liltct

“La Sicilia” 20 aprile 2015: Cancro alla vescica, Catania centro di ricerca

Share Button

20sicilia_20_04_15

9 aprile: Cancro alla vescica, LILT nazionale finanzia progetto della sezione catanese. Primo posto per lo studio coordinato dal Prof. Massimo Libra

Share Button

La LILT finanzia il progetto della sezione catanese sul tumore alla vescica. Primo posto nella graduatoria nazionale per lo studio proposto e coordinato dal Prof. Massimo Libra

Catania centro della ricerca nella diagnosi precoce del cancro della vescica. La Commissione Tecnico-Scientifica nazionale della LILT (Lega Italiana per la lotta Contro i Tumori), ha infatti classificato al primo posto della graduatoria di merito e finanziato, nell’ambito del “Programma 5 per mille anno 2012”, il progetto di ricerca proposto dalla sezione catanese nell’ambito della prevenzione secondaria sul tumore alla vescica.

Il progetto dal titolo “Analisi di microRNA circolanti nella diagnosi precoce del cancro della vescica” è coordinato dal Professore Massimo Libra, patologo generale e oncologo dell’Università di Catania. La ricerca si svolgerà a Catania, all’interno dei laboratori dell’Università, in collaborazione con altri centri quali l’Istituto Tumori Pascale di Napoli e il Centro Oncologico di Aviano. A Catania, oltre al dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche dell’Ateneo, diretto dal Professore Filippo Drago, è coinvolta l’UOC di patologie oncologiche dell’ASP diretta dalla Dottoressa Aurora Scalisi.

Secondo i dati del Registro Tumori, nel 2012, in Italia, sono stati diagnosticati circa 24.500 casi di tumore vescicale. La diagnosi precoce può consentire la guarigione nella maggior parte dei pazienti, ma, a oggi, non sono ancora stati identificati marcatori specifici per questo tipo di tumore, che lo studio mira ad individuare.

“Sino ad ora abbiamo arruolato 340 pazienti con cancro della vescica e altrettanti soggetti sani come controllo – dichiara il Prof. Massimo Libra coordinatore del progetto -. L’obiettivo dello studio è quello di individuare marcatori precoci e specifici nel cancro delle vescica attraverso l’analisi dei livelli di espressione dei microRNAs circolanti. I miRNAs sono piccole molecole di RNA non codificante in grado di controllare l’espressione genica e possono essere determinati nel plasma perché rilasciati in circolo dalle cellule tumorali. Queste, rilasciate dal tumore primario, costituiscono “i semi” per il successivo sviluppo di metastasi a distanza. I primi risultati potranno già essere disponibili entro fine anno”.

“I Risultati dello studio – aggiunge il Dott. Carlo Romano, Presidente della LILT di Catania – potranno avere una forte ricaduta per il Servizio Sanitario nazionale sia in termini di risparmio di risorse, sia in termini di aumento dell’efficacia delle procedure diagnostico-terapeutiche per il cancro della vescica. Il primo posto riportato dal progetto dimostra che la ricerca promossa dalla LILT di Catania è di altissimo livello.”

Catania, 9 aprile 2015

30 marzo: Conclusa Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2015

Share Button

Conclusa la “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica”. Stand a Catania e Mascalucia. Il Presidente Romano: “Tumore può essere modificato attraverso la prevenzione”. Assessore Villari: “LILT importante per la città e la società”

Giornata conclusiva, quella di ieri (domenica 29 marzo 2015) per la quindicesima Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio dei Ministeri Salute, Istruzione, Politiche Agricole e Forestali.

Nel catanese i volontari LILT si sono ritrovati in Piazza Giovanni Verga, nel capoluogo, e in Piazza San Vito, a Mascalucia, per diffondere il messaggio della prevenzione mediante la consegna di un opuscolo contenente informazioni utili a conseguirla giorno per giorno con un corretto stile di vita basato su una alimentazione sana, sull’attività fisica, sulla messa al bando del fumo e sull’acquisizione della consuetudine dei controlli medici.
A quanti hanno aderito alla LILT versando un piccolo contributo, destinato a finanziare le attività dell’associazione, è stato donata una bottiglia di olio extravergine d’oliva, condimento essenziale della “dieta mediterranea” regina della prevenzione.

“Siamo qui a conclusione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica”, dichiara il Presidente della LILT di Catania, Carlo Romano, nello stand di piazza Verga allestito nell’ambito del Mercato di Campagna Amica, “affinché la gente possa capire che una malattia cattiva come il tumore può essere modificata attraverso gli atti di prevenzione di cui la LILT si fa sponsor da lungo tempo, ma anche parte attiva per aiutare coloro che ne hanno bisogno.”

