaliero a quello degli enti del terzo settore e la Lilt, in quest’ambito, è un soggetto ideale perché vigilato dal Ministero della Salute.

In questo contesto, la Lilt di Catania, grazie alla collaborazione con i Centri di Ricerca per la Prevenzione Diagnosi e Cura dei Tumori (PreDiCT) e di Attività Motorie (CRAM) dell’Università di Catania e con le oncologie dell’ARNAS “Garibaldi”, dell’Azienda “Cannizzaro” e del Policlinico “Morgagni”, presso i propri ambulatori siti al Policlinico “Morgagni”, ha avviato un programma di rete integrato che prevede la presa in carico dei pazienti oncologici a decorrere dal quarto anno di follow-up per indirizzarli verso interventi personalizzati sullo stile di vita (consigli nutrizionali, attività motorie, consulenza psicologica e indicazioni sulla qualità del sonno). Chi fosse interessato può contattare Lilt di Catania al numero 095-238523.

“Per i pazienti che hanno completato le cure oncologiche – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi, Presidente della Lilt etnea – non esistono a tutt’oggi indicazioni univoche in grado di orientarli in un programma di stile di vita che tiene conto della dieta, dell’attività fisica e della qualità del sonno.  Questi percorsi sono utili anche ai soggetti sani che si approcciano alla prevenzione oncologica”.

Tutti in forma con la Lilt. Esercizi di potenziamento glutei e bicipiti femorali, allungamento colonna

Semplici esercizi ginnici elaborati per la LILT di Catania dalla prof.ssa Mariella Pavone, docente di Scienze motorie

È impegno della LILT di Catania proporre, oltre a ricette di sana e corretta alimentazione, anche video con indicazioni a semplici esercizi di ginnastica da poter eseguire facilmente anche a casa. Trenta minuti di ginnastica, ogni giorno, non solo possono prevenire tumori, ma, nell’immediato, migliorano la qualità di vita, rendono agili, aiutano a mantenere tonicità, contrastano l’osteoporosi e globalmente migliorano l’aspetto fisico di ciascuno di noi.

La prof.ssa Mariella Pavone, docente di Educazione motoria presso la Scuola secondaria di secondo grado, ha elaborato questi semplici esercizi di potenziamento glutei e bicipiti femorali, allungamento colonna. Si ringrazia di cuore la professoressa Pavone e tutti i volontari che impegnano il proprio tempo e le loro conoscenze per la LILT. Seguiteci… tutti in forma si può!!!

Tagliatelle Shirataki con crema di cavolfiore

Ingredienti

Tagliatelle Shirataki

Cavolfiore

Panna

Granella di pistacchio

Tagliatelle Shirataki, con crema di cavolfiore panna e granella di pistacchio. Ottimo “primo”, piatto di pasta – non pasta, ricco di fibre e gusto. Saziante, appagante, ipocalorica, e low carb.

La farina di konjac è alla base della pasta e del riso Shirataki, tradizionale piatto giapponese. Il konjac è un tubero, composto per il 90% da acqua, e ricchissimo di glucomannano, una preziosa fibra vischiosa, con proprietà antitumorali ed antinfiammatorie. La farina di konjac è praticamente priva di calorie e di carboidrati. È ottima quindi per diete dimagranti e per diabetici.

Osteoporosi, quale alimentazione e quale attività fisica?

Il benessere delle nostre ossa richiede una corretta nutrizione e una regolare attività fisica

Salve Professoressa Ciotta. Ho 59 anni e a seguito di una radiografia mi è stato consigliata l’esecuzione di una MOC per verificare la presenza di osteoporosi, che ho già programmato.

Al di là della presenza, o meno, della patologia, vorrei sapere qual è la giusta alimentazione da seguire in caso di diagnosi di osteoporosi o per prevenirla, e qual è l’attività fisica più indicata ovvero che non solleciti le ossa per evitare di peggiorare la situazione e prevenire fratture. Grazie

Anna Maria


Risponde la professoressa Lilliana Ciotta, per conto della Lilt sezione di Catania.

