Comunicati Stampa

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT, domenica chiusura a Belpasso e Camporotondo

Share Button

Al centro di questa edizione la lotta alle “fake news”

Si chiuderà domenica prossima 24 marzo, con iniziative previste in tutta Italia, la 18° edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). In provincia di Catania, dopo l’apertura avvenuta nel capoluogo domenia scorsa in piazza “Verga”, i volontari della Lilt chiuderanno l’iniziativa con i banchetti a Belpasso, in piazza Municipio e in piazza Stella Aragona, e a Camporotondo in piazza Sant’Antonio.
Quanti rinnoveranno l’iscrizione o si iscriveranno per la prima volta alla LILT, riceveranno in dono una bottiglia di olio extravergine di oliva 100% italiano, principe della dieta mediterranea dalle indubbie proprietà benefiche.

Ai banchetti LILT verranno consegnati due opuscoli: uno contenente informazioni preziose per la salute e le prevenzione; l’altro con tutte le informazioni sull’attività dell’associazione a Catania e provincia. L’edizione 2019 della Snpo, istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sin dal 2001, beneficia del patrocinio della Presidenza del Consiglio, del Ministero della Salute, di ANCI, FNOMCeO e CONI e della partnership di Confcooperative. Al centro di questa 18° edizione la lotta alle “fake news” che riguardano la salute, soprattutto in campo oncologico. A sostenere la campagna, per la quale l’hashtag ufficiale è #sceglilaprevenzione, la giornalista e scrittrice Selvaggia Lucarelli.

Aperta a Catania la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT. Chiusura domenica prossima a Belpasso e Camporotondo

Share Button

Lilt etnea in piazza Verga ad aprire la Snpo 2019

La lotta alla “bufale”, o “fake news” che dir si voglia, in ambito sanitario, al centro della diciottesima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) che ha preso il via sabato scorso. L’iniziativa, istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sin dal 2001, beneficia del patrocinio della Presidenza del Consiglio, del Ministero della Salute, di ANCI, FNOMCeO e CONI e della partnership di Confcooperative. L’hashtag coniato per questa edizione 2019 è #sceglilaprevenzione, mentre il testimonial della campagna è la scrittrice Selvaggia Lucarelli.

Ieri, domenica 17 marzo, la LILT etnea si è ritrovata in piazza Verga a Catania con un banchetto allestito all’interno del mercatino di “Campagna Amica”. Un appuntamento che si rinnova di anno in anno e che consente all’associazione di ritrovare i vecchi soci e di accoglierne di nuovi, omaggiando quanti rinnovano l’iscrizione o si iscrivono per la prima volta alla LILT con una bottiglia di olio extravergine di oliva 100% italiano, testimonial della campagna e alimento tipico della dieta mediterranea dalle indiscusse proprietà salutari, dal 2010 iscritta dall’Unesco nella Lista dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità.

Quanti si sono avvicinati al banchetto della LILT hanno potuto colloquiare sul tema prevenzione e sula necessità di adottare corretti stili a tavola e nella vita di tutti i giorni, con i medici ed i volontari della LILT di Catania, ricevendo un opuscolo contenente informazioni preziose per la salute, oltre che una brochure sull’attività della sezione catanese della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica si concluderà, in provincia di Catania, domenica prossima, 24 marzo, con i banchetti in piazza a Belpasso e a Camporotondo.