A portare il saluto dell’Amministrazione Comunale di Catania è stato l’Assessore alle Attività Sociali, Angelo Villari, che ha sottolineato: “L’Amministrazione Comunale è a fianco della LILT impegnata giornalmente nella prevenzione. Un impegno importante per la città e la società in generale nei confronti di un problema serio. Sostenere queste iniziative significa alleviare le sofferenze dei malati, ma anche lavorare concretamente affinché un giorno questa grave patologia possa essere vinta.”

In rappresentanza dell’Ordine Provinciale dei Medici è intervenuto il consigliere dell’ordine Salvo Vitale che ha ricordato che “La prevenzione è l’aspetto cardine nella lotta contro i tumori, su cui bisogna investire non solo professionalità, ma anche coperture finanziarie.”

Catania, 30 marzo 2015

Catania, Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2015

Share Button

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

settimana_prevenzione_oncologica_marzo_2015

All’arrivo della primavera la nostra sezione ha celebrato la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, Volontari in piazza a Catania, Belpasso e Mascalucia

Come di consueto, all’arrivo della primavera, la nostra sezione ha celebrato la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio dei Ministeri Salute, Istruzione, Politiche Agricole e Forestali, che ha visto in provincia di Catania i volontari LILT protagonisti di diverse iniziative. L’inizio con “Un tuffo nella prevenzione” e il banchetto a Belpasso a cura della locale delegazione LILT.

Giornata conclusiva domenica 29 marzo in Piazza Giovanni Verga, a Catania, e in Piazza San Vito, a Mascalucia, dove i volontari si sono ritrovati per diffondere il messaggio della prevenzione mediante la consegna di un opuscolo contenente informazioni utili a conseguirla giorno per giorno con un corretto stile di vita basato su una alimentazione sana, sull’attività fisica, sulla messa al bando del fumo e sull’acquisizione della consuetudine dei controlli medici.
A quanti hanno aderito alla LILT versando un piccolo contributo, destinato a finanziare le attività dell’associazione, è stato donata una bottiglia di olio extravergine d’oliva, condimento essenziale della “dieta mediterranea” regina della prevenzione.

“Siamo qui a conclusione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica”, ha dichiarato il Presidente della LILT di Catania, Carlo Romano, nello stand di piazza Verga allestito nell’ambito del Mercato di Campagna Amica, “affinché la gente possa capire che una malattia cattiva come il tumore può essere modificata attraverso gli atti di prevenzione di cui la LILT si fa sponsor da lungo tempo, ma anche parte attiva per aiutare coloro che ne hanno bisogno.”

Clicca per ingrandire

A portare il saluto dell’Amministrazione Comunale di Catania è stato l’Assessore alle Attività Sociali, Angelo Villari, che ha sottolineato: “L’Amministrazione Comunale è a fianco della LILT impegnata giornalmente nella prevenzione. Un impegno importante per la città e la società in generale nei confronti di un problema serio. Sostenere queste iniziative significa alleviare le sofferenze dei malati, ma anche lavorare concretamente affinché un giorno questa grave patologia possa essere vinta.”
In rappresentanza dell’Ordine Provinciale dei Medici è intervenuto il consigliere dell’ordine Salvo Vitale che ha ricordato che “La prevenzione è l’aspetto cardine nella lotta contro i tumori, su cui bisogna investire non solo professionalità, ma anche coperture finanziarie.”

 

27 marzo: Domenica conclusione Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2015

Share Button

“Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica”, domenica la conclusione. La LILT sarà presente a Catania in Piazza Giovanni Verga e a Mascalucia in Piazza San Vito

Si concluderà domenica prossima 29 marzo 2015 in tutta Italia, la XIV edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Nella giornata conclusiva la LILT di Catania sarà presente, dalle 9 alle 13 con propri stand, a Catania in Piazza Giovanni Verga, nell’ambito del “Mercato di Campagna Amica”, e a Mascalucia in Piazza San Vito.

In cambio di un modesto contributo, che andrà a sostegno delle attività promosse dall’associazione, ci si potrà associare ricevendo una bottiglia di olio extravergine di oliva ed un opuscolo ricco di informazioni sui corretti stili di vita.

