Notizie LILT

C’è tempo – Racconti di cura di donne operate al seno

Share Button
Maria Grazia Villari (a sinistra) e Nuvola Rinaldi

Il tumore come occasione di crescita nella vita. In libreria l’opera scritta a quattro mani da Maria Grazia Villari e da Nuvola Rinaldi. I diritti d’autore andranno alla LILT di Catania

Un evento infelice, quale una diagnosi oncologica, non deve necessariamente trasformarsi in una “battaglia” per decidere chi è il più forte, ma può anche essere l’occasione per rimodulare la propria vita, riprendendo le esperienze buone, valorizzandole e utilizzandole per creare ponti con il presente sino a recuperare le capacità che ognuno porta dentro e che, in Psicoterapia Funzionale, si chiamano Funzionamenti di Fondo.

Sei storie di donne che nella vita si sono imbattute nella malattia, al centro di “C’è tempo – Racconti di cura di donne operate al seno” (Edizioni “Il minuto d’oro” – € 15) libro scritto a quattro mani da Maria Grazia Villari e da Nuvola Rinaldi che operano nel Gruppo di Cura Psicologica per Donne Operate al Seno della LILT di Catania e presso l’Istituto di Psicologia Funzionale di Catania.

Le Autrici, utilizzando il materiale raccolto negli anni, raccontano in forma narrativa e attraverso il proprio sguardo di psicoterapeute, l’esperienza vissuta dalle sei protagoniste sotto diverse prospettive: “La donna guerriero”, “La donna dietro le quinte”, “Alice e il Bianconiglio”, “Sei brava se guarisci”, “A scantata da stidda”, “Scarpette rosse”. Partendo dal grande senso di ingiustizia, di paura, di rabbia al momento della diagnosi, pagina dopo pagina emerge il vissuto, le ferite e le esperienze positive, il ritorno di antichi progetti e vecchie passioni che s’intrecciano ai nuovi interessi, in una rinata speranza nel futuro grazie al confronto all’interno del Gruppo di Cura Psicologica.

Il prologo svela come nasce l’idea del libro e illustra la volontà di Maria Grazia Villari e Nuvola Rinaldi di seguire un’impostazione diversa rispetto all’approccio tecnico. Il capitolo finale spiega le basi scientifiche su cui si fonda il protocollo terapeutico secondo il modello della Psicoterapia Funzionale. In ambito oncologico è ormai riconosciuta la necessità di un’integrazione delle cure medico-chirurgiche con le cure psicologiche, mentre per la  psico-oncologia l’intervento diretto sul corpo, come quello utilizzato dalle autrici, produce cambiamenti efficaci. I diritti d’autore sono stati interamente devoluti alla LILT di Catania.

“C’è tempo – Racconti di cura di donne operate al seno” è già in libreria e si potrà acquistare presso: Mondadori (Via Roberto Giuffrida Castorina, 23b – 095 315 5474); Cavallotto (Corso Sicilia, 91 095 310414; Viale Jonio, 32 – 095 539067); Libreria Vicolo Stretto (Vico Santa Filomena); Legatoria Prompolini (Via Vittorio Emanuele II, 333); Libreria Pescebanana (Via Umberto I, 199); Nuova Libreria Bonaccorso (Via Etnea 20/22). È anche disponibile online al sito www.ilminutodoro.it.

Le Autrici

Maria Grazia Villari, Medico e Psicoterapeuta, da circa 40 anni vive e lavora a Catania; è docente presso la Scuola Europea di Formazione in Psicoterapia Funzionale SEF, è consigliere nel Direttivo Nazionale della Società Italiana di Psicoterapia Funzionale SIF. Da 15 anni, in qualità di responsabile della Consulta Femminile della Lega per la Lotta contro i Tumori LILT – sezione di Catania, porta avanti il suo progetto di: “Cura Psicologica della Donna Operata al Seno”.

Nuvola Rinaldi, laureata in Lettere Moderne e in Psicologia con specializzazione in Psicoterapia Funzionale, dal 2013 è socia dell’Istituto di Psicoterapia Funzionale di Catania. Dal 2015 conduce, insieme a Maria Grazia Villari, il Gruppo di Cura Psicologica per Donne Operate al Seno della LILT – Catania.

