Lilt Catania

LILT for women – Campagna Nastro Rosa 2021: visite senologiche gratuite alle iscritte LILT

Prenotazioni tramite il nostro sito internet da giovedi 30 settembre ore 9:00 sino ad esaurimento posti

Tutto pronto per l’edizione 2021 di “LILT for women – Campagna Nastro Rosa” per la prevenzione del tumore al seno. Come ogni anno, la Lilt di Catania offre le visite senologiche gratuite alle iscritte di ogni età (iscrizione 10 euro per iscriversi cliccare qui). Inoltre, la Lilt etnea offre:

  • ecografia mammaria gratuita per le donne di età compresa fra 18 e 40 anni;
  • mammografia gratuita per le donne di età compresa fra 50 e 69 anni con ultima mammografia eseguita non oltre il 2019.

Prenotazioni e iscrizioni tramite il sito www.legatumoricatania.it da giovedi 30 settembre ore 9:00 sino ad esaurimento posti.

Prevenzione oncologica e agrumi bio “made in Sicily”: siglato protocollo d’intesa fra Lilt, Distretto agrumi sicilia e Cia

L’intesa si avvarrà delle attività promosse dalla Lilt nel corso dell’anno

Promuovere la dieta mediterranea con particolare attenzione alle proprietà salutistiche ed organolettiche degli agrumi siciliani bio, favorirne il consumo e gli effetti benefici sulla salute e sulla prevenzione anche oncologica. È l’obiettivo di un protocollo d’intesa firmato da Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) Sicilia, Distretto Agrumi Sicilia e Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) Sicilia. A siglare il protocollo sono stati il coordinatore regionale della Lilt, dott. Giuseppe Scibilia, la presidente del Distretto Agrumi, dott.ssa Federica Argentati, la presidente regionale della Cia, dott.ssa Giovanna Castagna.

L’intesa si avvarrà delle attività promosse dalla Lilt nel corso dell’anno (Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, prevenzione primaria nelle scuole di ogni ordine e grado, prevenzione secondaria e terziaria, campagne informative) e punterà a potenziare fra i cittadini il livello di conoscenza dell’agricoltura e dell’agrumicoltura etica e di qualità, nonché del valore della dieta mediterranea – inserita nella “Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità” e riconosciuta prima al mondo fra tutte le diete – per contrastare e prevenire tumori e diabete.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che il rischio cancro si può ridurre del 30%, equivalente in Italia a 18.000 casi annui, mediante uno stile di vita appropriato; cura nell’alimentazione, esercizio fisico regolare, mantenimento del peso forma, moderazione nel consumo alcolico e abolizione del fumo.

“Come Lilt siamo molto soddisfatti per l’avvio della collaborazione con Distretto Agrumi e Cia – dichiara il coordinatore regionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Giuseppe Scibilia – che ci permette di fronteggiare i tumori a bassa incidenza, il 25% del totale, per i quali non esiste possibilità di attivare né screening, né diagnosi precoce, ma solamente la prevenzione primaria, ovvero corretti stili di vita e buona alimentazione”.

“La nostra regione – spiega la presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, Federica Argentati – è fra le prime in Italia per coltivazioni biologiche, a cominciare dagli agrumi. Una garanzia di genuinità che, insieme al disciplinare imposto ai produttori dai Consorzi di tutela di arance e limoni Dop e Igp, contribuisce a mettere sul mercato – dal negozio al dettaglio, al mercato rionale fino alla grande distribuzione – agrumi “made in Sicily” di altissima qualità e dalle riconosciute proprietà organolettiche e nutritive. Affiancare la Lilt nelle campagne di prevenzione anticancro ci è sembrato un atto doveroso nei confronti dell’associazione e della sua mission e dei consumatori, per offrire una maggiore consapevolezza sulla qualità dei prodotti Bio, Dop e Igp siciliani e quindi a sostegno degli stessi produttori garanti della tracciabilità degli agrumi made in Sicily”.

Di “sinergia di valore” parla infine Giovanna Castagna, Presidente CIA Sicilia, che sottolinea la validità di iniziative come questa che “riunisce le eccellenze nel campo della divulgazione scientifica e della prevenzione del cancro e delle produzioni agrumicole bio, Dop e Igp della Sicilia, da sempre sinonimo di salute e qualità”.