Il Presidente della Lilt di Catania, Aurora Scalisi, consegna l’olio extravergine di oliva ad una socia

«Il consueto appuntamento all’arrivo della primavera con la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, vuol richiamare le coscienze e invitare a non abbassare mai la guardia rispetto alla prevenzione oncologica – dichiara il Presidente della sezione etnea della LILT, dottoressa Aurora Scalisi –. Molti tumori sono prevenibili ed è acclarato che la prevenzione rappresenta l’unica arma per evitare il distress psicofisico legato a una diagnosi di questo tipo, ma anche per contenere la spesa sanitaria. Come LILT etnea svolgiamo l’attività di prevenzione primaria mediante informazione nelle scuole, dalla primarie alle scuole superiori; prevenzione secondaria mediante i nostri ambulatori dove operano ottimi medici; e come prevenzione terziaria nel sostegno a chi ha avuto una diagnosi di tumore. Quel che chiediamo con questa iniziativa – chiude la dottoressa Scalisi – è che ognuno sia testimonial di se stesso e che quindi non dimentichi gli appuntamenti che possono salvare la vita».

Catania. Al via oggi la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT. Domani volontari in piazza Verga

Share Button

Aurora Scalisi; «Non bisogna mai abbassare la guardia nei confronti della prevenzione»

Prende il via oggi in tutta Italia la 18° edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) che, ogni anno, coincide con la settimana in cui inizia la stagione primaverile. La chiusura avverrà domenica 24 marzo. A Catania, la sezione provinciale della LILT sarà presente domani, domenica 17 marzo, dalle 9 alle 13 in piazza Verga con uno stand all’interno del mercatino di “Campagna Amica”. La chiusura domenica 24 con gli stand in piazza a Belpasso e a Camporotondo. 

Protagonista, nonché testimonial, della campagna di sensibilizzazione e diffusione della cultura della prevenzione come stile di vita, è come ogni anno l’olio extra vergine di oliva 100% italiano, che sarà offerto a quanti aderiranno alla LILT. Ha prestato il suo volto a questa 18° edizione, l’opinionista e scrittrice Selvaggia Lucarelli. La campagna del 2019 mira a combattere le “fake news” in ambito di prevenzione oncologica, con particolar riguardo all’alimentazione. Nell’era di internet e dei social network, le notizie inventate rischiano di diffondere credenze sbagliate, se non addirittura pericolose per salute. La LILT, al contrario, si fa promotrice di poche ma efficaci regole universali per tenere lontano il cancro, proteggere la nostra salute e lottare le “bufale” del web: corretta alimentazione, riposare bene, regolare attività fisica, no alcool e fumo, visite periodiche di prevenzione.

«Questo evento annuale della LILT – dichiara il Presidente della sezione etnea, dottoressa Aurora Scalisi – ci ricorda che non bisogna mai abbassare la guardia nei confronti della prevenzione, ancora oggi unica arma efficace per contrastare i tumori evitando così il grave distress psicofisico successivo alla diagnosi ed il costante aumento della spesa sanitaria. Le malattie oncologiche non sono tutte prevenibili purtroppo, ma per quelle in cui la prevenzione è efficace è dovere di tutti adottare uno stile di vita adeguato a prevenirle».

La dottoressa Aurora Scalisi nuovo Presidente della Lilt di Catania

Share Button

L’elezione, all’unanimità, nella seduta del Consiglio direttivo della Lilt svoltasi nei locali del Rettorato

La dottoressa Aurora Scalisi, 62 anni, specialista in oncologia e in ginecologia, già responsabile dell’unità di screening ginecologico e direttore dell’unità operativa complessa di diagnostica oncologica presso l’ASP di Catania, è il nuovo Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) di Catania. L’elezione, all’unanimità, è avvenuta ieri sera nel corso della seduta del Consiglio direttivo della Lilt etnea, svoltasi nei locali del Rettorato dell’Università degli Studi di Catania. La dottoressa Scalisi, già vicepresidente Lilt, subentra al dottor Carlo Romano, che, dopo aver guidato per tanti anni la sezione etnea dell’associazione, lascia la presidenza provinciale per dedicarsi al Coordinamento regionale.

