Pietro Nicosia

Catania. Sottoscrizioni al concerto “Dedicato a Francesco Virlinzi”, pro donne trattate per tumore alla mammella

Share Button

Serata di grande musica e solidarietà quella di domenica scorsa al Monastero dei Benedettini di Catania per “Buon compleanno in musica. Dedicato a Francesco Virlinzi” che ha visto il concerto di James Maddock e Brian Mitchell, con la partecipazione di Alex Valle, a ingresso gratuito e con sottoscrizione volontaria a favore della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania. L’evento, organizzato dall’Università degli Studi di Catania in collaborazione con “Tillie Records” di Simona Virlinzi, era incluso nel cartellone “Porte aperte Unict 2019”.

Nel corso della serata sono stati raccolti circa mille euro che la Lilt, come già previsto alla vigilia, impegnerà nelle attività di prevenzione terziaria delle donne trattate per tumore della mammella, attrezzando la sede adibita alla riabilitazione psicofisica delle pazienti, acquistando parrucche per donne in trattamento chemioterapico che siano in stato di necessità economica, avviando l’attività di riabilitazione fisica con “dragon boat” (canoa multiremi).

“Vorrei rivolgere un sentito grazie a Simona Virlinzi per aver coinvolto la Lilt di Catania in questa occasione speciale per la sua famiglia, il sessantesimo compleanno di suo fratello Francesco, che ci ha lasciati troppo presto a causa di una malattia contro cui la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori è da sempre impegnata – dichiara il Presidente della Lilt etnea, Aurora Scalisi – . Un sentito grazie per l’opportunità offerta, anche all’Università degli Studi di Catania, al Dipartimento di Scienze Umanistiche e al professore Rosario Castelli, in particolare, per la grande disponibilità dimostrata. Sono certa che sarà l’inizio di una proficua collaborazione che, anche per il futuro, riuscirà a coniugare prevenzione oncologica e bella musica”.

Bandi. Ricerca di 1 “Dermatologo” e di 1 “Tecnico di laboratorio biomedico” da parte della LILT di Ragusa

Share Button

Bando di concorso per n. 1 Borsa di Studio LILT Ragusa

Profilo medico: DERMATOLOGO

CLICCA QUI PER SCARICARE IL BANDO

____________________________

Bando di concorso per n. 1 Borsa di Studio LILT Ragusa

Profilo professionale: TECNICO DI LABORATORIO BIOMEDICO

CLICCA QUI PER SCARICARE IL BANDO

 

 

Da “Il Garibaldi”. “Volontariato, per passione ma con competenza”

Share Button

Clicca per ingrandire

ll Garibaldi: “Ciak si giri, ogni sabato il cinema in ospedale

Share Button

Clicca per ingrandire

Diventa volontario LILT Catania: reclutamento fino al 15 ottobre

Share Button

Clicca per ingrandire

È stato prorogato fino al 15 ottobre il bando di reclutamento volontari 2019 della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania. I volontari, previo corso di formazione gratuito, saranno avviati all’attività di sostegno Lilt nella prevenzione primaria (formazione scolastica), prevenzione terziaria (sostegno al malato oncologico), attività scientifiche e di reclutamento fondi. L’impegno di tempo richiesto è di mezza giornata a settimana. La domanda di ammissione potrà essere presentata fino al 15 ottobre utilizzando l’apposito form sul sito www.legatumoricatania.it (“diventa volontario”), specificando dati anagrafici, titolo di studio e recapiti telefonici.

La Lilt ricevuta dal Presidente della Repubblica

Share Button

Nella delegazione LILT anche il Presidente della nostra sezione, dottoressa Aurora Scalisi

Giorno 11 giugno, il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente di LILT, Francesco Schittulli ed una delegazione della nostra associazione. Un momento di dialogo profondo, con al centro la vita e il diritto alla salute. Nel corso dell’incontro è stata consegnata al Presidente Mattarella una pergamena con i diritti del malato oncologico e un’opera creata per l’occasione da Gerardo Sacco. All’evento era presente anche Giulia Grillo, ministro della Salute e Albano, storico testimonial della LILT. Della delegazione faceva parte anche la dottoressa Aurora Scalisi, presidente LILT Catania.