Natale 2020: pap test oncologico gratuito alle donne che accedono alla Caritas di Catania

Share Button

Il test individua precocemente il tumore del collo dell’utero

Iniziativa natalizia della LILT di Catania rivolta alle donne che si rivolgono alla Caritas di Catania. Consapevole delle attuali grandi difficoltà nell’accedere a percorsi di diagnostica oncologica, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania offre a tutte le donne che accedono alla Caritas, e ne facciano richiesta, l’esecuzione gratuita del pap test oncologico per la prevenzione del tumore del collo dell’utero.

Bilancio 2020, anno proficuo nonostante la pandemia

Share Button

 

Il 2020 un anno di costruzione: tanti progetti cresceranno nel 2021

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente LILT Catania

Cari amici e soci LILT, ci sembra opportuno al termine di questo 2020, purtroppo gravato dalle enormi problematiche note a tutti  noi, comunicare le attività che hanno avuto luogo nel corso dell’anno e quelle che hanno preso il via per crescere poi nel corso del 2021. Per quanto riguarda i progetti scientifici, è proseguito il reclutamento delle donne BRCA1 e BRCA2 positive nel progetto scientifico nazionale: “Valutazione genetico-molecolare nei familiari di pazienti affette da carcinoma mammario e carcinoma ovarico BRCA1 e/o BRCA2 positivo quale potenziale di screening”, ed ha avuto seguito lo studio di marcatori su “Melanoma” relativo al progetto scientifico: “Biomarcatori epigenetici nei tumori solidi: valore diagnostico e prognostico degli hotspots di metilazione del DNA”.

Sul fronte prevenzione nelle scuole, è stata organizzata l’attivazione della prevenzione primaria nelle scuole di ogni ordine e grado, in adesione al progetto nazionale “Guadagnare salute con la LILT” che sarà resa operativa dal primo trimestre 2021 al termine  del necessario periodo di formazione appena iniziato. Ha avuto seguito, nel rispetto delle direttive previste dai DPCM per contrastare l’epidemia da Covid-19, l’attività di prevenzione oncologica secondaria presso gli ambulatori LILT, anche se in talune condizioni l’attività è stata differita poiché gli ambulatori son dislocati in aree ospedaliere di ricovero clinico.

È proseguita, senza alcuna interruzione, l’attività di psicoterapia individuale per malati oncologici e loro familiari che, grazie alle tecnologie digitali, è stata attivata tramite incontri web. Sospese, invece, le terapie di gruppo. In periodo Covid le attività sono sempre state gratuite. Poste le basi per un importantissimo progetto nazionale “La cura della persona guarita dal cancro: Valutazione, Counselling e Facilitazione – Studio pilota in due fasi: Survey e Clinical trial” che vedrà la partecipazione di Catania.

Per quanto concerne i nostri progetti nazionali, a causa della pandemia da Covid-19 è stata annullata la Settimana Nazionale di Prevenzione Oncologica che si svolge solitamente nella prima settimana di primavera. Si sono, invece, svolte regolarmente, nel rispetto delle misure anticovid, la “Campagna Nastro Rosa LILT for Women 2020” con l’effettuazione a ottobre di oltre 200 visite e una grande partecipazione di comuni dell’hinterland catanese e risalto sui mass media e, a novembre, e la Campagna LILT for Men Percorso Azzurro”, anche questa con un’ottima partecipazione di utenti e risalto sui media, che si concluderà a breve.

Siamo particolarmente felici per la crescita della LILT in provincia di Catania: si è, infatti, aggiunta alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania, la nuova delegazione LILT di Mascalucia che affianca la “veterana” ed attivissima delegazione di Belpasso. Fra i nuovi servizi attivati, ricordo, a ottobre, l’inizio dell’attività di “Accompagnamento by car” da e per l’ospedale, a favore di utenti che effettuino terapie oncologiche. Nei prossimi mesi, sulla base ad un accordo con la Caritas Diocesana di Catania, la LILT effettuerà gratuitamente il pap test oncologico per la prevenzione del cervicocarcinoma a tutte le donne che accederanno alla Caritas nel corso dei mesi di Dicembre 2020 e Gennaio 2021.

