2017

Presentazione “Città di Mascalucia”. Ci saranno anche i volontari Lilt Catania

Share Button

I volontari della Lilt presenti all’evento con un banchetto

È stata presentata venerdì 8 settembre a Mascalucia, presso “HClinic” in Via Polveriera, 49, la squadra di calcio “Cittá di Mascalucia” che disputerà il prossimo campionato di Promozione. Presenti il presidente della società Giovanni Spina con l’organico del club, il vicesindaco di Mascalucia Fabio Cantarella. Ha presentato Ruggero Sardo con ospite David Simone Vinci, noto cabarettista catanese. Presenti i volontari della Lilt di Catania con un banchetto per la presentazione della nostra associazione nell’ambito dell’attività di promozione del volontariato e della prevenzione.

Lilt Catania, attività e orari di segreteria nei mesi di luglio e agosto 2017

Share Button

Per il mese di luglio 2017 non si prenotano ulteriori visite di prevenzione. Per il mese di agosto 2017 le visite di prevenzione di Catania sono sospese. La normale attività riprenderà a settembre.

Per informazioni, richieste di associazione e per ogni altra necessità la segreteria della Lilt di Catania rimarrà aperta per l’intero mese di luglio nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 19.00 e giovedì dalle 10.00 alle 12.00, fatte salve eventuali attività esterne.

Per contattare la Lilt negli orari telefonare allo 095/7598457 o spedire una mail all’indirizzo legatumoricatania@gmail.com.

“Ciak si giri” dà appuntamento all’autunno

Share Button

Sospesa per il periodo estivo l’attività di supporto psicologico a valenza riabilitativa

Sono state sospese, per il periodo estivo, all’Ospedale Garibaldi” di Catania Nesima, le proiezioni della cinerassegna in ospedale “Ciak si giri!”, promossa dall’Azienda Ospedaliera “Garibaldi” e dalla Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori di Catania, che si svolgono nella Sala “Riolo”. L’attività verrà riproposta in autunno.

“Ciak si giri!” è una iniziativa di sostegno ai malati oncologici e ai loro familiari, estesa a tutti i degenti ospedalieri, promossa dalla Lilt e curata dai volontari, che appartiene alle attività di supporto psicologico a valenza riabilitativa. Di volta in volta, i volontari della Lega Tumori sceglieranno i film da proporre d’intesa con i vertici ospedalieri. Si tratta di un’attività a costo zero per la struttura sanitaria.
 

Gazzetta catanese del 2 giugno: “EVENTI Catania, LILT: Sabato “Dai un calcio al linfoma””

Share Button

Clicca per aprire

Yvii24 del 5 giugno 2017: “Catania, sabato scorso “Dai un calcio al linfoma” 2017 della Lilt”

Share Button

Clicca per aprire il link

Scarica il PDF

La Sicilia del 3 giugno 2017: “Dai un calcio al linfoma 2017, in campo ex pazienti e medici

Share Button

Clicca per ingrandire

Dai un calcio al linfoma 2017

Share Button

Gladiatori e Sanitari di fronte per la quarta volta su un campo di calcio

Quarta edizione, quella del 2017, per “Dai un calcio al linfoma” la partita fra Gladiatori e Sanitari, ovvero le rappresentative di pazienti ed ex pazienti siciliani di oncoematologia ed i medici di tutte le strutture ospedaliere catanesi. Una sfida, disputata sul terreno della Città dello Sport di Catania, allestita dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) etnea, in collaborazione con l’Azienda  ospedaliera “Garibaldi” di Catania, l’Associazione “Aetna” (Amici EmaTologia NesimA), l’Aia (dell’Associazione Italiana Arbitri) e con il contributo del Centro commerciale Etnapolis.
La gara, alla fine, si conclude sul 5 a 5, in questo cammino di assoluta parità dalla prima edizione in poi: un pareggio e una vittoria ciascuno per le due compagini. Ma la vera sfida rimane quella che Gladiatori e Sanitari conducono giorno dopo giorno, insieme, contro il cancro.