Attivamente presente all’interno della Lilt da circa vent’anni, la dottoressa Aurora Scalisi ha promosso le attività ambulatoriali, di ricerca, di volontariato e ha organizzato molti eventi formativi. Più di recente, ha favorito accordi di collaborazione con altri enti di volontariato e di ricerca per assicurare agli utenti un’assistenza di eccellenza.
«Ringrazio tutti i componenti del consiglio direttivo per la fiducia che mi impegnerò fermamente di non deludere – dichiara la dottoressa Scalisi subito dopo l’elezione –. Ringrazio soprattutto il dottor Carlo Romano per aver consegnato una Lilt libera da condizionamenti e attiva nel perseguire i suoi compiti istituzionali. Da parte mia è massimo l’impegno a proseguire al meglio l’attivita svolta fin qui, con un’attenzione particolare nel mantenere la centralità del paziente e dell’utente nel percorso di cura o prevenzione del cancro».

Al via “Ciak si giri!” inverno 2019

Share Button

 

Proiezione ogni sabato pomeriggio fino al 27 aprile

Ha preso il via sabato scorso 2 febbraio, nella Sala “Riolo” dell’Ospedale “Garibaldi” di Catania Nesima (piano -1 del complesso ospedaliero), l’edizione 2019 (la quarta) della cinerassegna in ospedale “Ciak si giri!”, promossa dall’Arnas “Garibaldi” in collaborazione con la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania.
La proiezione, che è gratuita, avverrà ogni sabato alle ore 16 ed è rivolta ai malati oncologici, e ai loro familiari, e ai degenti degli altri reparti dell’ospedale. Ad accompagnare i pazienti alle proiezioni sono, come ogni anno, i volontari della Lilt etnea, nell’ambito dell’attività di supporto psicologico a valenza riabilitativa.

Questa edizione di “Ciak si giri” è ancora più ricca di buonumore, in quanto include film campioni d’incassi e di consenso fra i cinefili. L’inizio della rassegna con la proiezione di “Benedetta follia” (con Carlo Verdone e Ilenia Pastorelli). Si proseguirà con “In guerra per amore” (Pif e Miriam Leone), “Il vegetale” (Fabio Rovazzi e Luca Zingaretti), “Poveri ma ricchissimi” (Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Anna Mazzamauro), “Come un gatto in tangenziale” (Paola Cortellesi, Antonio Albanese), “Contromano” (Antonio Albanese), “Svalvolati on the road” (John Travolta), “Un boss in salotto” (Rocco Papaleo, Paola Cortellesi e Luca Argentero), “L’ora legale” (Ficarra e Picone), “Si accettano miracoli” (Alessandro Siani, Fabio De Luigi, Serena Autieri). Il sipario sull’edizione 2019 calerà sabato 27 aprile.
«È un progetto in cui crediamo da tempo e che rientra nella prevenzione terziaria ed in particolare a ciò che attiene alla qualità di vita del paziente oncologico – dichiara il Presidente della Lilt di Catania, dott. Carlo Romano –. Una dose di buon umore è sempre salutare».

Catania. Lunedì i volontari Lilt recheranno un pensierino ai pazienti ricoverati nei reparti del “Garibaldi” di Nesima. In corsia anche la “Lilt band”

Share Button

Anche per quest’anno i volontari della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania recheranno un augurio di Buon Natale ai pazienti ricoverati nei reparti di Oncologia medica, Radioterapia e all’Hospice “Giovanni Paolo II” dell’Ospedale “Garibaldi” di Nesima. Il consueto appuntamento prenatalizio è fissato per la mattinata di lunedì 24 dicembre, vigilia di Natale, dalle 9:30 in poi.
I volontari attraverseranno le corsie per regalare agli ammalati panettoncini e biscotti. Anche per quest’occasione, nell’ambito della collaborazione con il “Lennon Club”, la band dei “Leakers” – ribattezzata per l’occasione “Lilt band” – proporrà canti natalizi, anche della tradizione siciliana, accompagnandosi con chitarra, tromba e tamburello.