I volontari presenti diffonderanno un invito alla salute spiegando che sane abitudini alimentari e corretti stili di vita rappresentano un efficace strumento di prevenzione oncologica. Oltre un terzo dei tumori ed altre malattie croniche degenerative, infatti, non si svilupperebbero semplicemente con una dieta salutare, mettendo al bando il fumo, riducendo alcol ed incauta esposizione al sole.

Simbolo della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica è l’olio extra vergine di oliva, noto per le qualità protettive nei confronti dei vari tipi di tumore e condimento primo della “Dieta Mediterranea”, patrimonio UNESCO, ricca di frutta fresca, verdura e povera di grassi a cui viene riconosciuto il ruolo di “regina della prevenzione”.

La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica beneficia anche del patrocinio dei Ministeri dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; della Salute; e delle Politiche Agricole e Forestali, con cui è stato realizzato un “Ricettario Dietetico” del quale è stato pubblicato un estratto nell’opuscolo informativo della campagna.

Il Presidente della LILT di Catania, dott. Carlo Romano, ricorda che “Associarsi alla LILT significa contribuire alla prevenzione, sostenere concretamente chi sta combattendo il cancro, aiutare la ricerca, ma anche far parte di quel circuito di prevenzione proposto dalla LILT basato sui controlli medici e su uno stile di vita sano”.

Catania, 27 marzo 2015

21 marzo: Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2015

Share Button

“La prevenzione sconfigge il cancro. Passaparola!”. Al via in tutta Italia la “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica” promossa dalla LILT. Volontari domani a Belpasso in Piazza Stella Aragona e domenica 20 a Catania in Piazza Giovanni Verga

Con il semplice, ma efficace, slogan “La prevenzione sconfigge il cancro. Passaparola!”, ha preso il via venerdì 20 marzo in tutta Italia, per concludersi domenica 29 marzo, la “Settimana nazionale per la Prevenzione Oncologica” promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) e istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

La LILT di Catania, come ogni anno, celebra l’evento con diverse iniziative, finalizzate alla promozione di un modo di vita sano che sia in grado di eliminare, o ridurre, i fattori di rischio, e alla sensibilizzazione verso la prevenzione, che vedranno l’allestimento di banchetti nei quali i volontari dell’associazione distribuiranno gli opuscoli improntati su prevenzione, corretto stile di vita e diagnosi precoce. Con un piccolo contributo si potrà diventare socio e ricevere una bottiglietta di olio extra vergine di oliva, il simbolo della campagna per le sue qualità protettive nei confronti dei vari tipi di tumore ed insostituibile condimento della “dieta mediterranea”, regina della prevenzione e patrimonio UNESCO, la più indicata in un sano regime alimentare.

I volontari saranno presenti domenica 22 marzo a Belpasso, dalle 9 alle 13 in Piazza Stella Aragona, e domenica 29 marzo in Piazza Giovanni Verga a Catania, nell’ambito “Mercato di Campagna Amica”.

Sostengono la campagna LILT di quest’anno cinque testimonial d’eccezione: lo chef Heinz Beck, la campionessa di salto in lungo Fiona May, i cantanti Gigi D’Alessio ed Anna Tatangelo, la giornalista Rai Maria Grazia Capulli. Le società calcistiche di serie A accoglieranno gli striscioni LILT al centro del campo, mentre negli stadi verrà diffuso il messaggio di prevenzione tramite gli speaker.

La campagna beneficia del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che ha reso possibile la realizzazione di un “Ricettario Dietetico” LILT, ed è  sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero della Salute.

“Aiutateci per potervi aiutare – dichiara il Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Catania e provincia, Carlo Romano – perché associarsi alla LILT è un piccolo, ma concreto, gesto nella battaglia comune contro le malattie oncologiche. Nei nostri banchetti ci si potrà associare e diventare socio significa contribuire alle campagne di prevenzione, sostenere chi sta combattendo la malattia e aiutare la ricerca, ma significa pure entrare in quel circuito di prevenzione proposto durante l’anno dalla LILT ai propri associati, mediante i controlli medici e mediante la divulgazione di informazioni dirette ad uno stile di vita sano, vero baluardo contro l’insorgenza di patologie oncologiche”.