Clicca per ingrandire

L’evento, nell’ambito dell’attività della Lilt, rientra nella prevenzione terziaria che riguarda la riabilitazione fisica e psichica e il reinserimento sociale del malato oncologico. Presente sugli spalti la scuola per parrucchieri “Aram” che ha offerto  trucco e acconciature alle donne e tatuaggi lavabili ai bambini.
Testimonial sin dalla prima edizione l’attore catanese Gino Astorina che ha dichiarato: «Per me è un onore essere qui all’interno di questa nobile iniziativa. È un piacere ritrovare medici e pazienti e sapere che qualcuno oggi non è presente perché, guarito e uscito dal percorso medico, è impegnato in altro in quanto ha ritrovato la sua vita oltre la malattia».
Ha aperto l’evento, presentato da Giacomo Giurato, una gara fra due squadre di giovanissimi calciatori, premiati alla fine con una gustosa merenda di pane e Nutella. Spalti pieni e tanto entusiasmo con il pubblico trascinato dalle volontarie Lilt nelle vesti di cheerleader.

Poi la gara vera e propria, diretta dagli arbitri federali Pierpaolo Longo e Salvatore Scilletta, della sezione Aia di Catania, nella quale i calciatori hanno messo tanto cuore. Un gol dietro l’altro, applausi e simpatiche canzonature. Poi il triplice fischio sul 5 a 5.
A capitanare la formazione dei Gladiatori Vito Cataldo: «Questa partita è stata allestita per il piacere di stare insieme medici e pazienti oltre l’ospedale, oltre il luogo di cura». La fascia di capitano dei Sanitari l’ha indossata il direttore dell’oncoematologia del “Garibaldi” di Nesima, dott. Ugo Consoli: «Come medici siamo chiamati a far sentire ai nostri pazienti e alle loro famiglie che noi ci siamo sempre, anche fuori dall’ospedale. Siamo anche disposti a farci prendere a pallonate e a seguirli in tutte le iniziative».

GALLERIA FOTOGRAFICA

Dai un calcio al linfoma 2017

Immagine 1 di 30

Dai un calcio al linfoma 2017

«È una giornata che  vuol dare un po’ di gioia e di speranza a chi è affetto da una patologia che oggi ha molte possibilità di guarigione – il commento del Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania, dott. Carlo Romano –. La Lilt è un ente pubblico di rilevanza nazionale volto alla prevenzione, ma anche al sostegno al malato nel percorso medico e “Dai un calcio al linfoma” si inserisce in questo ambito».
Presente anche il deputato regionale Concetta Raia, che è consigliere Lilt: «In questa giornata così bella siamo qui a testimoniare il nostro affetto e la nostra amicizia nei confronti di chi lotta la malattia. Ritengo che il diritto alla salute debba essere una priorità e per questo siamo chiamati a difendere le eccellenze della nostra sanità».
Hanno portato un saluto ai calciatori l’ex assessore al welfare del Comune di Catania Angelo Villari, il Consigliere comunale belpassese Moreno Pecorino e l’assessore belpassese Graziella Manitta.

Clicca per aprire

Clicca per aprire

Clicca per aprire

Catania, la Lilt in piazza per la Giornata mondiale senza tabacco

Share Button

Stand in piazza Sciascia insieme agli studenti di Medicina

Anche la Lilt di Catania in prima linea in occasione della Giornata mondiale senza tabacco che si celebra ogni anno il 31 maggio e nei giorni seguenti. Domenica 4 giugno i volontari della Lilt etnea hanno partecipato all’evento organizzato dagli studenti della Facoltà di Medicina nel capoluogo in piazza Leonardo Sciascia.

Nel corso dell’iniziativa sono stati distribuiti opuscoli informativi e sono state fornite, a quanti si sono avvicinati allo stand della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, tutte le informazioni di base sulla lotta al tabagismo e sulla disassuefazione dal fumo.