Catania: Conclusa “LILT For Women Campagna Nastro Rosa 2018”

Share Button

Alla campagna 2018 hanno aderito circa duecento donne che hanno prenotato ed eseguito la visita senologica

La dottoressa Aurora Scalisi nel corso della giornata conclusiva di “Lilt for Women Nastro Rosa 2018”

Con le ultime visite senologiche programmate, eseguite ieri nella sede etnea della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, si è conclusa anche in provincia di Catania la Campagna nazionale “Nastro Rosa LILT For Women”, che nel 2018 ha raggiunto la 26° edizione. L’iniziativa, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute, si rivolge alle donne ponendo al centro dell’intero mese di ottobre la prevenzione del cancro al seno tramite visite senologiche e iniziative pubbliche di confronto fra medici e cittadini sul tema della prevenzione.
Nel mese di ottobre, in provincia di Catania, si sono svolti dibattiti, anche con il coinvolgimento dell’associazionismo, e – a Belpasso – l’iniziativa di raccolta fondi pro Lilt “La Scacciata per scacciare il cancro”. Alla campagna 2018 hanno aderito circa duecento donne che hanno prenotato ed eseguito la visita senologica effettuata dai medici LILT presso gli ambulatori dell’associazione, presso la Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera“Cannizzaro” e presso il centro X-Ray Catania.
Il bilancio di questa edizione 2018 è tracciato dalla dottoressa Aurora Scalisi, vicepresidente della Lilt di Catania, soddisfatta per i risultati raggiunti sin qui, ma consapevole del fatto che la prevenzione dovrà compiere ancora tanta strada.

«Anche per questa campagna 2018 possiamo affermare di aver raggiunto il duplice obiettivo di informare e prevenire: abbiamo interloquito con tutte le donne che hanno colto l’opportunità di aderire a questa iniziativa, sia sociale che sanitaria, notando che circa il 10% di quante si sono sottoposte alla visita senologica in occasione della campagna non aveva mai eseguito in vita propria né la visita, né alcun accertamento strumentale come la mammografia o l’ecografia; di contro, il 90% ha dichiarato di utilizzare la prevenzione come arma sociale per combattere il cancro. Nel Sud  rimane ancora un forte gap di prevenzione rispetto al Centro e al Nord Italia: molte donne, purtroppo, sconoscono ancora le opportunità che il sistema sanitario offre gratuitamente per prevenire l’insorgenza di un tumore. Spesso le donne che partecipano alle iniziative sociali sono quelle già sensibilizzate quindi, se vogliamo, a minore rischio di malattia. A mio giudizio – conclude la dottoressa Scalisi – ognuno per il proprio ruolo dovrebbe orientare l’informazione facendo un ulteriore sforzo per raggiungere quei quartieri più disagiati dove è ancora assente la cultura di fondo della prevenzione».
Chiude il Presidente della Lilt Carlo Romano: «Di anno in anno “Nastro Rosa” mostra una grande crescita, a testimonianza del fatto che l’esigenza della prevenzione entra nell’apparato genetico di tutti. Per vincere la battaglia comune contro il cancro c’è bisogno dei cittadini: ognuno è chiamato a dare un proprio piccolo contributo facendo prevenzione e rafforzando realtà come la Lilt, associandosi ed aderendo ai programmi di prevenzione».

Belpasso. Grande successo per “A Scacciata per scacciare il cancro” della Lilt

Share Button

La riuscita della due giorni di Belpasso, dedicata alla prevenzione, sta tutta in un numero: 3.185. È il totale espresso in euro che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania, grazie all’impegno profuso dalla sua delegazione belpassese, ha raccolto ieri nel corso della settima edizione de “A Scacciata per scacciare il cancro”, preceduta da una conferenza sulla prevenzione svoltasi sabato pomeriggio nell’Aula consiliare belpassese, allestita in collaborazione con la locale Fidapa.
Ieri sera in migliaia hanno affollato il “Giardino Martoglio” per gustare una fetta di scacciata siciliana donata da panificatori e pasticcieri belpassesi, ma anche dei comuni vicini, o di zuppa di ceci preparata dal Moica (Movimento Italiano Casalinghe), e contribuire alla raccolta di fondi pro attività Lilt che, negli ultimi anni, grazie proprio alla “scacciata”, ha permesso di acquistare un dermatoscopio di ultima generazione, utile alla diagnosi precoce del melanoma.