La Lilt ricevuta dal Presidente della Repubblica

Mascalucia. Al Circolo “Fava” la “Giornata mondiale senza tabacco 2019”

Share Button

La V A del C.D. “Fava” di Mascalucia (Clicca per ingrandire)

La scuola elementare aderisce all’iniziativa Miur, Lilt e Anci

Il cartellone realizzato dagli scolari (Clicca per ingrandire)

Si è rinnovato anche quest’anno, venerdì 31 maggio, l’appuntamento con la “Giornata mondiale senza tabacco 2019” promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Da sempre la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) ha sposato l’iniziativa promuovendo manifestazioni su tutto il territorio nazionale contro il fumo e a favore della prevenzione. Quest’anno Miur (Ministero Istruzione Università Ricerca), Lilt e Anci (Associazione nazionale comuni italiani) hanno avviato una collaborazione per promuovere la giornata senza tabacco soprattutto nelle scuole, poiché l’età in cui si accende la prima sigaretta si è abbassata di molto.

La fascia di età dell’iniziazione al fumo di sigaretta è, infatti, quella della scuola secondaria di primo grado (10/13 anni). Inoltre, la scuola non è percepita come luogo libero dal fumo poiché la normativa vigente viene spesso trasgredita. Quest’anno la Giornata è dedicata al tema “Tabacco e salute dei polmoni” per informare sulle malattie prodotte dal fumo (dal cancro alle malattie respiratorie croniche) e sul ruolo fondamentale che i polmoni svolgono per il benessere di ogni persona.

A Mascalucia, il Circolo Didattico “Giuseppe Fava” ha aderito all’iniziativa Miur, Lilt e Anci. Protagonisti sono stati gli scolaretti della Quinta A che hanno realizzato sotto la guida delle maestre Giovanna Marchese e Giovanna Inzaudo, un cartellone affisso all’ingresso della scuola e sensibilizzando personale scolastico e genitori sulla necessità di smettere di fumare e di rendere la scuola libera dal fumo, anche nelle aree all’aperto. Gli scolari che hanno svolto la “Giornata mondiale senza tabacco 2019” sono: Sara Barbagallo, Lorenzo Cantone, Gloria Carcione, Carla Desiderio, Nicolò Di Vincenzo, Natascia Marletta, Sebastiana Martorino, Ludovica Mauri, Paola Mita, Cristian Nicotra, Riccardo Pepe, Alberto Raciti, Sofia Rao, Alessandro Riccobene, Vittorio Santostefano Bellavia, Martina Scrofani, Giada Vitale.

«L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha istituito nel 1988 la “Giornata mondiale senza tabacco” con lo scopo iniziale di promuovere l’astensione dal fumo per 24 ore auspicando con questo l’astensione successiva – dichiara la dottoressa Aurora Scalisi, presidente Lilt Catania – . L’impresa rimane è ardua anche se, per fortuna, le leggi successive al 1988 indicano questa direzione. L’Oms ha calcolato nel 2011 la morte di oltre 8 milioni di persone per cause legate al fumo, con danni economici e sociali enormi per tutta la comunità. La Lilt nazionale, facendo propria l’iniziativa dell’Oms, ha potenziato la “Giornata senza tabacco” promuovendo la sinergia con il Miur consapevole del fatto che la cultura della prevenzione nasce sui banchi di scuola e, soprattutto, in età scolare. 

La Lilt di Catania ha sollecitato alcune scuole elementari della provincia, sperando di ampliare ogni anno, sempre di più, l’orizzonte di collegamenti e integrazioni grazie ai volontari Lilt ed ai dirigenti scolastici particolarmente “illuminati”. In particolare – chiude il presidente Lilt – ringrazio il Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia e la sua dirigente, professoressa Maria Gabriella Capodicasa, per la sensibilità mostrata nei confronti della lotta al tabagismo che inizia proprio sui banchi di scuola».

Buon compleanno in musica. Dedicato a Francesco Virlinzi

Share Button

Il 28 luglio Francesco Virlinzi avrebbe compiuto 60 anni. Serata con sottoscrizione volontaria a favore della LILT

Clicca per ingrandire

Domenica 28 luglio alle 21, al Monastero dei Benedettini, si svolge l’evento “Buon compleanno in musica. Dedicato a Francesco Virlinzi”. Il 28 luglio 2019 Francesco Virlinzi avrebbe compiuto 60 anni e Catania festeggerà il suo compleanno nella maniera che gli sarebbe piaciuta, con un grande concerto: James Maddock feat. Brian Mitchell. L’iniziativa è a ingresso libero con sottoscrizione volontaria a favore della LILT – Lega italiana per la lotta contro i tumori.

L’evento – organizzato in collaborazione con Tillie Records – è inserito nel calendario di eventi “Porte aperte Unict 2019 – Porte Aperte Unict” che fino al 2 agosto ospita concerti, proiezioni, spettacoli teatrali e incontri negli edifici storici dell’Università di Catania.