A breve verrà pubblicato un  libro, articolato in sei “favole”, scritto dalle donne del gruppo di psicoterapia funzionale di Catania, con la supervisione delle psicoterapeute, a testimonianza di un personale percorso di “rinascita”. Purtroppo, a causa della pandemia SARS-CoV-2, le attività di aggregazione che negli anni precedenti avevano rallegrato tante nostre giornate (“Dai un calcio al Linfoma”, “La scacciata per scacciare il cancro”) non hanno avuto luogo così come ha dovuto interrompersi tutta l’attività espletata dai volontari presso gli ospedali (“Un tè con te”, “Un trucco per sorridere” ed altro) ed al “letto” del malato, lasciando per questo, in un momento già tanto mesto, i malati ancora più soli… Siamo certi, però, che nel 2021 riusciremo a recuperare gli spazi perduti e ad avere sempre più attività da condividere con i tanti volontari continuando così a dare il nostro contributo per un mondo migliore!

Chi volesse ricevere la Newsletter della LILT di Catania la richieda inviando una mail a legatumoricatania@gmail.com

Per saperne di più sull’attività della LILT:

LILT Catania
Presso Hospice “Giovanni Paolo II” Ospedale Garibaldi – Nesima
Via Palermo, 632/636 (Torre H)
95122 Catania
Tel.: 095/7598457 (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 16,30 alle 19,00; giovedì dalle 10 alle 12 – fatti salvi impegni esterni della segreteria)
Cell. 351 863 36 22 (dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 19)
Fax: 095/7598457
E-mail: legatumoricatania@gmail.com

www.legatumoricatania.it 

Clicca per accedere a Facebook

 

Clicca per accedere a Instagram

Tutti in forma con la LILT di Catania. Potenziamento arti inferiori

Share Button

Alcuni semplici esercizi ginnici elaborati per la LILT di Catania dalla prof.ssa Mariella Pavone, docente di Scienze motorie

È impegno della LILT di Catania proporre, oltre a ricette di sana e corretta alimentazione, anche video con indicazioni a semplici esercizi di ginnastica da poter eseguire facilmente anche a casa. Trenta minuti di ginnastica, ogni giorno, non solo possono prevenire tumori, ma, nell’immediato, migliorano la qualità di vita, rendono agili, aiutano a mantenere tonicità, contrastano l’osteoporosi e globalmente migliorano l’aspetto fisico di ciascuno di noi.

La prof.ssa Mariella Pavone, docente di Educazione motoria presso la Scuola secondaria di secondo grado, ha elaborato questi semplici esercizi per il potenziamento degli arti inferiori. Si ringrazia di cuore la professoressa Pavone e tutti i volontari che impegnano il proprio tempo e le loro conoscenze per la LILT. Seguiteci… tutti in forma si può!!!

Le ricette della LILT di Catania. “Timballetti di cicoria e ricotta”

Share Button

Ricetta stuzzicante che unisce latticini, verdure e uova

Gustosissima ricetta, ben equilibrata, che utilizza un prodotto caseario qual è la ricotta, una verdura qual è la cicoria, e un alimento energizzante e completo come le uova. I “Timballetti di cicoria e ricotta” hanno viste impegnate la dott.ssa Ramona Polizzi e la dott.ssa Mirella Turco, a cui va tutto il nostro ringraziamento per aver offerto il loro tempo e la loro preparazione a favore di una nobile causa. 

L’importanza dell’attività fisica nella prevenzione dei tumori

Share Button
Foto di wal_172619 da Pixabay

La LILT di Catania collabora ad uno studio clinico rivolto alle donne affette da carcinoma mammario che ha l’obiettivo di ridurre il rischio di recidiva grazie all’adozione di stili di vita sani e salutari

A cura del dott. Luca Falzone

Ricercatore Università degli Studi di Catania

Diversi studi hanno ormai dimostrato come i soggetti normopeso che svolgono una regolare attività fisica presentano un’aspettativa di vita superiore, in media 7 anni, rispetto ai soggetti sedentari e sovrappeso, i quali sono esposti ad un maggior rischio di insorgenza di diverse patologie, tra cui malattie cardiovascolari, diabete e tumori. Ciò è stato anche affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), secondo la quale la percentuale di tumori associati a fattori di rischio modificabili o eliminabili possa essere stimata al 35%, corrispondenti ad oltre 2,5 milioni di nuovi tumori diagnosticati ogni anno.