Una serata in cui si è parlato anche e soprattutto di prevenzione. Il Direttore Uoc di Oncologia Medica dell’Ospedale “Garibaldi”, dott. Roberto Bordonaro, ha sottolineato come «i programmi di medicina sociale finalizzati a diagnosticare in maniera precoce le neoplasie rappresentino l’arma più importante per ridurre la mortalità da cancro. Nel Centro-Nord i programmi di screening oncologico hanno un’ottima organizzazione e l’aspettativa media di vita è migliore, mentre nel Centro-Sud l’organizzazione degli screening ha evidenti carenze che, ci auguriamo – ha concluso Bordonaro –  vengano sanate al più presto».
L’importanza della ricerca in oncologia è stata al centro dell’intervento del Biotecnologo medico Luca Falzone, (Laboratorio di oncologia traslazionale, Dipartimento Biometec dell’Università di Catania) che ha sottolineato come il laboratorio di ricerca della Lilt, coordinato dal Prof. Massimo Libra, «si occupi di trovare nuovi marcatori per la diagnosi precoce dei tumori e marcatori per la risposta al trattamento terapeutico mediante biopsia liquida».

Poi spazio allo spettacolo con i “Pink Style”, tribute band dei Pink Floyd, che hanno ottimamente interpretato i classici di Waters Gilmour & Co affiancati su “Another Brick in the Wall” dal Coro interscolastico “Vincenzo Bellini” diretto da Daniela Giambra, e l’atteso intervento di Enrico Guarneri il quale, prima di divertire il pubblico con le sue gag, ha lanciato un vero e proprio appello in favore della prevenzione: «Si parla sempre delle lunghe liste di attesa per gli esami clinici, ma io invito tutti ad iniziare a fare prevenzione quando si sta bene, cosicché a cadenze regolari si ha un quadro chiaro e costante della propria salute: prevenire è meglio che combattere».
Visibilmente soddisfatto per la due giorni il responsabile della delegazione belpassese della Lilt Gino Asero: «Le fatiche vengono ricompensate dalla soddisfazione per la risposta di tanti nostri concittadini, ma anche di amici provenienti da altri comuni, accorsi alla “Scacciata per scacciare il cancro”. A Belpasso abbiamo riscontrato come negli ultimi anni siano aumentate le persone che si avvicinano alla prevenzione secondaria e questo per noi è un grande orgoglio perché la prevenzione salva la vita».

Sabato, come detto, si è svolto l’incontro, moderato dal dott. Santo Pulvirenti, promosso da Lilt e Fidapa “Lotta contro i tumori, prevenzione e diagnosi precoce”. Sono intervenuti il prof. Massimo Libra (docente di Patologia generale presso l’Università degli Studi di Catania); la dott.ssa Aurora Scalisi (Direttore Uoc “Diagnostica oncologica” Asp Catania).
«Una utilissima occasione per informare le socie e i nostri concittadini – afferma la Presidente della Fidapa belpassese Lucia Mio –. I relatori sono stati molto chiari nei loro interventi, mettendo soprattutto in risalto la necessità di adottare uno stile di vita sano per una efficace prevenzione a cominciare dall’alimentazione. Siamo particolarmente contente per questa iniziativa in quanto per la Fidapa l’informazione è essenziale».

