Bando per l’assegnazione di due premi di ricerca riservato alle pubblicazioni scientifiche in campo oncologico

Share Button

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
SEZIONE PROVINCIALE DI CATANIA

BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI DUE PREMI DI RICERCA RISERVATO ALLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE IN CAMPO ONCOLOGICO

 

Art. 1 FINALITA’

E’ indetta una pubblica selezione per l’assegnazione di due premi di ricerca per le migliori pubblicazioni scientifiche il cui argomento affronta tematiche di ricerca che trovano applicazione in campo oncologico. L’importo di ciascun premio è pari a € 1.000,00 (euro mille/00).

Art. 2 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

I candidati che possono fare domanda di partecipazione al presente bando, per l’assegnazione del premio, devono ricoprire la posizione di primo o secondo autore nella pubblicazione oggetto di valutazione. Tale pubblicazione deve essere edita su rivista internazionale negli anni 2014 e 2015.

Art. 3 MODALITA’ DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione, redatte in carta semplice ed indirizzate al Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania – Sezione Provinciale di Catania c/o Hospice Cure Palliative “Giovanni Paolo II” Nuovo Ospedale Garibaldi – Nesima, Via Palermo n. 632 – 95122  CATANIA, deve essere inviata a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo legatumoricatania@gmail.com unitamente alla pubblicazione, oggetto di valutazione,  entro e non oltre le ore 12.00 del 25.05.2015.

Nella domanda, (All.1) il candidato dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità:

  1. le proprie generalità, la data e il luogo di nascita, la residenza ed il recapito eletto agli effetti del concorso ed il numero di codice fiscale;
  2. la cittadinanza;
  3. l’impegno a comunicare tempestivamente ogni eventuale cambiamento della propria residenza o del recapito indicato nella domanda di partecipazione;

Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:

  1. Il file, in formato PDF, della pubblicazione scientifica secondo i criteri stabiliti nell’art. 2;
  2. fotocopia di un documento d’identità e del codice fiscale.

La LILT di Catania, non assume alcuna responsabilità per il caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi dettatati da mal funzione del server.

I dati dichiarati, indispensabili ai fini concorsuali, comportano, se incompleti e/o mendaci, l’esclusione dalla selezione o la decadenza dal diritto alla partecipazione.

Art. 4 COMMISSIONE GIUDICATRICE

L’assegnazione del premio sarà decisa da una Commissione giudicatrice, costituita da tre membri esperti sul campo e nominati dal Presidente della sezione provinciale della LILT.

La Commissione giudicatrice ha il compito di precisare i criteri da adottare per la valutazione dei lavori presentati.

Al termine dei propri lavori la Commissione presenterà una relazione contenente il giudizio su ogni concorrente e la graduatoria dei candidati giudicati idonei che, unita ai verbali dei lavori della Commissione, sarà trasmessa alla segreteria della LILT di Catania insieme a tutti i documenti relativi al concorso.

Art. 5 SELEZIONE E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

 A giudizio insindacabile della Commissione i premi saranno assegnati ai candidati che nella graduatoria risulteranno più meritevoli .

La Commissione si riserva, altresì, di non aggiudicare in tutto o in parte i premi qualora le tesi presentate non siano ritenute soddisfacenti in relazione ai criteri predeterminati. Nel caso in cui il premio non venisse aggiudicato per mancanza di aspiranti meritevoli esso sarà nuovamente messo a concorso l’anno successivo.

Dopo l’approvazione della relativa graduatoria di merito da parte del Presidente della LILT di Catania, l’esito della selezione sarà comunicato al vincitore.

Dei risultati del concorso viene data notizia mediante affissione della graduatoria di merito del vincitore e degli idonei all’Albo della LILT di Catania. Tale affissione rappresenterà l’unico mezzo di pubblicità legale.

AL VINCITORE SARÀ DATA COMUNICAZIONE TRAMITE POSTA O COMUNICAZIONE TELEFONICA.

 Il vincitore dovrà presentare, entro il quindicesimo giorno successivo a quello di ricevimento della comunicazione dell’assegnazione, pena la decadenza del diritto al premio, i seguenti documenti:

  1. dichiarazione di accettazione del premio di laurea, contenente l’indicazione della scelta delle modalità di pagamento;
  2. dichiarazione sostitutiva di certificazione di nascita, cittadinanza, residenza e codice fiscale;
  3. dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000, con il quale il vincitore dichiara di trovarsi nelle condizioni richieste dal bando di concorso per poter beneficiare del premio e di non avere, negli anni accademici cui si riferisce il presente bando, beneficiato di borse di studio e/o premi per la stessa tesi di dottorato. 

In caso di rinuncia del vincitore, il premio di laurea potrà essere assegnato al successivo candidato risultato idoneo, secondo l’ordine della graduatoria generale di merito. Tale procedura dovrà concludersi necessariamente entro i 2 mesi successivi a quello di ricevimento della comunicazione dell’assegnazione.

La documentazione presentata non verrà restituita, ma le tesi non vincitrici potranno essere ritirate a cura e spese dei candidati al termine delle procedure di assegnazione dei premi ed entro e non oltre tre mesi dalla conclusione dei lavori della Commissione Giudicatrice.

Art. 6 INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

La informiamo, che i dati forniti dal candidato saranno trattati ai sensi dell’art. 13 del citato D.Lgs. 196/2003.

Art. 7 NORME COMUNI PER LA PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso comporta l’accettazione integrale di quanto disciplinato nel presente bando.

La LILT di Catania può esercitare un accurato controllo sulle dichiarazioni prodotte dallo studente e può svolgere, con ogni mezzo a sua disposizione, tutte le indagini che ritiene opportune. Nel caso in cui dalle indagini effettuate risulti che sia stato dichiarato il falso saranno applicate le norme dell’art. 16 del R.D.L. n. 1071 del 20/6/1935 che prevedono sanzioni disciplinari.

Catania, 30.04.2012

Il Presidente
F.to Dr. Carlo Romano