Tutti in forma con la LILT di Catania. Esercizi per diversi settori muscolari

Alcuni semplici esercizi ginnici elaborati per la LILT di Catania dalla prof.ssa Mariella Pavone, docente di Scienze motorie

È impegno della LILT di Catania proporre, oltre a ricette di sana e corretta alimentazione, anche video con indicazioni a semplici esercizi di ginnastica da poter eseguire facilmente anche a casa. Trenta minuti di ginnastica, ogni giorno, non solo possono prevenire tumori, ma, nell’immediato, migliorano la qualità di vita, rendono agili, aiutano a mantenere tonicità, contrastano l’osteoporosi e globalmente migliorano l’aspetto fisico di ciascuno di noi.

La prof.ssa Mariella Pavone, docente di Educazione motoria presso la Scuola secondaria di secondo grado, ha elaborato questi semplici esercizi di potenziamento per diversi settori muscolari che possono essere eseguiti senza difficoltà. Si ringrazia di cuore la professoressa Pavone e tutti i volontari che impegnano il proprio tempo e le loro conoscenze per la LILT. Seguiteci… tutti in forma si può!!!

 

Le ricette della Lilt di Catania. “Insalata di calamari”

Ricetta estiva di facile preparazione che si presta a diversi impieghi

L’insalata di calamari è una ricetta semplice che richiede poco tempo per la preparazione. Si può proporre come finger food e contorno, o si può abbinare all’aperitivo. Ai calamari si uniscono le noci, l’olio e il limone. Poco calorica, limitando le noci, è particolarmente indicata per la bella stagione. La preparazione ha visto impegnate la dott.ssa Mirella Turco e la dott.ssa Ramona Polizzi, a cui va tutto il nostro ringraziamento per aver offerto il loro tempo e la loro preparazione a favore di una nobile causa.

Riprendiamo, tutti insieme: cominciamo da te!

 

La Lilt è l’unica associazione che offre gratuitamente visite specialistiche, esami strumentali, attività ludiche e psicosociali, e che presta servizio attivo in favore dei soggetti fragili, senza distinzione: per garantire i tanti servizi è necessario che ognuno partecipi secondo le proprie possibilità

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente LILT Catania

Cari amici e soci LILT,

in questa estate 2021 che volge al termine spero di trovarvi tutti in salute e sicuramente vaccinati o in procinto di esserlo poichè è scientificamente molto chiaro che la vaccinazione anti Covid-19 rappresenta l’unico salvavita da questa malattia troppo spesso mortale. Noi riprendiamo a parlare di prevenzione oncologica, in maniera non solo teorica, anticipando quello che sarà un “ottobre rosa”, grazie alla nostra campagna annuale “LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2021”, estremamente ricco di proposte.

Convenzioni recentemente stipulate con altri enti pubblici e con altre onlus permetteranno, infatti, di offrire GRATUITAMENTE a diverse categorie di donne, non solo visite senologiche come nel pregresso, ma anche esami strumentali in funzione dell’età, e nello specifico:

  • mammografia a donne 50-69 anni che abbiano eseguito l’ultimo esame in strutture pubbliche entro il 2019 o in strutture private entro il 2020, grazie alla convenzione con l’Azienda Sanitaria Provinciale (Asp) Catania;
  • ecografia mammaria a donne 18-40 anni, grazie alla convenzione con la ONLUS VEyes nell ambito del progetto SABREEN;
  • visita senologica senza limiti di età a tutte le donne iscritte Lilt (per chi non lo fosse l’iscrizione è 10 euro).

Trattandosi di una campagna di prevenzione primaria sono escluse le donne già trattate per tumore della mammella. La modalità di prenotazione sarà resa nota alla fine di questo mese tramite social e con la Newsletter di ottobre. La Lilt di Catania ha perfezionato, grazie alla collaborazione di 4Spa Sport, tanti servizi (gratuiti per i pazienti trattati 5 o 6 anni fa per k mammella o k colon) accessibili comunque a tutti con piccola quota partecipativa: corsi di movimento attivo (ginnastica dolce), yoga, fitness,consulenze nutrizionali, psicoterapia.

Sono certa di poter affermare senza possibilità di essere smentita che la Lilt è l’unica associazione che offre gratuitamente visite specialistiche, esami strumentali, attività ludiche e psicosociali, e che presta servizio attivo in favore dei soggetti fragili, senza distinzione sociale o culturale… e questa, permettetemi di affermare, è la GRANDE differenza…

Naturalmente, per raggiungere questi obiettivi devono essere attivate ciclicamente raccolte di fondi per finanziare alcune delle tante attività, alle quali invito tutti a contribuire, ognuno per le proprie possibilità. Vi esorto quindi ad utilizzare i nostri canali per mantenervi “in salute” e per aderire alle iniziative di “raccolta fondi” sia economicamente che con la condivisione del messaggio…

Felice fine d’estate, dunque, e… “occhio” alle opportunità!