James Maddock, talentuoso folksinger inglese, da tempo residente a New York City, già lodato dalle maggiori riviste specializzate, pubblica un nuovo disco, dal sapore rock’n’roll e vintage, intitolato “If It Ain’t fixed, Don’t Break It” e torna in tour in Italia con un ospite straordinario: Brian Mitchell, pianista e fisarmonicista di Bob Dylan, Levon Helm, Jackson Browne, Little Feat, BB King, Phil Lesh e molti altri.

La Sicilia del 4 giugno 2019: “Dai un calcio al linfoma, insieme appassionatamente”

Share Button

Clicca per ingrandire

“Dai un calcio al linfoma 2019”, rinnovata la sfida Gladiatori-Sanitari

Share Button

Aurora Scalisi: «Duplice significato: il primo, per sconfiggere il cancro è importante l’azione di squadra; il secondo, medico e paziente insieme nella loro collaborazione possono vincere questa partita»

È la foto finale il risultato più vero di “Dai un calcio al linfoma”, la sfida promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania che da sei anni vede il confronto su un campo di calcio fra i “Gladiatori” ed i “Sanitari” e che si è rinnovata sabato scorso nel capoluogo sul terreno de “La Meridiana Sport”. Nello scatto conclusivo c’è, infatti, la sintesi perfetta dell’iniziativa: sorridenti e soddisfatti per il pomeriggio di sport trascorso insieme, i pazienti e gli ex pazienti siciliani di oncoematologia in maglia verde, i medici degli ospedali catanesi in maglia granata, i volontari della Lilt impegnati da sempre nei reparti di oncologia, la squadra dell’Amatori Catania di rugby con la tradizionale casacca bianca e rossa a strisce orizzontali, che ha prestato il volto dei propri atleti, fra le massime espressioni dello sport catanese, per incoraggiare quanti, ognuno per la propria parte, è in campo per sconfiggere il cancro.

Un risultato così può davvero fare a meno del risultato del campo, anche se poi l’agonismo coinvolge un po’ tutti e si assiste a gare vere: i Sanitari (medici) hanno avuto la meglio sui Gladiatori (pazienti ed ex pazienti) per 6 a 3, mentre l’Amatori Catania ha battuto 4 a 1 la mista Sanitari-Gladiatori. Ad aprire i “calci al linfoma” assestati dai giovanissimi di “Ibiscus” e “Sanitari figli”. Ad arbitrare Sandro Arena e Stefano Priolo della sezione Aia di Catania. Una gara che ha sconfitto anche il temporale di sabato, abbattutosi sul catanese, che ha risparmiato lo spicchio di terra “verde”, illuminato a tratti dal sole, su cui si sono disputate le tre partite.

In campo da sei anni il professore Francesco Di Raimondo (Direttore di “Ematologia” del Policlinico di Catania) che spiega il senso di “Dai un calcio al linfoma: «È un momento particolarmente importante per noi perché ci vede vicini ai nostri pazienti, ai quali vogliamo dire che siamo sempre dalla loro parte: grazie a questa iniziativa siamo molto credibili sotto questo aspetto».
Aggiunge il Presidente della Lilt di Catania, dottoressa Aurora Scalisi: «Bellissima giornata come sempre che mette insieme la prevenzione terziaria, ovvero il benessere dei malati dopo la patologia, i medici ed i pazienti. Una manifestazione che reca un duplice significato: il primo, per sconfiggere il cancro è importante l’azione di squadra; il secondo, medico e paziente insieme nella loro collaborazione possono vincere questa partita».
Chiude Riccardo Stazzone AD dell’Amatori Catania: «Abbiamo sposato il progetto “Dai un calcio al linfoma” appena ci è stato proposto, perché la presenza dell’Amatori poteva dare grande risalto all’iniziativa; i nostri atleti sono felici di aver contribuito e hanno dato il massimo per la migliore riuscita».

La manifestazione è stata patrocinata dalla Regione Siciliana (assessorato della Salute) e dall’Azienda ospedaliera “Garibaldi” di Catania, ed è stata allestita  in collaborazione con l’Aia (Associazione Italiana Arbitri) e con l’associazione Ibiscus. Ha presentato la giornalista Federica Zammataro, con gli interventi di Giacomo Giurato.

CLICCA SULLE IMMAGINI PER SCARICARLE

La foto conclusiva di “Dai un calcio al linfoma”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il capitano dell’Amatori Catania, Igor Giammario (a sinistra), e il capitano della “Sanitari-Gladiatori” Sebi Liuzzo (a destra), fra gli arbitri Sandro Arena e Stefano Priolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I “Sanitari”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I “Gladiatori”