Belpasso. Weekend nel segno della prevenzione: sabato conferenza e domenica “A Scacciata per scacciare il cancro”

Share Button

Weekend nel segno della prevenzione a Belpasso grazie a due iniziative della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori): una conferenza (sabato) e la settima edizione de “A Scacciata per scacciare il cancro” (domenica).
Domani alle 17:30 nell’aula consiliare del Comune di Belpasso, si terrà un incontro – moderato dal dott. Santo Pulvirenti – promosso dalla Lilt e dalla Fidapa belpassese, dal titolo: “Lotta contro i tumori, prevenzione e diagnosi precoce”. Interverranno il dott. Carlo Romano (Coordinatore regionale Lilt Sicilia e presidente della Lilt di Catania); il prof. Massimo Libra (docente di Patologia generale presso l’Università degli Studi di Catania); la dott.ssa Aurora Scalisi (Direttore Uoc “Diagnostica oncologica” Asp Catania).
Domenica l’attenzione si sposterà al “Giardino “Martoglio” per l’appuntamento tradizionale con “A Scacciata per scacciare il cancro”, allestito dalla delegazione Lilt con il patrocinio del Comune di Belpasso, che si pone l’obiettivo di raccogliere fondi a sostegno delle attività della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Al mattino si aprirà il “Mercatino di hobbistica”. In serata, con un piccolo contributo, si potrà degustare la scacciata siciliana e, in collaborazione con l’associazione Mo.I.Ca, anche un piatto di ceci.
L’evento, presentato da Anna Giarratana, vedrà alternarsi interventi sulla prevenzione oncologica e momenti di spettacolo. Parleranno in particolare il dott. Roberto Bordonaro (Direttore Uoc di Oncologia Medica del “Garibaldi” di Nesima) e il dott. Luca Falzone (Biotecnologo medico del laboratorio di oncologia traslazionale, Biometec, Università degli Studi di Catania). Sul palco anche il Coro interscolastico “Vincenzo Bellini” diretto da Daniele Giambra, la tribute band dei Pink Floyd “Pink Style” e l’attore Enrico Guarneri, noto al pubblico siciliano con il personaggio di “Litterio”.

«Ci ritroviamo a Belpasso, come ogni anno, per rinnovare il gustoso appuntamento della “scacciata” che reca un messaggio di prevenzione e rappresenta una concreta occasione per sostenere la Lega Italia per la Lotta contro i Tumori di Catania e della sua provincia – dichiara il Presidente della Lilt etnea, dott. Carlo Romano –. Grazie alla costante crescita della nostra associazione, abbiamo intenzione di affiancare all’ambulatorio Lilt di Catania un secondo ambulatorio al servizio dei centri etnei per essere sempre più radicati e sempre più vicini alle esigenze dei cittadini. Ci spenderemo affinché ciò possa concretizzarsi quanto prima».
Aggiunge Claudia Doria, responsabile del volontariato Lilt Catania: «A Belpasso fino a poco tempo fa la parola “cancro” metteva paura. Grazie alle campagne di sensibilizzazione e visite di prevenzione oncologica, abbiamo avvicinato i belpassesi a questa tematica così difficile, contribuendo a renderne meno traumatico l’impatto, perché questa malattia più si conosce, meno fa paura».
Chiude Gino Asero, responsabile della locale delegazione Lilt: «Sono due giorni che la Lilt dedica, a Belpasso, interamente alla prevenzione. Oltre alla conferenza di sabato nell’aula consiliare, domenica si potrà prendere contatto con i nostri volontari che saranno presenti con uno stand, per ottenere informazioni utili su prevenzione e corretti stili di vita. In particolare si parlerà di cancro al seno in considerazione del fatto che ottobre è il mese che vede la Lilt promuovere l’iniziativa nazionale specifica “Nastro Rosa”».