PRENOTA I SERVIZI DI PREVENZIONE TERZIARIA CLICCA QUI >>>


Se vuoi ricevere la Newsletter per rimanere informato sull’attività della LILT di Catania

Per saperne di più sull’attività della LILT:

LILT Catania
Presso Hospice “Giovanni Paolo II” Ospedale Garibaldi – Nesima
Via Palermo, 632/636 (Torre H)
95122 Catania
Tel.: 095/7598457 (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 16,30 alle 19,00; giovedì dalle 10 alle 12 – fatti salvi impegni esterni della segreteria)
Cell. 351 863 36 22 (dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 19)
Fax: 095/7598457
E-mail: legatumoricatania@gmail.com

www.legatumoricatania.it 

 

Dona il 5X1000 alla LILT Catania clicca qui

La Magna Via Francigena per la Lilt Catania: dal 24 settembre la camminata-corsa della prof.ssa Lilliana Ciotta

 

Nove giorni da Palermo ad Agrigento con l’obiettivo di raccogliere fondi che verranno interamente devoluti a favore della Lilt Catania per contribuire ad acquistare un Ecocolordoppler 

Dal 24 settembre al 3 ottobre: nove giorni lungo la “Magna Via Francigena Siciliana” da Palermo ad Agrigento. Sarà la camminata-corsa di solidarietà che la prof.ssa Lilliana Ciotta (Endocrinologa e docente della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania) eseguirà per la Lilt di Catania con l’obiettivo di raccogliere donazioni per acquistare un ecocolordoppler: i fondi raccolti verranno INTERAMENTE DEVOLUTI ALLA LILT DI CATANIA. Di seguito il testo scritto dalla professoressa Ciotta, per annunciare il suo cammino.

La Magna Via Francigena Siciliana partirà il 24 Settembre da Palermo e si concluderà dopo 9 giorni ad Agrigento. Ben 185 chilometri in 9 tappe lungo i sentieri dell’antica viabilità siciliana, passando attraverso paesi carichi di tradizione e sicilianità. Si camminerà su strade sterrate, spesso  impervie, e ci saranno arrampicate su terreni rocciosi, terreni  dove si potrà solo transitare camminando.

Ma ci saranno anche tratti di cammino su terreni accessibili anche alla corsa. La mia sarà una camminata-corsa di solidarietà. Sarò sponsor della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (Lilt) sezione di Catania. Le vostre donazioni alla Lilt etnea contribuiranno interamente ad acquistare un apparecchio Ecocolordoppler di ultima generazione per la diagnosi precoce e per il management dei tumori addominali e dei tumori mammari. Il vostro sostegno è importante. Aiutiamo i pazienti oncologici. Aiutiamo il loro difficile cammino verso una buona qualità di vita e verso la guarigione

Grazie.

Lilliana Ciotta


Per donare e contribuire all’acquisto di un ecocolordoppler per la Lilt di Catania eseguire un bonifico; sotto i riferimenti bancari

NB.: l’importo raccolto verrà totalmente devoluto alla Lilt

IBAN: Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sezione di Catania

IT13Z0200816910000103922736

Causale: Donazione per Camminata-Corsa di Solidarietà

Le ricette della Lilt di Catania. “Mezze maniche estive”

Ricetta tipicamente estiva che coniuga la pasta, fredda, e un pesce ricco di proteine: lo scampo

“Mezze maniche estive” è una ricetta facile che richiede poco tempo per la preparazione, ma il cui successo è garantito. Si unisce una pasta fredda, le mezze maniche appunto, e gli scampi (poco calorici e ricchi di proteine) conditi con pomodoro, capperi, peperoncino, basilico, olio e limone.

La preparazione ha visto impegnate la dott.ssa Mirella Turco e la dott.ssa Ramona Polizzi, a cui va tutto il nostro ringraziamento per aver offerto il loro tempo e la loro preparazione a favore di una nobile causa.

Tutti in forma con la LILT di Catania. Esercizi di mobilità articolare e potenziamento muscolare con l’ausilio del bastone

Alcuni semplici esercizi ginnici elaborati per la LILT di Catania dalla prof.ssa Mariella Pavone, docente di Scienze motorie

È impegno della LILT di Catania proporre, oltre a ricette di sana e corretta alimentazione, anche video con indicazioni a semplici esercizi di ginnastica da poter eseguire facilmente anche a casa. Trenta minuti di ginnastica, ogni giorno, non solo possono prevenire tumori, ma, nell’immediato, migliorano la qualità di vita, rendono agili, aiutano a mantenere tonicità, contrastano l’osteoporosi e globalmente migliorano l’aspetto fisico di ciascuno di noi.