L’obiettivo è anche quello di coinvolgere i più piccoli, ovvero bambini dai 5 ai 7 anni, un’età in cui l’apprendimento, immediato e diretto, ha una maggior probabilità di trasformarsi in comportamenti che poi permangono anche in età adulta. Far capire ai più piccoli che il “fumo fa male” significa anche renderli portavoce ed “educatori” speciali di un messaggio diretto ai loro genitori e parenti fumatori.

Catania, “Dai un calcio al linfoma” 2017

Share Button

Cinque a cinque fra Gladiatori e Sanitari nella sfida calcistica numero quattro

Si chiude con un salomonico 5 a 5 l’edizione 2017, la quarta, di “Dai un calcio al linfoma” la partita di pallone fra Gladiatori e Sanitari, ovvero le rappresentative di pazienti ed ex pazienti siciliani di oncoematologia ed i medici di tutte le strutture ospedaliere catanesi. Una sfida, disputata sul terreno della Città dello Sport di Catania, allestita dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) etnea, in collaborazione con l’Azienda  ospedaliera “Garibaldi” di Catania, l’Associazione “Aetna” (Amici EmaTologia NesimA), l’Aia (dell’Associazione Italiana Arbitri) e con il contributo del Centro commerciale Etnapolis.
L’evento, nell’ambito dell’attività della Lilt, rientra nella prevenzione terziaria che riguarda la riabilitazione fisica e psichica e il reinserimento sociale del malato oncologico. Presente sugli spalti la scuola per parrucchieri “Aram” che ha offerto  trucco e acconciature alle donne e tatuaggi lavabili ai bambini.
Testimonial sin dalla prima edizione l’attore catanese Gino Astorina che ha dichiarato: «Per me è un onore essere qui all’interno di questa nobile iniziativa. È un piacere ritrovare medici e pazienti e sapere che qualcuno oggi non è presente perché, guarito e uscito dal percorso medico, è impegnato in altro in quanto ha ritrovato la sua vita oltre la malattia».

Ha aperto l’evento, presentato da Giacomo Giurato, una gara fra due squadre di giovanissimi calciatori, premiati alla fine con una gustosa merenda di pane e Nutella. Spalti pieni e tanto entusiasmo con il pubblico trascinato dalle volontarie Lilt nelle vesti di cheerleader.
Poi la gara vera e propria, diretta dagli arbitri federali Pierpaolo Longo e Salvatore Scilletta, della sezione Aia di Catania, nella quale i calciatori – fra cui anche il prof. Francesco Di Raimondo – hanno messo tanto cuore, lo stesso che ogni giorno li vede impegnati l’uno accanto all’altro, nella partita più importante: quella contro il cancro. Un gol dietro l’altro, applausi e simpatiche canzonature. Poi il triplice fischio sul 5 a 5.
A capitanare la formazione dei Gladiatori Vito Cataldo: «Questa partita è stata allestita per il piacere di stare insieme medici e pazienti oltre l’ospedale, oltre il luogo di cura». La fascia di capitano dei Sanitari l’ha indossata il direttore dell’oncoematologia del “Garibaldi” di Nesima, dott. Ugo Consoli: «Come medici siamo chiamati a far sentire ai nostri pazienti e alle loro famiglie che noi ci siamo sempre, anche fuori dall’ospedale. Siamo anche disposti a farci prendere a pallonate e a seguirli in tutte le iniziative».

«È una giornata che  vuol dare un po’ di gioia e di speranza a chi è affetto da una patologia che oggi ha molte possibilità di guarigione – il commento del Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania, dott. Carlo Romano –. La Lilt è un ente pubblico di rilevanza nazionale volto alla prevenzione, ma anche al sostegno al malato nel percorso medico e “Dai un calcio al linfoma” si inserisce in questo ambito».
Presente anche il deputato regionale Concetta Raia, che è consigliere Lilt: «In questa giornata così bella siamo qui a testimoniare il nostro affetto e la nostra amicizia nei confronti di chi lotta la malattia. Ritengo che il diritto alla salute debba essere una priorità e per questo siamo chiamati a difendere le eccellenze della nostra sanità».
Hanno portato un saluto ai calciatori l’ex assessore al welfare del Comune di Catania Angelo Villari, il Consigliere comunale belpassese Moreno Pecorino e l’assessore belpassese Graziella Manitta.