LILT For Women Campagna Nastro Rosa 2018

Share Button

Visite senologiche, conferenze e la “Scacciata per scacciare il cancro”, nell’ottobre “rosa” della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

Si apre un ottobre ricco di impegni per la Lilt di Catania. Prende il via oggi la Campagna nazionale “Nastro Rosa LILT For Women”, giunta alla 26° edizione, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute, che, rivolgendosi al mondo femminile, mette al centro dell’intero mese la prevenzione del cancro al seno mediante le visite senologiche e la diagnosi precoce.
Testimonial di questa edizione 2018 di “LILT For Women Campagna Nastro Rosa” sono le conduttrici televisive Federica Panicucci e Filippa Lagerback. Lo slogan della campagna di quest’anno è “La prevenzione non è un accessorio. Vivi il rosa proteggi la tua Vita”. Coniato l’hasthag #vivilrosa, mentre il nastrino rosa diaventa sia simbolo da indossare, sia testimonianza del valore della prevenzione.

In provincia di Catania tutte le donne possono partecipare alla campagna di prevenzione, previo tesseramento alla Lilt, prenotando telefonicamente le visite senologiche (senza esami strumentali) presso l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro al numero 095/7262805, esclusivamente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle 10:30. Ulteriori prenotazioni potranno essere effettuate inviando una mail (con nome e recapito telefonico) all’indirizzo: legatumoricatania@gmail.com. Le visite saranno prenotabili sino al raggiungimento del numero di posti disponibili.
Nel prossimo fine settimana l’attenzione si sposterà su Belpasso, dove sono in programma due eventi: una conferenza e la tradizionale “Scacciata per scacciare il cancro”.
L’aula consiliare del Comune di Belpasso sarà lo scenario della conferenza “Lotta contro i tumori, prevenzione e diagnosi precoce”, che si terrà sabato pomeriggio 6 ottobre alle 17:30 su iniziativa della Lilt e della Fidapa belpassese.

Interverranno il dott. Carlo Romano (Coordinatore regionale Lilt Sicilia e presidente della Lilt di Catania); il prof. Massimo Libra (docente di Patologia generale presso l’Università degli Studi di Catania); la dott.ssa Aurora Scalisi (Direttore Uoc “Diagnostica oncologica” Asp Catania). Modera il dott. Santo Pulvirenti.
Domenica 7 ottobre settima edizione per “A Scacciata per scacciare il cancro”, curata della locale delegazione Lilt con il patrocinio del Comune di Belpasso, che ha come obiettivo la raccolta di fondi a favore dell’attività della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Scenario della kermesse il Giardino “Martoglio”, dove verrà allestito per l’intera giornata il “Mercatino di hobbistica”. In serata, con un piccolo contributo, si potrà degustare la scacciata siciliana e, in collaborazione con l’associazione Mo.I.Ca, anche un piatto di ceci.

Presenta l’evento Anna Giarratana. Sul palco si alterneranno momenti di spettacolo e interventi sulla prevenzione fra i quali quelli del dott. Roberto Bordonaro (Direttore UOC di Oncologia Medica del “Garibaldi” di Nesima) che parlerà dei dati epidemiologici del cancro emersi dall’ultimo documento AIOM-AIRTUM; e del dott. Luca Falzone, che interverrà sulla “Droplet digital pcr”, lo strumento che analizza campioni di biopsia liquida per la ricerca di biomarcatori tumorali utili alla diagnosi precoce e alla definizione dell’efficacia terapeutica dei trattamenti farmacologici.
Protagonisti dei momenti più leggeri i “Pink Style” (tribute band siciliana dei Pink Floyd) e l’attore Enrico Guarneri.
“Eccoci puntuali, all’arrivo di ottobre, con uno dei nostri appuntamenti più importanti dell’anno, la “Campagna Nastro Rosa” – dichiara il Presidente provinciale della Lilt di Catania, Carlo Romano –. Per l’occasione invito le donne a sottoporsi alle visite senologiche di prevenzione e invito tutti a sostenere la Lilt nei diversi modi possibili: associandosi ed intervenendo alle nostre iniziative; partecipando ai programmi di prevenzione; diventando nostro volontario. In questo modo, tutti possiamo essere parte attiva in quella battaglia contro un nemico comune che si chiama cancro”.