Nel contesto delle patologie tumorali, diversi studi epidemiologici hanno dimostrato come l’esercizio fisico, lieve o moderato, riduca significativamente il rischio di insorgenza di diversi tumori Infatti, un’attività fisica regolare e di moderata intensità, in particolare semplici attività quotidiane quali camminare, andare in bicicletta o praticare sport individuali e di gruppo, risulta essere una delle migliori strategie per mantenere uno stato di salute ottimale.

Per capire come tutto questo avvenga bisogna riferirsi a studi scientifici che hanno evidenziato come l’attività fisica agisca su alcuni processi metabolici e ormonali dell’organismo regolandone la sua omeostasi mediante la riduzione dei processi infiammatori e la stimolazione del sistema immunitario. Tra le attività fisiche in grado di determinare maggiori benefici per l’organismo e in grado di ridurre significativamente il rischio di insorgenza di tumori vi sono soprattutto le attività aerobiche.

L’attività aerobica infatti, contribuisce a ridurre l’indice di massa corporea (BMI) e a detossificare l’organismo da sostanze tossiche potenzialmente dannose e, conseguentemente, a prevenire quei tumori legati ad una cattiva nutrizione, a stili di vita sedentari e all’obesità. Inoltre, durante l’attività aerobica, l’aumento del flusso sanguigno unitamente all’aumento della respirazione contribuisce alla migliore ossigenazione dei tessuti, facilitando l’eliminazione di sostanze tossiche accumulate nel corso degli anni e riducendo i processi infiammatori associati alla presenza di queste sostanze nocive.

Una pratica sportiva costante e moderatamente intensa contribuisce a ridurre anche la concentrazione di alcuni ormoni, tra cui gli estrogeni e l’insulina, ai quali sono sensibili alcuni tipi di tumori. Infine, l’attività fisica è in grado di stimolare il sistema immunitario, regolando il numero e l’attività di alcune cellule immunitarie essenziali, fra cui i macrofagi e i linfociti Natural Killer, coinvolti nel riconoscimento ed eliminazione di potenziali cellule tumorali.

Sulla base degli effetti benefici indotti dall’esercizio fisico, l’OMS raccomanda una passeggiata di circa 10.000 passi al giorno supportata da un’attività fisica moderata e/o intensa per circa 30/60 minuti almeno 5 volte a settimana al fine di ridurre il rischio di insorgenza dei tumori. Inoltre, tali effetti benefici risultano essere maggiori se l’attività fisica viene praticata fin dall’infanzia.

Infine, l’esercizio fisico non rappresenta soltanto una strategia di prevenzione oncologica, ma anche una strategia di cura dei tumori. La LILT di Catania collabora da anni con l’Istituto Nazionale Tumori di Napoli, il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, la LILT di Napoli e l’Università di Catania ad un importante studio clinico rivolto alle donne affette da carcinoma mammario sottoposte ad un nuovo trattamento integrato che prevede l’adozione di una Dieta Mediterranea a basso indice glicemico, la supplementazione di vitamina D e l’esecuzione di un’adeguata attività fisica, unitamente ai trattamenti farmacologici standard.

Obiettivo del progetto, denominato DEDiCA (Vitamin D, Excercise and Diet), è quello di ridurre il rischio di recidiva tumorale grazie all’adozione di stili di vita sani e salutari. Grazie ai risultati che si otterranno da questo progetto e da altre attività di ricerca rivolte allo studio degli effetti protettivi indotti dall’esercizio fisico sarà dunque possibile stabilire il ruolo protettivo e terapeutico dell’attività fisica nei confronti di diversi tumori umani.

Ottobre, mese della prevenzione del tumore della mammella

Share Button

La prevenzione è importante anche perché è un comportamento che si trasmette alle generazioni successive

A cura della dott.ssa Aurora Scalisi

Presidente LILT Catania

Cari amici e soci LILT, ottobre è per la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori il mese di maggiore impatto sociale le forze di tutte le 106 associazioni provinciali sono, infatti, impegnate a diffondere con tutti i mezzi comunicativi visivi, piazze e monumenti illuminati di rosa, e pratici, visite senologiche gratuite, la cultura della prevenzione oncologica, nella fattispecie quella della prevenzione del tumore della mammella nell’ambito della Campagna Nastro Rosa LILT For Women 2020”.