Scarica immagini (clicca sulla foto)

Lo scambio di gagliardetti fra il capitano dei Sanitari, Ugo Consoli (a sinistra), e il capitano dei Gladiatori, Vito Cataldo (a destra); con loro gli arbitri Aia Pierpaolo Longo e Salvatore Scilletta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I volontari della Lilt insieme a Gino Astorina, Angelo Villari, Concetta Raia e Giacomo Giurato con il naso rosso in stile Patch Adams

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le due rappresentative insieme a fine gara

Catania, sabato “Dai un calcio al linfoma” la sfida promossa dalla Lilt

Share Button

Medici e pazienti si sfidano sul terreno della “Città dello Sport” per la quarta edizione della gara

Quarta edizione, sabato 3 giugno, per  “Dai un calcio al linfoma”, l’attesa partita promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania, che farà scendere in campo la squadra dei “Gladiatori”, formata da pazienti ed ex pazienti di oncoematologia, provenienti da tutta la Sicilia, e la compagine dei “Sanitari”, i medici di tutte le strutture ospedaliere catanesi. Il calcio d’inizio è fissato per le 16 presso il campetto della Città dello Sport di Catania, in via Ugo La Malfa 1. L’iniziativa è allestita in collaborazione con l’Azienda  ospedaliera “Garibaldi” di Catania, l’Associazione “Aetna” (Amici EmaTologia NesimA), l’Aia (dell’Associazione Italiana Arbitri) che mette a disposizione due arbitri federali di calcio, e con il contributo del Centro commerciale Etnapolis.

Confermati gli allenatori che hanno già diretto lo scorso anno le due squadre: Pino Rigoli (già allenatore del Catania Calcio) che cercherà di guidare alla vittoria i Gladiatori, e Orazio Prezzavento del Centro FIGC “Pietro Paolo Brucato” di Catania, direttore tecnico dei Sanitari. Testimonial dell’evento, come per le precedenti edizioni, l’attore catanese Gino Astorina. Ad anticipare la gara, una partita fra giovanissimi calciatori.
Una gara che unisce medici e pazienti, ovvero coloro che nella vita di tutti i giorni giocano nella stessa squadra per vincere un’altra partita, quella contro il cancro. Le statistiche delle precedenti edizioni di “Dai un calcio al linfoma” evidenziano una situazione di assoluta parità fra Gladiatori e Sanitari: una vittoria ciascuno e un pareggio.

«L’iniziativa rientra nell’ambito della cosiddetta prevenzione terziaria che riguarda la riabilitazione fisica e psichica e il reinserimento sociale del malato oncologico – dichiara il Presidente della Lilt di Catania Carlo Romano –. Il nostro obiettivo è quello di regalare un pomeriggio di serenità a chi è affetto da una patologia così grave, contribuendo anche all’umanizzazione del percorso medico. Il mio ringraziamento va all’Azienda “Garibaldi” e tutti i medici che da quattro anni si spendono al nostro fianco per la buona riuscita di “Dai un calcio al linfoma”».
“Abbiamo accolto con grande favore – aggiunge Alfio Mosca, direttore di Etnapolis – la proposta della Lilt per “combattere” al loro fianco una delle battaglie più impegnative che sempre più spesso, purtroppo, riguardano anche le nostre famiglie, la cerchia di amici, conoscenti e vicini di casa: la sfida di ritornare alla vita quotidiana dopo aver sconfitto il cancro. Ben vengano le iniziative solidali come quelle dalla Lilt che troveranno il supporto di Etnapolis nella direzione dell’impegno sociale per il territorio e la comunità”.