Gentile Signora, il benessere delle nostre ossa richiede una corretta nutrizione e una regolare attività fisica. Sul piano alimentare, è importante assumere cibi contenenti calcio e, soprattutto, cibi che forniscono proteine, come uova, carne pesce e latticini (questi ultimi senza esagerare) e privilegiando Parmigiano Reggiano e Grana Padano.

Buona fonte di calcio vegetale sono le mandorle. Esporsi al sole quotidianamente, oppure assumere un integratore a base di vitamine e D3 e K2. Utile integrazione con Magnesio e Silicio. La migliore attività fisica è quella a corpo libero e soprattutto con pesi e pesetti, da praticare 3-4 volte a settimana.

Cordiali saluti.

Lilliana Ciotta

4 febbraio Giornata mondiale contro il cancro 2024: “Aumentare la consapevolezza sulla malattia”

In 13 anni, merito della prevenzione e delle nuove cure, sono stati evitati oltre 268mila decessi, equivalenti ad una diminuzione del 14,4% dei decessi oncologici in tutto il periodo

Taglia il traguardo della 24° edizione la Giornata mondiale contro il cancro (World Cancer Day), che si celebra in tutto il mondo, il 4 febbraio, su iniziativa della UICC (Union for International Cancer Control) con il sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La giornata si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza della popolazione sulla malattia e sensibilizzare alla prevenzione. Il tema scelto per la campagna triennale 2022-2024 è “Close the Care Gap – Everyone deserves access to cancer care” (Colmare il divario sulla cura. Tutti meritano l’accesso alla cura del cancro ed evitare le disuguaglianze).

Le stime sull’incidenza dei tumori in Italia, divulgate dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro di Lione (IARC) e dell’European Network of Cancer Registries (ENCR), indicano che nel 2023, sono state 395.000 le nuove diagnosi: 208.000 negli uomini e 187.000 nelle donne. Negli ultimi 3 anni, l’incremento è di oltre 18.400 casi. Queste cifre rappresentano la continuazione di un andamento crescente e pongono interrogativi per i quali, oggi, non vi sono risposte esaurienti. Nel 2023, i tumori più frequenti, in ordine decrescente di incidenza stimata nella popolazione complessiva sono: mammella (55.900), colon-retto (50.500), polmone (44.000), prostata (41.100), vescica (29.700). 

In 13 anni, merito della prevenzione ed alle nuove cure, sono stati evitati oltre 268mila decessi, equivalenti ad una diminuzione del 14,4% dei decessi oncologici in tutto il periodo. Nonostante i successi, i tumori restano una delle prime cause di morte. Gli stili di vita corretti rappresentano una difesa importante contro la malattia. Il 40% dei casi potrebbe essere evitato eliminando o modificando fattori di rischio come: fumo, obesità, alcol e inattività fisica. Serve quindi un approccio trasversale: la prevenzione attraverso stili di vita salutari, la diagnosi precoce e l’adesione ai programmi di screening.

Scrive il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, nella prefazione del  volume “I numeri del cancro in Italia 2023”: “È (…) necessario continuare a lavorare per rafforzare la cultura della prevenzione primaria e secondaria, a partire dai più giovani: dall’adozione di stili di vita salutari per ridurre i fattori di rischio individuali alla promozione degli screening, aumentandone i livelli di copertura, riducendo la disomogeneità territoriale e aprendo alla prospettiva di estenderli a tumori attualmente non compresi nei programmi nazionali. Oggi sappiamo con certezza che individuare il cancro nelle sue fasi iniziali vuol dire garantire un tasso di sopravvivenza maggiore e una migliore qualità della vita. È questo il messaggio che dobbiamo veicolare con forza, anche attraverso il contributo fondamentale delle associazioni”.