Catania, 21 marzo 2015

Lega Tumori Catania, presentato il programma di attività 2015

Share Button

È stato presentato oggi nella Sala Biblioteca dell’Hospice “Giovanni Paolo II” di Catania, il programma di attività per il 2015 della LILT provinciale (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). All’incontro con i giornalisti erano presenti il Presidente della LILT etnea Dott. Carlo Romano (già Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria di Catania), il Vicepresidente Dott.ssa Aurora Scalisi (oncologa e ginecologa, responsabile dello screening per l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania) e i componenti del Consiglio Direttivo, On. Concetta Raia (Deputato Regionale) e Prof. Francesco Basile (Direttore della Scuola di Medicina e titolare della Cattedra di Chirurgia Generale dell’Università di Catania). Hanno partecipato anche il Dottor Francesco Pisani (responsabile degli ambulatori) e il Dottor Giuseppe Giuffrida in rappresentanza del Collegio dei Revisori dei Conti.

È stato il Dottor Romano ad illustrare il programma di attività per l’anno che sta per aprirsi. Verranno riproposte le iniziative nazionali della LILT quali: la “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica” in concomitanza con l’arrivo della primavera; la “Giornata Mondiale senza Tabacco”, il 31 maggio, evento indetto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità; la “Campagna Nastro Rosa” per la lotta ai tumori al seno che si svolge ogni anno a ottobre, mese rosa per la prevenzione.

Verranno proseguite e incrementate la prevenzione primaria mediante l’informazione nelle scuole e in altri luoghi, per favorire uno stile di vita più sano (lotta al fumo, alimentazione corretta, movimento) e, dunque, meno esposto ai rischi di patologie tumorali; e la prevenzione secondaria che si attua mediante l’attività di diagnostica e di screening.

“Intanto un doveroso ringraziamento – ha detto il Presidente Romano nel suo intervento – al Direttore Generale dell’Ospedale Garibaldi che ci ha concesso qualche spazio in più per espletare al meglio l’attività di ambulatorio, e un ringraziamento ai volontari della LILT che fungono da supporto nell’Hospice per malati terminali e nei reparti di oncologia medica. La LILT di Catania vuol farsi conoscere maggiormente fra la gente, vuol accrescere il numero di iscritti e vuol favorire la prevenzione soprattutto delle malattie tumorali più frequenti che sono quelli della sfera genitale femminile, e quelli al colon, alla prostata e i melanomi. Nel 2015 – prosegue Romano – apriremo un ambulatorio nella sede distaccata di  Belpasso e potenzieremo i nostri ambulatori in sede, al Garibaldi di Nesima.

Il primo appuntamento – chiude il Presidente della Lega Tumori di Catania – è per la prima domenica di primavera con il nostro testimonial d’eccezione che è l’olio d’oliva nell’ambito della Settimana di Prevenzione Oncologica.”

Per la Dott.ssa Aurora Scalisi: “I tempi sono maturi per la creazione di una rete efficace nella lotta ai tumori e il piano sanitario della prevenzione prevede anche una rete oncologica. In quest’ottica la LILT, che svolge già prevenzione autonomamente, sarà partner di tutto il settore pubblico che lavora nella prevenzione, e si spenderà anche nel sostegno ai progetti di ricerca universitari.”

“Come LILT ci rivolgiamo principalmente al cittadino – aggiunge il Prof. Francesco Basile – per la prevenzione delle malattie mediante screening e ricerca in campo tumorale. Proprio la ricerca può dare risultati concreti, seppur nel lungo termine, e con grande speranza si guarda alla genetica dei tumori. E le ricerche sulle alterazioni genetiche sono quelle che hanno dato risultati soddisfacenti poiché permettono di scoprire quali soggetti sono più a rischio nell’insorgenza dei tumori.”

Infine Concetta Raia: “La prevenzione è uno dei settori fondamentali nel campo sanitario e il volontariato è ciò che serve per rendere i cittadini più tranquilli. La LILT è una realtà importante a Catania e in tutta Italia, e ci proponiamo di farla crescere nel territorio sempre di più. La politica deve cercare di promuovere queste azioni soprattutto perché la sola sanità pubblica non è sufficiente a dare risposte ai cittadini che devono curarsi, mentre  il volontariato è l’arma vincente contro ritardi e liste di attesa. La LILT sarà nelle piazze e in tutti i luoghi idonei a diffonder le proprie iniziative affinché si potenzi la prevenzione e si sostenga la ricerca.”

Catania, 19 dicembre 2014

Domani conferenza stampa su programma attività LILT 2015

Share Button

Verrà presentato domani (venerdì 19 dicembre 2014) alle ore 10:00, nel corso di una conferenza stampa, il programma di attività per il 2015 della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Catania. L’incontro con la stampa avverrà nella Sala Biblioteca posta al secondo piano dell’Hospice “Giovanni Paolo II” che si trova all’interno dell’Ospedale “Garibaldi-Nesima” in via Palermo 632 (*).