La prof.ssa Mariella Pavone, docente di Educazione motoria presso la Scuola secondaria di secondo grado, ha elaborato questi semplici esercizi di mobilità articolare e potenziamento muscolare che richiedono l’ausilio di un bastone: si può utilizzare un manico da scopa da reperire facilmente in casa. Si ringrazia di cuore la professoressa Pavone e tutti i volontari che impegnano il proprio tempo e le loro conoscenze per la LILT. Seguiteci… tutti in forma si può!!!

Corretto stile di vita, benefici per tutti

Non solo per i pazienti oncologici: mangiare bene, smettere di fumare, muoversi è l’investimento migliore che ogni individuo possa attuare per se stesso e per i suoi cari

A cura della Prof.ssa Lilliana Ciotta

Endocrinologa. Docente Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania

Oggi la parola “Cancro” trasmette molto meno timore rispetto al passato. Ciò è correlato a diversi fattori, fra loro interconnessi e operanti  in modo sinergico. Quali, questi fattori? L’introduzione di esami diagnostici che permettono una diagnosi precoce. La grande evoluzione e raffinatezza degli interventi chirurgici, sempre meno demolitivi. La più accurata personalizzazione della chemio e della radio terapia. L’evoluzione e la discesa in campo di strategie terapeutiche innovative,  quali le terapie con anticorpi monoclonali. L’affiancamento, alle terapie convenzionali, di interventi terapeutici di Oncologia Integrata. E, infine, ultimo, ma non ultimo come importanza, l’attuazione di un corretto stile di vita, fondamentale sia nella prevenzione di un tumore primario che nella prevenzione di una recidiva tumorale.

Dobbiamo quindi guardare con fiducia ed ottimismo al futuro,  poichè poche e semplici regole di stile di vita sano sono in grado, qualora attuate sia prima che durante e dopo una patologia tumorale, di garantire anni di vita serena e libera da malattia. Sì, queste regole di vivere sano sono poche e semplici. Ed occorre volersi bene, avere cura di se stessi, coccolarsi anche… La  salute è un bene imprescindibile e per nulla scontato. Investire su un corretto stile di vita è l’investimento migliore che ogni individuo possa attuare, per se stesso e per i suoi cari, in qualunque momento della propria vita. Non è mai troppo tardi, ricordiamolo!

Regole di vita sana, poche e semplici… Ma quali? Forse mangiare solo vegano? Oppure correre una maratona? Oppure non esporsi mai al sole? Oppure stravolgere i propri ritmi di vita? Assolutamente no, nulla di tutto questo. Qualcosa di molto più semplice, e quindi fattibile, ma altrettanto valido come efficacia. La prima cosa che va fatta è abolire (e sottolineo abolire, non ridurre, ma comunque ridurre è meglio che lasciare le cose come stanno) i fattori di rischio principali: fumo, consumo eccessivo di alcol, abuso di farmaci, abuso di cibo, consumo di cibo-spazzatura, obesità o sovrappeso, assenza di attività motoria, sedentarietà.

Il fumo, è noto, aumenta il rischio di sviluppo di quasi tutte le principali forme tumorali, nonché le recidive tumorali. Ma smettere di fumare non è affatto facile. La nicotina dà una modesta dipendenza fisica, ma una potente dipendenza psicologica. E rifugiarsi nella sigaretta, dopo il trauma di una diagnosi di tumore, è facile, nel tentativo, umanamente, di meglio gestire ansia e paura. Il fumatore, la fumatrice, non vanno mai lasciati soli, ma supportati nella difficile lotta di allontanamento dal tabacco.

Interventi psicoterapici mirati. Formazione di gruppi di fumatori gestiti da personale competente. Attuazione di tecniche rilassamento fisico e mentale per la gestione di stress ed ansia, tecniche quali lo yoga, o la meditazione. Integrazione vitaminica e di sostanze naturali, finalizzata a detossicare  fisicamente e mentalmente, il tabagista. Avvio di regolare svolgimento di attività fisica, anche modesta. Tante sono le strategie che possono attuarsi per aiutare il/la paziente ad abbandonare il consumo di tabacco. Quella contro il consumo di sigarette è una battaglia importante, sempre, ma specie per il paziente che ha ricevuto la diagnosi di patologia tumorale.