Si tratta di un tumore che, pur avendo raggiunto una percentuale di guarigione molto alta, è in continuo aumento ed è ormai acclarato scientificamente che anticipare la diagnosi a tumori inferiori al centimetro di diametro riesce nella quasi totalità dei casi a salvare la vita. 

La cultura della prevenzione è importante anche perché è un comportamento che si trasmette alle generazioni successive, le figlie di una madre attenta alla diagnosi precoce saranno a loro volta attente a se stesse e ai propri figli. Tutti insieme dunque, per non dimenticare e per fare in modo di aver sempre una “buona vita”!

Anche quest’anno la “Campagna Nastro Rosa LILT For Women 2020” ha registrato in provincia di Catania centinaia di adesioni. L’apertura di nuovi ambulatori e la collaborazione degli operatori della Casa di cura “Morgagni” oltre che della “Brest Unit” dell’ospedale “Cannizzaro”, ci hanno consentito di soddisfare più richieste anche se, naturalmente, in un solo mese il numero complessivo non può che essere limitato.

Quest’anno inoltre la LILT Catania ha avviato una nuova e moderna procedura informatica che ha consentito la prenotazione in maniera chiara, semplice e trasparente. Noi speriamo che chi ha eseguito la procedura impegnando un po’ del suo tempo sia  davvero motivata all’esame e auspichiamo pertanto un numero minore di defezioni rispetto al passato… Resta comunque il successo dell’iniziativa che non è solo provinciale, ma nazionale, e dimostra unità per una grande causa quale la prevenzione oncologica: colorando di rosa le città, la “Campagna Nastro Rosa LILT For Women” ha sicuramente un forte impatto mediatico. 

Ringraziamo, pertanto, gli operatori medici che volontariamente e senza fini di lucro hanno prestato la loro opera, ringraziamo la direzione dell’ARNAS “Garibaldi” che ci ospita da decenni, dell’Azienda ospedaliera “Cannizzaro” che ha sempre collaborato con noi, della “Fondazione Morgagni” che ci ha affiancati operativamente, ringraziamo i volontari della LILT che si sono spesi come sempre per la nostra associazione e, soprattutto, ringraziamo tutte le donne che ci seguono e credono in noi… LILT è sempre al fianco di chi vuol scegliere una “buona vita”.

Chi volesse ricevere la Newsletter della LILT di Catania la richieda inviando una mail a legatumoricatania@gmail.com

Per saperne di più sull’attività della LILT:

LILT Catania
Presso Hospice “Giovanni Paolo II” Ospedale Garibaldi – Nesima
Via Palermo, 632/636 (Torre H)
95122 Catania
Tel.: 095/7598457 (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 16,30 alle 19,00; giovedì dalle 10 alle 12 – fatti salvi impegni esterni della segreteria)
Cell. 351 863 36 22 (dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 19)
Fax: 095/7598457
E-mail: legatumoricatania@gmail.com

www.legatumoricatania.it 

Clicca per accedere a Facebook

 

Clicca per accedere a Instagram

“Lilt For Women 2020”: monumenti illuminati di rosa in provincia di Catania per ricordare l’importanza della prevenzione nella lotta del cancro al seno

Share Button

Già tante le adesioni dei comuni per “colorare” di rosa le città

Prenderà il via come sempre il primo ottobre prossimo, la “Campagna Nastro Rosa LILT for Women 2020”, giunta alla ventottesima edizione, promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute, che pone al centro dell’intero mese di ottobre la prevenzione del cancro al seno. Per l’occasione, la LILT propone ai comuni italiani l’illuminazione di un proprio monumento di rosa, colore simbolo della lotta contro il tumore al seno, lungo tutto il mese, per ricordare alle donne l’importanza vitale della prevenzione.

In provincia di Catania, hanno già aderito all’appello della LILT etnea i comuni di Adrano, Belpasso, Biancavilla, Caltagirone, Maletto, Mascalucia, Militello in Val di Catania, Mirabella Imbaccari, Paternò, Riposto, San Giovanni La Punta, Scordia e Vizzini, comuni che illumineranno una piazza o un monumento cittadino con il colore della prevenzione.