Saranno presenti i componenti del Consiglio Direttivo con in testa il Presidente della LILT etnea Dott. Carlo Romano (già Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria di Catania) ed il Vicepresidente Dott.ssa Aurora Scalisi (oncologa e ginecologa, responsabile dello screening per l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania); insieme a loro gli altri consiglieri: l’On. Concetta Raia (Deputato Regionale), il Prof. Francesco Basile (Direttore della Scuola di Medicina e titolare della Cattedra di Chirurgia Generale dell’Università di Catania), il Prof. Massimo Libra (oncologo e docente di Patologia Generale dell’Università di Catania).

Nel corso della conferenza stampa verrà tracciato un breve bilancio sull’attività della LILT e verrà presentato il programma per il prossimo anno che, in supporto al Servizio Sanitario Nazionale, in quanto ente di diritto pubblico, è rivolto alla prevenzione e alla ricerca. Nel 2015 la Lega riproporrà le principali iniziative nazionali: la “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica” in concomitanza con l’arrivo della primavera; la “Giornata Mondiale senza Tabacco”, il 31 maggio, evento indetto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità; la “Campagna Nastro Rosa” per la lotta ai tumori al seno che si svolge ogni anno a ottobre, mese rosa per la prevenzione.

La LILT di Catania, inoltre, proseguirà nella sua attività continua di prevenzione primaria mediante l’informazione nelle scuole e in altri contesti, e di prevenzione secondaria mediante l’attività di diagnostica e di screening.

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) è un Ente Pubblico su base associativa, nato nel 1923 inizialmente come Federazione Italiana per la lotta contro il cancro, che opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e sotto la vigilanza del Ministero della Sanità.

Catania, 18 dicembre 2014

Eletti i nuovi organismi direttivi. Il Dott. Carlo Romano riconfermato Presidente

Share Button

Eletti i nuovi organismi direttivi. Il Dott. Carlo Romano riconfermato Presidente

Sono stati rinnovati dai soci della LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) di Catania, nel corso delle elezioni svoltesi a fine novembre, gli organismi della sezione provinciale. Eletto il Consiglio Direttivo che, nella prima riunione utile, ha riconfermato alla Presidenza il Dottor Carlo Romano.

In seguito al voto espresso dai soci si sono insediati come componenti del nuovo Consiglio: la dottoressa Aurora Scalisi (oncologa e ginecologa, responsabile dello screening per l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania), l’Onorevole Concetta Raia (Deputato Regionale), il Professor Francesco Basile (Direttore della Scuola di Medicina e titolare della Cattedra di Chirurgia Generale dell’Università di Catania), il Professor Massimo Libra (oncologo e docente di Patologia Generale dell’Università di Catania), il Dottor Carlo Romano (già Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria di Catania e Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Caltagirone).

Per il Collegio dei Revisori dei Conti sono stati eletti: Antonio Di Salvatore (Presidente), Giuseppe Giuffrida e Luca Alioto (componenti).

Nella riunione d’insediamento, servita anche a tracciare le linee programmatiche della LILT per il 2015, l’organismo direttivo ha riconfermato alla guida il Dott. Carlo Romano, affiancando alla Vicepresidenza la dottoressa Aurora Scalisi.

“Sono molto soddisfatto – dichiara Romano – per la grande partecipazione dei nostri associati di Catania e provincia alle recenti elezioni per il rinnovo degli organismi direttivi. Ci attende un grande lavoro che, lo voglio ricordare, è improntato solo sul volontariato e che dovrà puntare a valorizzare al massimo la LILT e le sue attività nel territorio. Prima delle festività di fine anno presenteremo le linee guida ed il programma della Lega per il 2015. Posso anticipare che riserveremo grande attenzione alla prevenzione primaria nelle scuole e nei comuni, avvalendoci anche dei media a tutti i livelli e dei nuovi modi di comunicare, e alla prevenzione secondaria svolta dalla diagnostica e dall’attività ambulatoriale; per quanto possibile daremo il nostro contributo al potenziamento della ricerca che sta già dando buoni risultati. È, inoltre, nostra intenzione costituire una rete idonea a dare le giuste risposte ai bisogni dei cittadini. Voglio infine ricordare – chiude Romano – che la LILT è un ente pubblico che opera a supporto delle strutture della sanità pubblica.”

Catania, 3 dicembre 2014