Quanto fino ad ora detto vale anche per il consumo esagerato di alcol e di farmaci potenzialmente tossici, o di cibo. Nelle dipendenze (da tabacco, da alcol, da droghe, da farmaci, da cibo) le strategie di intervento devono essere attuate sia sul piano fisico che su quello mentale ed emotivo, devono essere  plurime e sinergiche, perché sempre estremamente complessi sono i fattori che ne stanno alla base. Un corretto stile di vita poggia poi su due fattori di importanza unica: una corretta alimentazione e lo svolgimento di una regolare attività motoria. L’eventuale presenza di sovrappeso od obesità va corretta, in quanto entrambi sono fattori di rischio tumorale, sia diretti che indiretti.

Spesso, molto spesso, il paziente mangia non molto, ma, banalmente, mangia male. Spesso, una fuorviante pubblicizzazione di alimenti “dietetici”, opera piu danni che altro e serve solo a gonfiare di soldi le tasche delle aziende produttrici. Occorre tornare ad una alimentazione semplice, naturale, rifornendosi di verdura, ortaggi e frutta nei tanti mercatini rionali che qualunque città o paese oggi offre, consumando alimenti di stagionalità. Ciò che la natura, che è saggia, decide sia idoneo per quella stagione. Quindi, ad esempio, in estate la natura ci fornirà frutta succosa, idratante, carica di minerali e vitamine, perché ciò occorre al corpo nella stagione estiva.

Occorre abbandonare le farine 00, raffinate, prive di vitamine e di fibre, ad alto contenuto di glutine, ad alto indice glicemico, e la cellula tumorale è avida di zuccheri. Occorre tornare ai grani antichi, naturalmente ricchi di fibre e di vitamine, a basso indice glicemico, ed eccezionalmente buoni. Occorre riscoprire i legumi, miniera di ottimi principi nutrizionali e fonte di proteine vegetali. Occore limitare il consumo di carni processate (insaccati) e di carni rosse, privilegiando il consumo di pesce, soprattuto del pesce azzurro e di pesci di piccole dimensioni, e non di allevamento.

Occorre limitare il consumo di latticini, privilegiando il consumo di alcuni latticini rispetto ad altri. Occorre introdurre verdure e ortaggi ogni giorno, pranzo e cena, sul tavolo, e in buone quantità. Occorre, infine, mangiare né troppo poco, né molto, ma il giusto, anche in riferimento all’orario della giornata. E bisogna quindi affidarsi  a personale competente, che spieghi, illustri, avvii ad una corretta alimentazione.

Infine, muoversi, muoversi, muoversi, anche poco, ma ogni giorno. Il corpo umano è fatto per muoversi. Ha ottime articolazioni e muscoli, fatti per supportare il movimento. Anche semplicemente camminare all’aperto o effettuare esercizi fisici mirati e gestiti da personale competente. Fare gruppo aiuta, ci si supporta, si ride e si lavora assieme. Si fa del gran bene al corpo e si torna a casa più  rilassati. Fare ciò che più piace, perché tutto deve essere anche un piacere. E basta poco. Ma ogni giorno o molto spesso. E non temere il sole, nella giusta dose, fonte naturale di vitamina D, la vitamina delle ossa e del sistema immunitario.

Attività di prevenzione terziaria

Se vuoi partecipare alla riabilitazione psico-fisica, invia una mail a legatumoricatania@gmail.com, indicando:

  • dati anagrafici
  • attività che si desidera effettuare
  • malattia oncologica avuta e quanto tempo fa

Pazienti operati di cancro colorettale o operate di k mammario 5 o 6 anni fa hanno accesso totalmente gratuito a: movimento attivo, yoga, fitness, fisioterapia in acqua, educazione alimentare e psicoterapia di gruppo.

Per i pazienti trattati per qualsiasi oncologia diversa da k mammella e k colon, oppure trattati per k mammella e k colon da meno di 5 anni o da più di 6 anni, si mantiene la gratuità della psicoterapia di gruppo (per k mammella) e della consulenza nutrizionale; si prevede una donazione di 50 euro per ogni mese di attività nei corsi di: movimento attivo, yoga, fitness (dall’importo reso in forma tracciabile – bonifico – si potrà detrarre una quota parte come detrazione per donazioni ad onlus).

Per il corso di velaterapia si  prevede la donazione (per tutti) di 112 euro che comprende: 4 “uscite” mensili di 2 ore e mezzo ciascuna, con comandante esperto in velaterapia e psicoterapeuta; quota assicurazione.

L’iscrizione annuale a LILT pari a 10 euro è sempre richiesta una sola volta per anno.

Tutti gli importi, effettuati in maniera tracciabile, sono fiscalmente deducibili.

Prenota visita di prevenzione

Conoscenza Medica

LILT Newsletter