«Abbiamo colto la sensibilità di diverse amministrazioni comunali della provincia di Catania – dichiara il Presidente della LILT etnea, Aurora Scalisi – e sono certa che entro la fine del mese giungeranno tante altre adesioni a questa iniziativa che non costa nulla, ma che ha un alto valore simbolico».

La “Scacciata per scacciare il cancro” 2020 diventa virtuale

Share Button

Niente spettacolo in piazza a Belpasso, ma si può sempre sostenere la LILT di Catania

È stata annullata, a causa della pandemia Covid-19, l’edizione 2020 della “Scacciata per scacciare il cancro”, il tradizionale evento della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania e della sua delegazione belpassese, che si svolge ogni anno ad ottobre presso il “Giadino Martoglio” di Belpasso che avrebbe dovuto aver luogo proprio in questi giorni. La LILT non si è certo persa d’animo ed ha subito dato immediato spazio alla creatività ideando la prima edizione della “Scacciata per scacciare il cancro virtuale”.

I partecipanti all’evento delle otto precedenti edizioni e i nuovi potenziali sostenitori, sono invitati dalla LILT a mettersi al lavoro in cucina e a preparare in forma domestica le gustosissime “scacciate” nostrane, scattando alla fine delle belle foto dei loro prodotti, ma anche dei protagonisti e dei degustatori, e trasmetterle alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania tramite mail (legatumoricatania@gmail.com), Messanger di Facebook o messaggistica Whatsapp (351 863 36 22), immagini che verranno pubblicate sul sito e sui social (Facebook e Instagram) della LILT. Dell’edizione virtuale della “Scacciata per scacciare il cancro” verrà, inoltre, dato ampio spazio nella Newsletter di novembre – il bollettino trasmesso ogni mese agli oltre 700 soci LILT Catania – con approfondimenti ad hoc che coinvolgeranno chi avrà preparato le scacciate.

La LILT, al contempo, invita quanti aderiranno alla prima “Scacciata per scacciare il cancro virtuale” e, più in generale, gli abituali frequentatori dell’evento ottobrino belpassese, i catanesi, i soci, i volontari, ad effettuare una donazione alla LILT di Catania: il ricavato verrà destinato a sostenere le attività di prevenzione della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania e, nello specifico, all’acquisto di un nuovo ecografo necessario alla prevenzione secondaria a favore di tutti gli utenti che ne facciano richiesta. Si potrà donare mediante Iban (sul sito www.legatumoricatania.it le istruzioni)  o, per chi è di Belpasso, o vi si recasse, con versamento diretto presso la sede della delegazione belpassese di via Dodicesima traversa 127, tutti i martedì (dalle 10 alle 12) e i venerdì (dalle 17 alle 19) di ottobre.

«Belpasso non voleva perdere, a causa della pandemia, il principale evento dell’anno che consente di sostenere l’attività della LILT e, cioè, la “Scacciata per scacciare il cancro” – dichiara il delegato della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per la cittadina etnea, Gino Asero – . Il contributo, oltre che tramite Iban, si  potrà versare di presenza nella nostra sede belpassese, dove i volontari, nel rispetto delle norme di contrasto alla pandemia da covid-19, illustreranno l’attività svolta nel corso dell’anno dalla LILT di Catania e dalla locale delegazione».

Dichiara il Presidente della LILT di Catania, dottoressa Aurora Scalisi: «Come ogni anno la LILT di Catania e Belpasso propongono la “Scacciata per scacciare il cancro”, anche se quest’anno, a causa della pandemia, in maniera diversa. Non cambia l’idea di fondo che è quella di sostenere la LILT e le sue attività di prevenzione, convinti che, tutti insieme, possiamo realmente sconfiggere i tumori».

Convocazione assemblea ordinaria soci LILT Associazione Provinciale di Catania del 28/09/2020

Share Button

Convocazione assemblea ordinaria soci LILT Associazione Provinciale di Catania del 28/09/2020

Clicca per aprire la convocazione

Conoscenza Medica
Osservatorio Buona Sanità
banner_volontario_27_07_2016

LILT Newsletter