Catania, prevenzione oncologica Lilt fruibile per tutti i cittadini

Dal 6 febbraio al via i percorsi di educazione motoria, linfodrenaggio, psicoterapia ai pazienti oncologici o ex oncologici, nonché percorsi nutrizionali

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente Lilt Catania

Cari amici e soci Lilt,

in questa Newsletter vi annunciamo la “svolta” per la quale abbiamo tanto lavorato nell’anno appena trascorso. Dal 6 febbraio, data non casuale poiché ricade nella settimana dei festeggiamenti patronali a Catania in onore di Sant’Agata, protettrice delle donne colpite da patologie alla mammella, la Lilt etnea offrirà presso il Centro Clinico Diagnostico “Morgagni” sito in via Del Bosco Catania, percorsi di educazione motoria, linfodrenaggio (in casi selezionati), psicoterapia individuale e di gruppo ai pazienti oncologici ed ex oncologici che ne faranno richiesta, nonché percorsi nutrizionali gratuiti destinati agli utenti sani richiedenti il percorso, con finalità di prevenzione oncologica o per terapia di sovrappeso/obesità.

Con ulteriore sforzo la Lilt di Catania ha abbassato, ove possibile, la quota di partecipazione economica collegata ad esami strumentali di approfondimento diagnostico delle malattie a maggiore impatto sociale rendendo così la prevenzione oncologica fruibile da tutti i cittadini, di qualsiasi condizione socioeconomica, e favorendo l’equità sociale fondamentale nel contesto nel quale viviamo. L’attività medico-specialistica giornaliera permetterà il mantenimento di liste d’attesa estremamente ridotte.

Non ci sono più scuse dunque: la prevenzione oncologica che la Lilt di Catania contribuisce a rendere un diritto per tutti, è adesso nostro dovere espletare per evitare sempre più l’insorgenza della malattia e, ove non si potesse, aumentarne la guarigione. La Lilt è al tuo fianco.

(Per prenotazioni telefonare dal 6 febbraio al numero 095.238.523 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 oppure scrivere a: prenotazionililtcatania@gmail.com)

Bando per n. 1 Borsa di Studio “Dieta Mediterranea e attività fisica” per laureati in Psicologia

Bando per l’assegnazione di una borsa di studio da attribuire a laureati in Psicologia per le finalità del progetto dal titolo:

“Dieta Mediterranea e attività fisica a supporto delle donne con cancro della mammella dal secondo anno di follow-up”

 

Scarica il bando

 

 

Scarica la domanda All. 1

Bando per n. 1 Borsa di Studio “Il flusso informativo LILT per la prevenzione e l’epidemiologia oncologica” per laureati in Biologia sanitaria o equipollenti

Bando per l’assegnazione di una borsa di studio da attribuire a laureati in Biologia sanitaria o equipollenti per le finalità del progetto dal titolo:

“Il flusso informativo LILT per la prevenzione e l’epidemiologia oncologica. Realizzazione di un Minimum Dataset e progettazione di un modello di raccolta, analisi e comunicazione dei dati sui tumori a livello di popolazione.”

 

Scarica il bando

 

 

Scarica la domanda All. 1

Bando per n. 1 Borsa di Studio “Alimentazione e attività fisica” per laureati in Scienze biologiche o equipollente

Bando per l’assegnazione di una borsa di studio da attribuire a laureati in scienze biologiche o equipollente per le finalità del progetto di rete 2022 dal titolo:

“Alimentazione e attività fisica: un modello combinato per migliorare la qualità della vita nei pazienti con cancro della mammella o del colon durante il follow-up”

 

Scarica il bando

 

 

Scarica la domanda All. 1

Bando per n. 1 Borsa di Studio “Alimentazione e attività fisica” per laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Bando per l’assegnazione di una borsa di studio da attribuire a laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate per le finalità del progetto di rete 2022 dal titolo:

“Alimentazione e attività fisica: un modello combinato per migliorare la qualità della vita nei pazienti con cancro della mammella o del colon durante il follow-up”

 

Scarica il bando 

 

 

Scarica la domanda All. 1

Conoscenza Medica

Prenota visita di prevenzione

LILT Newsletter